Minare Bitcoin Cash è una buona idea?

Quanto costa in termini di dispiegamento di energia fare mining sui Bitcoin Cash? Risulta ancora essere un’attività redditizia nel 2018? Conviene guadagnarli o non vale la pena di perdere tempo ed è meglio acquistarli? O ancora, conviene lasciar perdere e comprare un’altra criptovaluta? Se hai tutti o solo uno di questi dubbi leggi la nostra guida: ti spieghiamo cosa fare con i Bitcoin Cash.

Bitcoin Cash: una nuova criptovaluta figlia del Bitcoin


Se non hai le idee ben chiare e vuoi ovviamente saperne di più prima di comprare Bitcoin Cash, ecco una sintesi degli aspetti più caratteristici di questa moneta virtuale. Il Bitcoin Cash ha meno di un anno di vita: è stato creato il 1° agosto 2017 in seguito ad un fork della blockchain del Bitcoin. Da un blocco che è stato duplicato è nata questa moneta virtuale indipendente, che ha ereditato tuttavia alcune delle caratteristiche del Bitcoin, a partire dal numero totale di unità (21 milioni) e dalla la ricompensa per chi fa mining (12,5 Bitcoin Cash per ogni blocco risolto).

Quanto vale un Bitcoin Cash?

Il valore del Bitcoin Cash è oggi di circa 1.730 dollari americani: una cifra ragguardevole se si considera la giovane età di questa criptovaluta, nata solo pochi mesi fa. Una somma ancora poco elevata, al contrario, se la si confronta direttamente con il valore del suo fratello maggiore, il Bitcoin, che vale oggi 9.545 dollari, ma che ha anche otto anni di più rispetto al Bitcoin Cash. A prescindere da queste considerazioni, la quotazione del Bitcoin Cash è interessante. L’andamento di questa moneta virtuale ha ricalcato in un primo tempo quello del Bitcoin. Partito nell’agosto 2017 con un valore di circa 550 dollari, il Bitcoin Cash ha raggiunto un picco di circa 4.100 dollari intorno al 20 dicembre 2017, per poi diminuire progressivamente e tornare ad aumentare nella prima settimana di maggio 2018.

Il mining per principianti: cos’è e come funziona

Per sostenere la rete delle criptovalute e guadagnare monete virtuali senza acquistarle esiste un’attività ben nota agli esperti del web: il mining. Fare mining significa utilizzare la capacità di calcolo di uno o più computer per risolvere problemi matematici particolarmente complessi. A cosa serve risolvere problemi matematici nel mondo delle criptovalute? Partiamo dal concetto di blockchain, il libro mastro virtuale alla base del sistema di Bitcoin e Bitcoin Cash. Le transazioni con i Bitcoin Cash sono memorizzate in strutture di dati che vengono soprannominate blocks, o blocchi. Perché le transazioni possano essere verificate e validate, i blocchi devono essere aggiunti alla blockchain. Affinchè questo avvenga, i blocchi devono essere ‘chiusi’ da un elaboratore: l’unico modo per farlo è utilizzare un codice che si può trovare solo dopo una serie infinita di tentativi. Il miner che trova il codice riceve in compenso 12,5 Bitcoin o Bitcoin Cash, oltre ad una serie di tasse sulle transazioni che fanno parte del blocco stesso.

Conviene minare Bitcoin Cash?

Risulta più redditizio minare o comprare Bitcoin Cash? Minare criptovalute è un’attività che richiede tempo e denaro. Bisogna quindi soppesare bene i pro e i contro prima di decidere il da farsi. A prescindere dal tipo di moneta virtuale, infatti, per fare mining è necessario avere un’attrezzatura adatta: computer molto potenti e costosi, una connessione ad internet eccellente ed un buon contratto con il tuo gestore della rete elettrica, perché minare ti farà consumare una quantità notevole di energia. Prima di lanciarti nell’impresa, puoi verificare il tuo guadagno potenziale utilizzando un calcolatore online, che sulla base della potenza del tuo computer calcolerà il tuo hash rate (la velocità con cui farà mining, e quindi le tue possibilità di chiudere un blocco). Il calcolatore prenderà in considerazione anche altri elementi, a partire dal costo dell’energia elettrica, per farti capire se il mining con gli strumenti che hai sarà o meno redditizio.

Meglio minare Bitcoin o Bitcoin Cash?

La risposta è piuttosto semplice e logica: basta confrontare Bitcoin e Bitcoin Cash per scoprire se il mining di quest’ultimo sia un’attività che vale la pena di compiere o meno. Il conto è presto fatto, ed è a favore del Bitcoin. Ecco perché :

– La remunerazione per la chiusura di un blocco è la stessa: 12,5 Bitcoin Cash o Bitcoin;
– La dimensione dei blocchi, e quindi il tempo necessario a minarli, è invece differente: 8 MB per i Bitcoin Cash, 1 MB, vale a dire otto volte meno, per i Bitcoin;
– Il valore di un Bitcoin Cash si aggira oggi intorno a 1.730 dollari, contro i 9.545 dollari di un Bitcoin.

Come minare Bitcoin Cash?

Che si tratti di minare Bitcoin o Bitcoin Cash, il procedimento per fare mining è lo stesso. Innanzitutto sarà necessario avere a disposizione un computer molto potente (quelli consigliati sono gli ASICs, Application Specific Integrated Circuits), fondamentale per compiere i calcoli matematici che ti permetteranno di risolvere i blocchi di 8 MB che costituiscono la blockchain dei Bitcoin Cash. Per cominciare a vedere i primi risultati rapidamente, ti conviene unirti ad un’associazione o una mining pool, che fa mining attraverso un lavoro di squadra, accelerando la soluzione dei blocchi. Bisognerà inoltre scaricare un’applicazione tra quelle destinate al Bitcoin mining, che ti permetterà di fare mining utilizzando la potenza del tuo computer, l’elettricità e ovviamente il tuo collegamento ad internet. Per ogni blocco risolto guadagnerai 12,5 Bitcoin Cash. Per incassarli, custodirli e in seguito fare altre operazioni, dovrai procurarti un wallet virtuale adatto.

Ora che sai cosa significa minare Bitcoin Cash, puoi decidere serenamente se darti al mining o alla compravendita di criptovalute. Resta aggiornato sull’andamento Bitcoin Cash – Euro e Bitcoin Cash Dollaro attraverso il nostro sito e scopri come fare trading con le criptovalute una volta che le hai minate.

Minare Bitcoin Cash è una buona idea?
Rate this post

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.