Investire in Criptovalute: guida completa

Diamo per scontato che conosca già il bitcoin e che tu sia qui per capire di più sull’intero settore delle monete digitali. Potresti accontentarti di comprare una sola criptomoneta, ma perderesti l’opportunità di investire in criptovalute fruttuose.

Proseguendo apprenderai i motivi per cui conviene investire nelle criptovalute, quali sono le più vantaggiose e quante modalità d’investimento esistono. Concluderemo la guida con un doppio focus sull’investimento in bitcoin ed ethereum.

Qui sotto in breve spighiamo cosa sono le criptovalute, mentre per una guida più estesa e completa fai riferimento all’articolo ‘A cosa servono le criptovalute’.

Cominciamo.

Investire in criptovalute

Cosa sono le criptovalute

Il vocabolario Treccani prova a dare una definizione di cosa è una criptovaluta, ed afferma che essa è:

“Uno strumento digitale impiegato per effettuare acquisti e vendite attraverso la crittografia, al fine di rendere sicure le transazioni, verificarle e controllare la creazione di nuova valuta”.

Forse la definizione seguente rende meglio l’idea di cosa sono:

“Rappresentazione digitale di valore decentralizzata basata sul peer-to-peer, su una blockchain condivisa il cui trasferimento è basato sulla crittografia e le cui regole di emissione sono basate su algoritmo open source.” (Stefano Capaccioli)

La matematica e la criptografia sono alla base, il bitcoin usa le regole di queste scienze per viaggiare sicuro sulla rete appositamente progettata da Satoshi Nakamoto.

Perché proprio la crittografia? Nell’antichità rappresentava una tecnica per occultare qualcosa che altri non dovevano vedere o capire pur vedendo. Solo una “chiave segreta” poteva svelare il messaggio. Le tecniche più antiche risalgono all’antica Grecia, e dal 1500 in poi la crittografia è diventata “roba” da matematici, grazie anche agli italiani Giovan Battista della Porta e Gerolamo Cardano… Questo cognome ti ricorda una criptovaluta vero? Cardano (ADA) coin.

 

Tutti i modi per investire in criptovalute

Come investire in criptovalute? Esistono diverse opportunità e tutte valide, ma ciascuna ha i suoi pregi e difetti ed anche maggiori o minori margini di guadagno.

Dalle criptovalute si può guadagnare principalmente in tre modi:

  1. attraverso il mining;
  2. acquistando criptovalute come riserva di valore;
  3. Facendo trading in criptovalute.

Il mining delle criptomonete

Partiamo dal mining delle criptomonete perché in effetti è stato il primo modo di poterle guadagnare. Il mining di bitcoin è stato per circa tre anni quasi l’unico modo per mettere in tasca la criptovaluta, perché gli exchange sono nati a partire dal 2011 circa.

Conviene ancora fare il mining delle criptovalute? Le scuole di pensiero, per così dire, sono diverse e opposte. Alcuni scoraggiano il mining perché costa troppo la gestione e in breve tempo gli apparati diventano desueti, altri affermano che conviene fare il mining di quelle criptomonete appena nate, altri lo sconsigliano e basta. La verità? Sta nel mezzo come sempre. Vero che il mining richiede una gestione dispendiosa in termini economici e di tempo, vero che conviene minare quelle nuove e più promettenti.

L’acquisto delle criptovalute

La nascita dei servizi di crypto exchange, e di piattaforme di scambio di monete digitali peer-to-peer come Localbitcoins o Paxful, hanno permesso alle persone di acquistare le criptovalute. Inizialmente si poteva fare solo l’acquisto di bitcoin poi i servizi sono evoluti.

Perché comprare criptovalute? Le criptomonete sono per alcuni una riserva di valore, come l’oro o le valute estere (dollaro USA, yen giapponese): acquisto criptovalute a un prezzo determinato e le rivendo quando varranno di più, così da ottenere maggiore ricchezza. Oppure scelgo di detenerle per un lungo tempo come forma di diversificazione del capitale.

Il trading in criptovalute

Comprare monete digitali è già fare trading con esse, ma abbiamo scelto di dedicare un paragrafo separato al trading in criptovalute per sottolineare l’attività svolta dai trader giornalieri. Quest’ultima è una particolare figura di investitore che effettua la compravendita giornaliera e continuativa di valute digitali. Una attività altamente speculativa che richiede competenze, ma che una volta acquisite, se ben applicate, restituisce gratificazioni economiche rilevanti. Leggi la guida Trading di criptovalute: Bitcoin, Ethereum, XRP per saperne di più.

Investimento in criptovalute

Qual è il valore delle Criptovalute. I numeri del settore

Forniamo qualche dato storico per comprendere il valore delle criptovalute attuale.

Secondo i dati forniti da CoinMarketCap, il 28 aprile 2013 la somma di tutto il mercato valeva un miliardo e mezzo di dollari. Questo valore è cresciuto esponenzialmente fino a raggiungere 813 miliardi di USD il 7 gennaio 2018. Il valore dell’intero comparto da allora è calato, ma resta di rilevante importanza.

Non entriamo nello specifico dei prezzi delle singole altcoin, perché le quotazioni oscillano costantemente. Per avere una idea dei prezzi in tempo reale, visita le pagine dedicate:

Prima di passare ai consigli per investire in criptovalute, una riflessione sul valore delle criptomonete che va oltre il prezzo. Il loro avvento sta segnando un cambiamento storico nel modo di concepire e rappresentare il valore economico. Le criptovalute ci stanno insegnando che il digitale ha valore, ed anche che inviare denaro digitale a persone lontane costa meno dei canali tradizionali.

Consigli per investire in criptovalute

Ciascuno matura l’idea di investire in criptovalute partendo dalla propria posizione, ma tutti, come te, giungono qui perché credono che investire in criptomonete possa accrescere il capitale personale.

In effetti trarre profitto è possibile, ma a patto che pianifichi il tuo investimento e segui alcune delle regole “auree” di chi fa investimenti:

  1. Acquisire tutte le informazioni necessarie (come quelle fornite in questa guida).
  2. Diffidare di proposte assurde (esempio: guadagni eccezionali in poche ore).
  3. Considerare con attenzione gli strumenti finanziari da usare.
  4. Investire solo una parte del proprio capitale e non tutto.
  5. Diversificare tra più criptovalute.

Come diversificare tra più criptovalute

L’ultimo consiglio elencato fornisce lo spunto per presentare uno strumento ideale, disponibile sulla piattaforma di Coinbase, exchange di criptovalute americano tra i più conosciuti al mondo.

Il servizio ha attivato l’opzione Pacchetto Coinbase con cui diversificare il capitale tra molteplici criptomonete diventa semplice. A partire da cento euro, l’investitore compra un mix composta da 5 criptovalute ponderate con la loro attuale capitalizzazione di mercato. Il pacchetto è una sorta di mini fondo in criptomonete, infatti, in fase di vendita potrai vendere l’intero pacchetto e non i singoli crypto asset che lo compongono. La soluzione è ben bilanciata per ridurre (non azzerare) i rischi di perdite.

Conviene investire in criptovalute

Conviene ancora investire in criptovalute?

L’exploit del 2017 aveva dato una enorme speranza a quanti in quel periodo si avvicinavano al bitcoin, all’ethereum, al litecoin, ecc. Il brusco crollo del 2018 ha raffreddato gli animi di molti, ma la verità è che a raffreddarsi sono stati solo quanti non hanno compreso la portata delle criptomonete, perché i trader proseguono la loro attività di guadagno senza sosta.

Ad ogni modo è vero, in futuro probabilmente non avremo più il BTC a 20.000 USD ma ciò non significa che il settore scomparirà.

Lo spieghiamo con un paragone vicino nel tempo e nella memoria di molti. Tra il 1999 e il 2000 l’indice Nasdaq, che alla borsa di New York rappresenta le 100 maggiori aziende non finanziarie statunitensi – quasi tutte del settore tecnologico –, visse un momento di euforia (bolla Dot Com) poi esauritosi. Ripercorrendo oggi l’andamento storico del Nasdaq-100, dal grafico notiamo che il suo valore è di circa il 50% superiore alla quotazione massima di quegli anni di euforia.

Nasdaq-100 il 24 marzo 2000: 4.691 punti base.

Nasdaq-100 il 15 febbraio 2019: 7.055 punti base.

Su quali criptovalute conviene investire?

Non tutte le criptovalute sono un vero “affare” sul breve periodo e neppure un buon investimento a lungo termine. Noi consigliamo di partire dai crypto asset più scambiati dai mercati, quelli per i quali c’è maggiore liquidità e sono più semplici da comprare, ma anche da vendere. Meglio prediligere le coppie di trading con alti volumi di scambio giornalieri.

Segue un elenco non esaustivo ma rappresentativo delle migliori criptovalute su cui investire:

  1. investire nell’acquisto di ripple (breve – lungo periodo);
  2. comprare litecoin come investimento di lungo periodo;
  3. investire in EOS (medio periodo);
  4. Comprare bitcoin cash come investimento di: (brevissimo periodo);

Volutamente abbiamo escluso dall’elenco bitcoin ed ethereum perché ne scriviamo in dettaglio nella seconda parte della guida che inizia proprio ora.

Investire in Bitcoin

Il punto di riferimento di tutte le altcoin su cui puoi pensare di investire resta il bitcoin. Vuoi perché BTC è la prima coin della storia, o perché la sua dominanza è mediamente sopra il 50% rispetto alle altre.

Perché investire in Bitcoin (BTC)?

La coin bitcoin ha dato prova di essere la più sicura e stabile di tutte. Nonostante altri progetti più recenti sembrano poterla superare in capacità tecnologica, in realtà tutte hanno mostrato problemi tecnici, stop e ripensamenti sulle implementazioni.

Bitcoin prosegue “lento” ma inesorabile il cammino e resta, anche da questo punto di vista, il punto di riferimento per tutti gli altri progetti.

Previsioni per il futuro di Bitcoin

Centinaia di volte qualcuno ha provato a decretare il bitcoin morto, invece è vivo e nuovi servizi si aggiungono, per spedire la criptovaluta più velocemente da una persona all’altra o per offrire nuove forme di custodia.

Grandi gruppi finanziari istituiscono fondi finanziari dedicati al bitcoin (crypto hedge fund), basti citare il fondo Galaxy Digital di Mike Novogratz, o Pantera Capital di Den Morehead. In futuro dobbiamo ipotizzare fondi previdenziali in criptovaluta, e molti altri strumenti finanziari che si affiancheranno ai Bitcoin Future.

Ecco, quando vogliamo fare previsioni sul futuro di bitcoin, piuttosto che cercare di capire di quanto salirà il suo valore, è bene guardare ai nuovi strumenti che ti permetteranno di investire.

Investire nei CFD di Bitcoin

I contratti per differenza (CFD) sono un particolare strumento finanziario ampiamente utilizzato dagli investitori conosciuti col nome di trader. Grazie ai CFD non è necessario possedere direttamente bitcoin per guadagnare, essi consentono di speculare sulla differenza di prezzo tra il momento dell’acquisto e la successiva vendita del CFD. Essendo svincolati dal sottostante, i CFD si possono comprare puntando sul rialzo, ma anche sul ribasso del prezzo.

Per investire nei CFD di bitcoin è fondamentale iscriversi sulle piattaforme dei broker regolamentati, le uniche autorizzate dalle Autorità finanziarie ad emettere questo tipo di strumento finanziario. Ti consigliamo di leggere una delle nostre recensioni per scoprire le piattaforme che offrono questo strumento:

Investire in bitcoin

Investire in Ethereum

Il progetto Ethereum resta uno dei più promettenti nonostante lo sviluppo e gli upgrade al sistema richiedano spesso delle revisioni nelle tempistiche di implementazione.

La criptovaluta ETH contende il secondo posto con XRP di Ripple, ma non è tanto la sua posizione nel raking del capitale di mercato a dover spingere l’investitore a investire o meno.

Perché investire in ETH?

Se sceglierai di comprare ethereum, lo farai per guadagnare sulle variazioni di prezzo sul brevissimo periodo, lo farai perché Ethereum sarà uno dei “pezzi” fondamentali del costituente Web 3.0, lo farai perché la rappresentazione digitale di un bene fisico – come le case – troverà posto anche in una delle applicazioni decentralizzate installate sulla piattaforma.

Concludendo

Sei giunto al termine della guida investire in criptovalute, nella quale hai potuto approfondire gli aspetti principali del fare un investimento acquistando altcoin. Abbiamo presentato le prospettive e potenzialità dell’investire nelle criptomonete, ma l’apprendimento non termina qui. Per saperne ancora di più, sottoscrivi la nostra newsletter e riceverai il manuale bitcoin gratuito.

Segui, inoltre, la nostra sezione delle ultime notizie per restare aggiornato, giorno dopo giorno, sull’evoluzione della crypto economy.

Investire in Criptovalute: Domande Frequenti

Investire in criptovalute è legale?
In Italia nessuna legge vieta di investire in criptomonete. Come avviene per qualsiasi altro tipo di investimento, è necessario dichiarare i proventi generati nella dichiarazione dei redditi lasciandosi aiutare da un professionista.
Perché le criptovalute si dicono decentralizzate?
Le criptovalute sono decentralizzate perché non esiste una banca centrale emittente, è invece una rete di nodi (computer) paritari a gestire l’intero sistema. Nessuno dei nodi ha un livello gerarchico superiore, e ciò rende la criptovaluta autonoma e inarrestabile.
Qual è il minimo da investire in criptovalute?
50, 100, 500 euro o mille euro? Quanto investire per l’acquisto di criptomonete? Dipende dalle possibilità e dalle finalità. Se intendi investire facendo trading, 100 euro potrebbero non bastare. Hai intenzione di conservare la altcoin per un lungo periodo? anche 50 euro potranno fruttarti un guadagno un giorno.
Cercare notizie su Facebook prima di investire in criptovalute.
Non è consigliabile cercare notizie che riguardano le criptovalute su Facebook o in altri social media, in alcuni casi si può cadere vittima di truffe.

 

Investire in Criptovalute: guida completa
Rate this post

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.