Come creare il tuo portafoglio Ripple nel 2019?

Stai pensando di investire in Ripple ma non sai come creare un wallet, ovvero un portafoglio, digitale? Ti stai chiedendo quale sia la migliore opzione tra i vari tipi di portafogli disponibili? Nell’attesa di trovare una risposta non hai ancora fatto nessun investimento? È il momento di sbloccare la situazione. Seguendo i nostri consigli potrai creare il tuo wallett Ripple e iniziare ad investire in una delle monete virtuali più interessanti dell’anno, che nel 2017 ha registrato un record di crescita del 39.600 %. Seguici e ti spiegheremo anche come fare trading con Ripple.

Cosa sono i Ripple e come acquistarli?

Se hai ancora dei dubbi, te lo spieghiamo noi: Ripple (xrp) è il nome di una criptovaluta e del protocollo virtuale su cui è basata, creato per il trasferimento di valuta in tempo reale a costo zero. Ideato nel 2012 dalla società Ripple Labs dell’americano Chris Larsen, questo sistema permette transazioni rapide (in media 1.500 al secondo) e sicure, senza commissioni, sfruttando la tecnologia blockchain. Ripple è la seconda criptomoneta per capitalizzazione di mercato (circa 27 miliardi di dollari) dopo il Bitcoin. Ne esistono 100 miliardi. I Ripple non possono essere scambiati direttamente con dollari, euro o altra moneta reale. Niente paura: se il cambio Ripple euro non è ancora possibile, per acquistarli c’è una soluzione: operare in due tempi. Prima dovrai comprare Bitcoin o un’altra criptomoneta intermediaria e poi con questa valuta virtuale potrai acquistare i tuoi Ripple su uno degli exchange disponibili (Bitstamp, Kraken, CoinOne o uno dei 18 indicati sul sito ufficiale), o cercare sul forum della piattaforma un utente interessato a scambiarli con altre monete virtuali.

Investire ripple previsioni 2018

Il wallet è un conto digitale che ti permette di memorizzare Ripple e altre valute virtuali in tuo possesso, di cui altrimenti non avresti traccia. È necessario non solo per conservare le criptomonete, ma anche per riceverle ed inviarle. Ne esistono di vari tipi: puoi trovare wallet online ed offline, hardware, software e paper wallet. Per distinguere il tuo portafoglio da quello di chiunque altro, per accedervi e compiere le operazioni che t’interessano, ci sono due chiavi di sicurezza: l’indirizzo pubblico e la chiave privata. Come nel caso di un conto in banca ‘standard’ o di una carta di credito, è fondamentale proteggere queste informazioni: nessuno oltre a te deve poter avere accesso a questi dati se non vuoi ritrovarti con un portafoglio vuoto.

I wallet online per Ripple

I portafogli elettronici online non richiedono il download di nessun software: sono conservati  online, su dei server crittografati. Per utilizzarli è sufficiente collegarsi a Internet e dare il via alle operazioni inserendo una password che ti permette di identificarti ed accedere al tuo conto. Il lato positivo di questo tipo di portafoglio è che puoi consultarlo da qualunque dispositivo (PC, tablet, smartphone) e in qualunque parte del mondo ti trovi: ti basterà semplicemente avere una connessione a Internet.

Generalmente i fornitori del servizio registrano anche una versione offline dei wallet dei loro clienti, in modo tale da garantirne il recupero nel caso in cui dovesse esserci un problema con i server. Se decidi di utilizzare un wallet online devi prendere in considerazione anche altri elementi, di maggiore o minore importanza, come ad esempio il fatto che i gestori del tuo e-wallet memorizzeranno online la tua chiave privata, e che un cyberattacco potrebbe rischiare di farla finire nelle mani degli hacker. Inoltre non ti verrà fornita la chiave segreta, il che significa che in caso di problemi rischieresti di non avere più accesso al tuo portafogli. Il consiglio, se scegli questa opzione, è di aprire un wallet online su un sito veramente affidabile e verificato.

Ripple e i wallet software

Diversamente dai wallet online, i portafogli software utilizzano dei programmi per computer o delle app per tablet e smartphone. Il software del wallet desktop va quindi installato sul tuo computer e configurato. Con esso potrai creare un indirizzo pubblico per inviare e ricevere la tua moneta virtuale. Alcuni di essi ti permettono anche di registrare e conservare la tua chiave privata, fondamentale per recuperare le tue criptovalute in caso di malfunzionamento o danneggiamento del software stesso. La maggiore sicurezza rispetto ai wallet online è data dal fatto che la generazione dell’indirizzo pubblico e della chiave privata (elementi che per un conto in banca online corrisponderebbero al tuoi ID e password) avviene offline, direttamente sul tuo computer: se il tuo PC è protetto, quindi, i tuoi dati sono al sicuro. Potrai inoltre scegliere tra portafogli desktop che gestiscono una sola moneta e portafogli multicurrency, in cui potrai conservare non solo Ripple, ma anche Bitcoin, Ethereum o ogni altro tipo di valuta virtuale con cui hai intenzione di fare trading.

I wallet hardware

Meglio un portafoglio online, sul tuo desktop o su una chiavetta USB? Se stai pensando a quest’ultima opzione avrai a che fare con un wallet hardware. Questo tipo di portafoglio funziona infatti con uno strumento simile ad una chiave USB, creato esclusivamente per memorizzare le criptomonete (e non altri tipi di dati). Il vantaggio principale è la sua sicurezza: se le informazioni sul proprio capitale virtuale vengono registrate offline, e per giunta su uno strumento che non è possibile collegare a Internet, il rischio che entri in possesso di malintenzionati attraverso un cyberattacco, malware o altro, è praticamente inesistente.

Cosa significa concretamente utilizzare un wallet hardware? Proprio come quando vai a fare la spesa, senza il tuo portafoglio non potrai fare niente. Per ricevere ed inviare Ripple dovrai innanzitutto essere in possesso del tuo hardware, e metterlo in funzione attraverso dei codici di sicurezza crittografati. Entrare in possesso del supporto fisico e delle relative informazioni di sicurezza, insomma, è un’impresa piuttosto complicata anche per un hacker professionista.

 

ripple

 

I paper wallet per Ripple

Il paper wallet è il tipo di portafoglio più semplice e sicuro, interessante per chi  intende investire a lungo termine nelle criptovalute. Si tratta infatti di un foglio di carta sul quale vengono registrate le chiavi private e gli indirizzi. Il primo passaggio consiste nello scaricare un apposito software, che creerà il tuo indirizzo e la chiave privata corrispondente. Potrai quindi stamparli e conservarli in un luogo sicuro, ricordandoti che l’indirizzo e la chiave di un wallet sono come il login e la password per accedere al tuo conto in banca online, e che chi entra in possesso di queste informazioni avrà facilmente accesso al tuo denaro.

Per verificare il tuo saldo ti basterà inserire l’indirizzo sulla blockchain. Nel caso in cui invece tu volessi compiere operazioni in uscita dovrai scaricare un software per compiere transazioni e inserire la chiave privata oltre all’indirizzo. Sembra un paradosso, ma il fatto che indirizzo e chiave privata siano stampati su un pezzo di carta garantisce a questo sistema tutta la sicurezza necessaria: gli hacker informatici, infatti, non riusciranno ad avere accesso a questi dati né attraverso virus né attraverso malware.

 

Ora che ti sei fatto un’idea dei diversi tipi di portafogli per Ripple potrai scegliere quello che ti sembra più adatto a te. Dai un’occhiata al modo migliore per verificare il prezzo di Ripple e inizia a fare trading con questa criptomoneta.

 

Come creare il tuo portafoglio Ripple nel 2019?
1 (1 vote)

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.