Chainwashing

Neologismo composto dalle parole “chain” e “washing”, coniato da Tim Swanson di R3 Consortium, deriva da “cloudwashing”, una metafora utilizzata per indicare tutti quei prodotti digitali semplicemente mutati di nome per scopi commerciali e legati al nuovo “fenomeno” del cloud computing (che non è una tecnologia).

Molte startup sostengono di poter “decentralizzare” il proprio servizio con una blockchain anche se è inutile o non possibile.