Tezos

Tezos (XZT) è la criptovaluta non ancora “nata” ma che ha fatto già parlare molto di sé sia perché è stata la ICO più alta e veloce della storia. Il progetto alla base di Tezos è davvero ottimo, tanto che, anche se ovviamente non si può ancora parlare di Tezos Market Cap, tuttavia il valore di Tezos gira attorno ai 3-5 Dollari, con un record raggiunto il 17 Dicembre 2017 di ben 11,21$! Ora come possiamo vedere si aggira in fase di pre launch sotto i 3$.

Tezos Corso

Basterà cercare su Bitcointalk Tezos oppure consultare una sezione Tezos su Reddit per capire quanto fermento ma anche quanta incertezza gira attorno alla criptomoneta.

Cos’è XZT, ovvero: una ICO esemplare

Come detto, Tezos non è ancora “nata”, cioè la sua blockchain non è ancora stata attivata. I Tezos token rilasciati nel mercato non sono ancora quantificabili. Ciò significa che il Tezos Market Cap al momento non può essere determinato. Tuttavia il prezzo di Tezos è già frutto delle speculazioni del mercato e, attualmente, gira attorno ai 3-5$. Ma la cosa che per ora ha fatto entrare Tezos nella storia, non solo delle criptovalute in particolare ma anche dei mercati finanziari in generale, è stata la sua ICO (l’Initial Coin Offering), la quale è senza dubbio la maggiore e più veloce raccolta fondi finora vista, con un accumulo di fondi di oltre 232 milioni di Dollari USA in appena 13 giorni, a partire dal 12 luglio 2017, ripartiti in 65,627 BTC e 661,122 ETH.

Cos’è successo poi? Perché Bezos (XZT) non ha ancora inaugurato la sua piattaforma? Quali i motivi di questo ritardo?Ebbene, il 25 ottobre il progetto Tezos e le Società che ne sono responsabili subiscono una class action aperta dalla Corte Superiore della California riguardante la sua ICO da record. L’accusa è quella non solo di aver venduto dei titoli non registrati ma anche di averli venduti attraverso una pubblicità ingannevole. L’accusa dunque è quella di frode. Tra gli imputati ci sono Dynamic Ledger Solutions, Inc. (DLS) (la Società che detiene il codice sorgente della blockchain Tezos) e i fondatori del coin Tezos, Arthur Breitman e Kathleen Kreitman. Ma cosa ha attirato tutti questi investimenti in così poco tempo e cosa ha portato più di 30.000 investitori a credere nel progetto Tezos? Insomma, cos’è Tezos e quale l’idea tecnologica che sta alla sua base?

Tezos

Cos’è Tezos: una blockchain basata su un protocollo unico

I fondatori del progetto (Arthur Breitman e Kathleen Breitman) hanno definito la Tezos (XZT) blockchain come decentralizzata, open-source e capace di implementare smart contracts. Niente di nuovo se non si parlasse, a proposito del protocollo utilizzato, della funzionalità di “auto-modifica” (tecnologia informatica che è capace di facilitare in maniera esponenziale e automatica la modifiche da apportare al protocollo stesso) e anche della cosiddetta “tecnica di verifica formale” (la quale dovrà essere in grado di dimostrare matematicamente, di ogni singolo pezzo di codice, la sua correttezza; implementazione questa che non è detenuta neppure dalle piattaforme ben più ricche e conosciute di Bitcoin ed Ethereum). Più specificatamente la peculiarità del protocollo di Tezos riguarda la possibilità di proporre, da parte di nodi della rete, gli sviluppi da implementare sulla piattaforma; sviluppi che verranno poi stabiliti e accettati in base a votazioni interne e riguardanti i possessori dei nodi, secondo un rigido sistema di governance.

Cercando su Bitcointalk XZT, oppure consultando su Reddit Tezos, si nota subito il fermento che si è avuto attorno a questa nuova tecnologia di blockchain definita anche “self-modifying”. Questa ultra-citata auto-modificabilità, che viene tanto osannata sia su Bitcointalk che su Reddit, potrà portare la piattaforma, tramite smart contracts ad hoc, a modificarsi da sola, ovviamente solo dopo esito positivo della votazione dei possessori dei nodi (i cosiddetti token holders). Sempre grazie a questa funzionalità di auto-modifica, sulla piattaforma Tezos non si avranno mai hard fork (come è avvenuto ad esempio con Bitcoin e Bitcoin Cash, oppure con Ethereum ed Etherum Classic), visto che la piattaforma può essere automaticamente implementata e aggiornata in base allo sviluppo della tecnologia informatica.

Tezos Blockchain

Storia e sviluppo del progetto Tezos (XZT)

La nascita del progetto Tezos porta la data del 2014 quando i coniugi Arthur e Kathleen Breitman studiano una blockchain capace di rendere possibile il diritto di voto all’interno del sistema blockchain stesso. L’idea è forte e convincente: costruire una piattaforma innovativa capace di migliorarsi continuamente e capace così di usufruire dello sviluppo tecnologico in maniera naturale.

A detta del co-fondatore e attuale CTO del progetto Tezos, l’obiettivo doveva essere quello di portare nel mondo delle criptovalute una “rule of law”, cioè un sistema di regole capace di disciplinare l’esercizio del potere pubblico, che, nel caso della piattaforma, significa stabilire regole precise per gli aventi diritto di voto presenti sulla piattaforma stessa. Ovviamente l’innovazione “giuridica” doveva andare di pari passo con l’implementazione tecnologica. Il fine dello sviluppo della blockchain di Tezos doveva essere la creazione di un network più sicuro e flessibile di quello di Bitcoin o di Ethereum.

Dando uno sguardo ai molti commenti presenti sia su Bitcointalk, sia nella sezione Tezos di Reddit, sia tra le riviste del settore più autorevoli, la realizzazione del progetto è ancora lontana. Del resto, anche dando uno sguardo al White Paper di Tezos, appare chiaro che il progetto è in ritardo rispetto alle previsioni. Dunque è un rischio investire su Tezos? Il progetto potrebbe non arrivare mai in porto? Aspettiamo ancora un po’ a tirare le somme.

I due soggetti giuridici dietro al progetto XZT

Il progetto Tezos è supportato da due soggetti giuridici: la Dynamic Ledger Solutions Inc. (DLS) e la Fondazione Bezos. La DLS, Società con sede negli USA, è attualmente controllata dai coniugi co-fondatori, Kathleen e Arthur Breitman, i quali detengono la proprietà intellettuale di Tezos comprendente ovviamente il codice sorgente ma anche i loghi, le applicazioni e i domini web. La dirigenza tecnica della DLS è composta da 11 personalità, 10 delle quali sono sviluppatori.

Per quanto riguarda la Fondazione Tezos, essa è nata nel 2017 e ha sede in Svizzera, a Zurigo. Il comitato di Direzione è composto da Johann Gevers, Diego Ponz e Guido Schmitz-Krummacher. Infine il team che sostiene Tezos è composto da tre consiglieri: Andrew Miller (Assistente Professore all’Univ. dell’Illinois nel Dipartimento di Ingegneria Informatica, Direttore dell’iniziativa IC3 e consulente del progetto ZCash), Emin Gün Sirer (Professore Associato presso la IC3 ed esperto in sistemistica informatica e networking) e Zooko Wilcox (CEO e fondatore di ZCash).

Tezos Team

L’andamento di Tezos (XZT) sul mercato della criptovalute

Come detto il progetto Tezos non è ancora realizzato in concreto. Per questo, ovviamente, non si ha ancora un Tezos Market Cap. Tuttavia Tezos ha un suo valore che, mente si scrive, si attesta attorno ai 3,11$, con un calo però di ben 15 punti percentuali rispetto alle 24 ore precedenti.

Ciò significa forse che non si deve investire in Bezos? Certo, l’incertezza sulla data di realizzazione del progetto è percepita dai mercati. Tuttavia, guardano un po’ indietro, Tezos ha avuto una crescita impressionante nel dicembre del 2017, quando, tra l’altro, il 17 dello stesso mese ha toccato il suo record di oltre 11 Dollari! Da allora il prezzo di Tezos ha subito una vertiginosa discesa che, in appena 10 giorni, l’ha portato ad un valore di 3,82$, ma anche una forte risalita (il 4 gennaio del 2018 Tezos valeva 7,43$).

Il mercato è dunque molto volatile e il prezzo di Tezos non può che risentire. Il progetto che sta alle spalle del marchio Tezos è però fondato ed interessante, tanto che molti investitori e tecnici puntano ancora su questa criptovaluta. Il futuro di Tezos però è legato non solo alla data del rilascio della sua piattaforma ma anche alle sue vicende giudiziarie. Investire i Tezos, dunque, è sì un rischio, ma un rischio che può portare i suoi frutti.

Tezos Previsione

Il White Paper del Coin XZT

Così più o meno recita il documento fondante della criptovaluta Tezos: “Tezos è una blockchain decentralizzata che governa se stessa stabilendo un nuovo, vero e reale commonwealth.

Il white paper poi si sviluppa in capitoli ben dettagliati, a partire dalla storia della sua fondazione. Si passa poi ad analizzare i principi che reggono il progetto, i quali, ancora una volta, pongono l’accento sul meccanismo di governance che starà alla base della futura piattaforma. Il documento continua menzionando le persone che sono responsabili del progetto e i fundariser, per conclurdersi con un piano di sviluppo e con la determinazione degli obiettivi che Tezos si prefigge.

Il cuore del documento, infine, parla di una blockchain che sarà sicura (grazie alla “verifica formale”), innovativa (perché auto-modificabile) e capace di supportare applicazioni e smart contracts decentralizzati e all’avanguardia della tecnologia informatica.

 

Tezos
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.