Investire in Ethereum: la guida completa

Hai sentito molto parlare di ethereum, delle sue potenzialità come piattaforma di ‘contratti intelligenti’ per acquistare beni e servizi digitali. In questa guida ti spiegheremo come comprare Ethereum in tutta sicurezza, iniziando a investire nella criptovaluta "di nuova generazione" per eccellenza. Il valore dell'Ethereum è in crescita costante dal 2015, anno in cui la moneta virtuale è stata fondata e lanciata dal programmatore canadese Vitalik Buterin con il valore iniziale di 1$.

(ETH)

Ethereum

Price

24H Change

7 Days Change

Market Cap

Acquista Ethereum in pochi minuti

Apri il tuo Account

Crea il tuo conto di trading con eToro gratuitamente con il tuo nome, un indirizzo e-mail e un numero di telefono

Deposita

Scegli il tuo metodo di pagamento preferito e attiva l'account con un deposito minimo

Inizia a fare trading

Scegli una criptovaluta facendo click su "Mercati di trading", imposta il limite di rischio e fai click su "Inizia" per iniziare la tua strategia di investimento

PayPal logo
Mastercard logo
Visa logo
Bank Transfer logo
Skrill logo
Neteller logo

La differenza tra l’acquisto e il trading

1

Possesso:

Per comprare criptovaluta, devi creare un wallet da te stesso che ti permette di gestire la criptomoneta in autonomia. Il trading non richiede questa procedura.

2

Obiettivi differenti:

Se vuoi supportare la criptovaluta e il suo sviluppo (la community), devi comprare la criptovaluta. Se sei alla ricerca di profitti sugli investimenti, il trading offre maggiori opzioni e opportunità.

3

Regole:

Fare il trading attraverso i CFD offre maggiori regole di protezione sull’investimento. L’acquisto in genere offre questa garanzia aggiuntiva.

Guida Completa al Trading di Ethereum

Perché dovresti comprare Ethereum?

L'Ethereum è una valuta relativamente nuova, nata dopo il Bitcoin e ispirata per certi versi al "papà di tutte le criptovalute". La definizione fornita dal sito ufficiale recita che Ethereum è una piattaforma decentralizzata che gestisce contratti intelligenti”. In realtà la valuta in sé è l'Ether, mentre per Ethereum si intende il sistema di contratti peer-to-peer che la genera. Lo spazio occupato nella rete da ogni contratto si misura appunto in Ether, che, essendo una vera e propria moneta di scambio, ha un valore determinato dal gioco tra domanda e offerta. L'Ethereum in teoria è un sistema estremamente sicuro e ben protetto da eventuali attacchi esterni: essendo nella pratica un computer decentralizzato, non dispone di un "cuore" vulnerabile che potrebbe essere preso di mira dagli hacker. Spegnendo un computer, altre migliaia rimangono in funzione in tutto il mondo, assicurando così la sopravvivenza del sistema. Ne deriva che Ethereum è un open source, dove ciascun programmatore può partecipare al codice sorgente; ma il suo contributo è anche filtrato da tutti gli altri programmatori, che approvano solo il codice "buono", scartando quello potenzialmente dannoso. Ognuno di essi, ovviamente, viene pagato in Ether per la sua collaborazione. Grazie a questa sua straordinaria capacità di resilienza, l'Ethereum ha sperimentato una grossa popolarità tra gli investitori, diventando presto una delle criptovalute più promettenti del globo. Anche chi si affaccia per la prima volta nel mondo delle valute digitali può approfittare della sua celebrità per accaparrarsi un profitto futuro basato sul suo valore in ascesa. Naturalmente chi ha guadagnato -e sta guadagnando- di più dall'Ether è chi ha cominciato a investire agli albori della moneta: essere sul mercato da più tempo è un vantaggio per monete digitali come l'Ethereum, il cui valore cresce esponenzialmente in pochi mesi. Secondo gli esperti, comunque, ancora non è troppo tardi per cominciare a fondare il proprio capitale in Ether. Tuttavia, urgono alcune precisazioni: il valore dell'Ether è molto volatile, così come quello di tutte le altre sue "cugine" digitali, a partire dal capostipite, il Bitcoin. Per investire in Ethereum occorre registrarsi in una delle tante piattaforme specializzate in criptovalute disponibili in lingua italiana, come Plus500, e depositare i primi fondi in euro. I siti che nomineremo in questa guida godono tutti di un'ottima reputazione: sono facili da utilizzare, sicuri e regolamentati. Spesso richiedono una soglia minima di deposito per iniziare a investire, che va dai 100 ai 500€. Alcuni di essi regalano un bonus d'ingresso, come Coinbase, dove si può iniziare con un credito di 10$. Altri sono dotati della funzione di copytrading, con la quale si possono copiare le mosse degli investitori più esperti.  

Pro e contro di comprare Ethereum

Contro:
  • Ethereum viene usato dalle startup per fare crowdfunding: questo rende il valore della moneta virtuale ancora più volatile.
  • La volatilità delle criptovalute è uno dei principali svantaggi di questo tipo di investimenti.
  • Essendo nata dopo il Bitcoin, l'Ethereum ha un ovvio svantaggio di età: il suo valore è fortemente ancorato a quello del Bitcoin, e non il contrario.
Pro:
  • L'Ethereum si fonda su una filosofia e un sistema decisamente superiore a quello del Bitcoin: il sistema è sempre quello della blockchain, ma basato sui contratti intelligenti, i cosiddetti "smart contract".
  • Le transazioni sull'Ethereum funzionano in maniera più veloce rispetto a Bitcoin.
  • L'Ethereum è anche più sicuro, perché basato su un sistema centralizzato, praticamente impossibile da hackerare.
  • Tante top company scelgono oggi di affidarsi all'allettante sistema dei contratti intelligenti: una tra queste è Microsoft.
  • Secondo gli esperti, data la velocità di crescita dell'Ethereum, il sorpasso di quest'ultimo su Bitcoin non è lontano.

Quali sono i metodi di pagamento migliori per comprare Ethereum?

  • Comprare Ethereum con Paypal Tante piattaforme exchange consentono di acquistare Ethereum con il proprio conto Paypal. Questo metodo di pagamento è infatti più sicuro rispetto alla carta di credito. Tra i siti che accettando Paypal ci sono Plus500, eToro e 24option.
  • Comprare Ethereum in contanti Puoi comprare Ethereum in contanti sulle piattaforme peer-to-peer come LocalEthereum: qui entrerai in contatto con altri compratori e venditori per trovare insieme un accordo che soddisfi entrambe le parti. Puoi acquistare Ether in contanti anche all'interno delle tabaccherie e ricevitorie che operano con le criptovalute.
  • Comprare Ethereum con la carta di credito La maggior parte dei siti exchange accetta come metodo di pagamento la carta di credito. Per evitare truffe e raggiri è meglio acquistare in siti regolamentati che godono di una certa reputazione. Tra questi, Coinbase, Coinmama e eToro.
  • Quali altri metodi di pagamento ci sono per comprare Ethereum? Puoi acquistare Ethereum anche con PostePay, bonifico bancario o carta di debito, collegando quindi il tuo conto corrente al sistema.

Come comprare Ethereum in Italia

Su tutto il territorio italiano, da Nord a Sud, è presente una rete, a oggi in espansione, di distributori ATM Bitcoin. Alcuni di questi distributori, che funzionano più o meno come i bancomat tradizionali, operano anche con criptovalute alternative, tra cui l'Ethereum e i suoi derivati. Gli sportelli ATM, del tutto digitalizzati, accettano denaro contante e depositano gli Ether acquistati direttamente sul tuo portafoglio (wallet) virtuale. Per poter comprare devi essere riconosciuto dal dispositivo e per poter avere i tuoi Ether sul wallet devi procedere al riconoscimento del tuo account attraverso la scansione di un QR Code; l'autenticazione avviene grazie a un pin, alla carta d'identità e, in certi casi, anche mediante un sofisticato sistema di riconoscimento facciale. Inoltre puoi comprare Ethereum in Italia anche sfruttando i marketplace come Cryptocurrency10 e LocalEthereum, dove troverai compratori e venditori che desiderano commercializzare questa criptovaluta esattamente come te. Anche le piattaforme exchange in lingua italiana consentono di acquistare Ethereum, oltre che di investire in contratti per differenza. Tra i siti più popolari in lingua italiana ci sono eToro, 24option, CoinBar e Plus500. Alcuni siti propongono una demo gratuita: aprendo un account di prova puoi fingere di investire un piccolo capitale. La demo ti dà la possibilità di testare con mano il mondo del trading senza perdere neanche un centesimo.  

Che differenza c'è tra comprare Ethereum e fare trading con Ethereum?

Ci sono due modi per investire con gli Ethereum, guadagnando sia dall'aumento del prezzo che dalla sua mera oscillazione. Se desideri acquistare Ether, devi entrare in una piattaforma specializzata e registrarti, inserendo i tuoi dati personali. Verserai quindi i tuoi fondi in euro, che saranno convertiti in Ether al prezzo corrente, e spererai in un futuro aumento del suo valore. Se l'indomani il valore della valuta scende, il tuo investimento ti avrà fatto registrare una perdita. Cmprare e rivendere contratti per differenza con i broker (i cosiddetti CFD), è completamente diverso e ti consente di guadagnare sia dall'aumento che dal calo di prezzo dell'Ether: tutto dipende dalle previsioni che hai fatto. In poche parole, scommetti sull’andamento della moneta. Facendo trading non diventi possessore della moneta, ma semplicemente speculi sulle sue variazioni di prezzo. Quale delle due è la strada più remunerativa? Non c'è una risposta univoca, in quanto ogni investimento ha un rischio intrinseco che va soppesato volta per volta. Va detto che il prezzo dell'Ethereum non è così basso ed è in crescita costante; per questo, chi comincia da zero e non desidera rischiare grosse somme di denaro decide sempre più spesso di fare trading con i CFD, sfruttando a proprio vantaggio la volatilità della moneta. Con i broker puoi anche utilizzare un robot di trading, che ti permette di automatizzare l'attività di trading secondo i criteri degli investitori esperti.  

Quali commissioni ti vengono addebitate quando compri Ethereum?

Che commissioni devi pagare quando compri Ethereum?
  • Costi di transazione Così come per il Bitcoin, dove le commissioni sono misurate dai cosiddetti Satoshi per byte, i costi di transazione cambiano di volta in volta. Questi vengono calcolati a seconda dell'energia o carburante (GAS) utilizzato per registrare la transazione, a sua volta legato al tempo di esecuzione e alla potenza necessaria.
  • Costi di deposito Puoi depositare i tuoi Ether in una carta prepagata, utilizzandoli così per acquistare beni e servizi. Esistono numerose carte prepagate per criptovalute, anche inserite in circuiti tradizionali come Visa e MasterCard. Anche gli exchange di criptovalute potrebbero addebitarti una commissione in percentuale, calcolata sulla somma depositata; alcuni richiedono per il deposito sia una tassa fissa, per esempio 25$, sia un'aliquota percentuale.
  • Costi di prelievo Puoi prelevare nei bancomat Bitcoin ATM che operano anche con l'Ethereum. In Italia puoi trovare ricevitorie autorizzate, mappate da appositi siti, dove acquistare o vendere criptovaluta. Il loro numero è in crescita in tutta Europa. In genere questi bancomat, che accettano denaro contante, addebitano una commissione di poco inferiore al 10%. Anche spostare il denaro dagli exchange online comporta dei costi.
  • Spread e commissioni Sui broker come eToro, il profitto è dato dallo spread, ovvero dalla differenza tra Bid e Ask: il valore di acquisto di un asset e quello di vendita. Sullo spread non viene tipicamente applicata alcuna commissione.
Broker Vs piattaforme exchange Con gli exchange puoi acquistare Ethereum dietro il pagamento di una commissione. Con i broker speculi sulle rapide variazioni di prezzo incassando -o pagando- lo spread. In genere lo spread non viene caricato con commissioni aggiuntive e rappresenta, da solo, il tuo guadagno o la tua perdita. Su Coinlist.me puoi trovare una lista di piattaforme affidabili e facili da usare, recensite nel dettaglio da un esperto del settore. Consultala e scegli l'exchange più adatto a te! Inizia subito a investire in Ethereum: registra un account su un exchange peer-to-peer, come LocalEthereum o su una piattaforma di scambio come eToro e incassa i tuoi primi profitti!

FAQs

  1. I siti di exchange permettono di acquistare anche grosse quantità di Ethereum, sebbene tu possa incorrere in un determinato limite giornaliero. Puoi acquistare liberamente la valuta anche in un marketplace come LocalEthereum e VirWoX, dove ti metterai in contatto direttamente con il venditore, stabilendo quantità, prezzo e metodo di pagamento. In questi siti puoi anche pagare in contanti, così come nei bancomat Bitcoin che accettano Ethereum.

  2. Puoi rivendere i tuoi Ethereum in marketplace come Paxful e LocalEthereum a chiunque sia interessato ad acquistarli. Altrimenti, puoi convertirli comprando beni o servizi in e-commerce che accettano questa criptovaluta. Uno di questi è OpenBazaar, un marketplace dove si possono effettuare acquisti con criptovalute come Bitcoin, Bitcoin Cash, Zcash ed Ethereum. Puoi rivendere i tuoi Ethereum anche in siti exchange come Plus500, eToro e Coinbase.

  3. Puoi comprare Ethereum nei bancomat ATM, nei siti exchange e per il cambio valuta come Coinbase, nonché nei marketplace peer-to-peer.

  4. Puoi comprare Ethereum in maniera anonima nei bancomat ATM presenti in tabaccherie e ricevitorie, dove puoi pagare anche in contanti senza registrazione. La stessa cosa vale per i siti exchange peer-to-peer, dove acquistare o vendere a investitori privati in totale anonimato.

  5. Con le piattaforme exchange peer-to-peer puoi comprare Ethereum online senza perdere troppo tempo con la registrazione. Potrai concludere la vendita anche incontrandoti faccia a faccia con la controparte, pagando anche in contanti.