Wemark ICO

0 Commenti

Wemark ICO

Wemark è un marketplace di contenuti digitali basato su blockchain, in particolare dedicata alle foto di fotografi professionisti.

Dettagli

Nome ICO Wemark ICO
Descrizione Wemark è un marketplace di contenuti digitali basato su blockchain, in particolare dedicata alle foto di fotografi professionisti.
URL del sito https://www.wemark.com/
Lancio di ICO 2018/07/24 00:00
Chiusura ICO 2018/08/07 00:00
Piattaforma token Ethereum ERC20
Prezzo della moneta 1 WMK = 0.2 USD
Obiettivo Raccolta Fondi 1.500.000 USD
Limite Raccolta Fondi 8.000.000 USD
Monete offerte 51,3 milioni Wemark token (WMK)

Wemark è un mercato virtuale basato su tecnologia blockchain per contenuti digitali, a partire dalle fotografie. Se ricordi la KodakCoin ICO (a proposito, ma che fine ha fatto la ICO della Kodak?), Wemark ICO fa la stessa cosa. Decentralizza il rapporto tra fotografi professionisti e clienti finali, “togliendo di mezzo” le agenzie fotografiche come Shutterstock, Getty Images, Adobe Stock.

Dove sta il vantaggio? Secondo Wemark l’85% delle revenues va alle agenzie che “esercitano il loro potere solo perché possono farlo”, affermano in Wemark. Ma la piattaforma blockchain potrà ospitare anche e-books, musica e app o giochi. A pagare tutti gli attori del sistema, il token WMK ERC20 generato sulla Ethereum network.

Vuoi saperne di più? Continua a leggere la recensione di Wemark ICO. Partiamo dalle caratteristiche.

Come funziona Wemark ICO: le caratteristiche

Come funziona Wemark ICO

Sei un fotografo professionista o semi professionista che ha centinaia o migliaia di foto da vendere, ma vorrebbe guadagnare molto di più di quello che gli danno le agenzie di foto stock. Come fare, come raggiungere i clienti a cui vendere le foto senza perdere giornate intere a promuovere qua e là nel web le foto scattate nei viaggi fotografici?

Wemark e la sua ICO hanno pensato a una piattaforma peer-to-peer dove il fotografo e il cliente finale possono avere un contatto diretto, senza intermediari. O meglio, l’intermediario è Wemark che è però una piattaforma basata su tecnologia blockchain. Significa che nessun uomo la gestisce.

Il creatore di contenuti digitali (il fotografo) riceve una proposta di vendita per le foto caricate su Wemark, questi accetta la proposta e si passa alla fase del pagamento. Il pagamento avviene attraverso il token WMK con la generazione di uno smart contract sulla blockchain Wemark (connessa alla rete Ethereum). Entrambe le parti sono garantite dal contratto intelligente. In particolare il fotografo ha la sicurezza, almeno così il progetto propone, che la sua fotografia sarà usata solo da quel cliente e non troverà decine di repliche della foto nel web. Ma soprattutto, le commissioni sulla vendita sono soltanto del 15% e, questa volta, l’85% delle revenues vanno a lui.

Dopo tanto girovagare per il mondo e tante peripezie, il tuo lavoro come fotografo si vede riconosciuto il giusto guadagno.

Video presentazione Wemark

Guarda il simpatico video di presentazione della ICO Wemark incluso proprio qui sotto per capire il meccanismo di funzionamento in poco più di un minuto.

Il sito internet è aperto alle iscrizioni dei fotografi e disponibile al caricamento delle fotografie. Vediamo cosa richiede la registrazione nel prossimo paragrafo.

Wemark è già attivo

Wemark è attivo e raccoglie 40.000 fotografie inviate da 3.000 contributori. Dalla Wemark ICO fanno sapere che hanno aderito contributori top di Shutterstock e di Getty, ma non specificano chi sono questi fotografi.

I primi contributori, gli early adopter, vengono in questo momento attratti da una promozione allettante. Essi otterranno il 100% delle royalties sulle foto vendute e per sempre. Ma poi specificano che il 100% è solo per le prime 500 fotografie caricate entro l’1 maggio 2018. Per iscriversi come fotografi e caricare le proprie foto è necessario caricare una copia del documento di riconoscimento.

Peccato la piattaforma sia limitata al caricamento di una sola foto per volta. Come si fanno a caricare centinaia di immagini?

Roadmap Wemark ICO

Prima di procedere oltre nella recensione della Wemark ICO, leggiamo i punti della roadmap disponibili sul sito web. Per quanti cercassero il white paper della Wemark ICO, dovranno farne richiesta accettando di lasciare il proprio indirizzo email: procedura insolita ma è così il whitepaper non è pubblico sul sito web https://tge.wemark.com.

Roadmap Wemark ICO:

Maggio 2017. Raccolto 1 milione di USD da venture capital negli USA e in Israele. Il team si unisce all’NFX accelerator program presso la Silicon Valley.

Settembre 2017. Apertura di una waiting list riservata ai primi contributori. Si iscrivono più di 1500 fotografi professionisti.

Gennaio 2018. Presentazione di Wemark for creators in versione alpha. I primi fotografi a inserirsi caricano 20 mila immagini.

Febbraio 2018. Formazione dell’advisory board.

Marzo 2018. Annuncio di una partnership sui contenuti con Caia image che rifornisce la piattaforma di altre 20 mila immagini di qualità premium.

Aprile 2018. Pubblicazione del whitepaper Wemark ICO e nuova veste grafica per il sito web.

Maggio 2018. La token sale Wemark parte il 7 maggio 2018 durante il Token Generation Event (TGE).

Giugno 2018. Wemark.com in versione alpha ma come marketplace pienamente funzionante, incluse le transazioni, e la distribuzione dei pagamenti.

Q3 2018. Ha inizio il ‘Wemark Pioneers’, i primi clienti selezionati provano il programma. Saranno designers e giornalisti di importanti società a testare il servizio.

Q4 2018. Aggiunta del supporto per nuovi metodi di pagamento alternativi al token Wemark: carte di credito, bonifici, bitcoin, ethereum ecc. Ovviamente questi metodi di pagamento non potranno viaggiare sulla blockchain e quindi sarà necessario scambiare le fiat e le criptovalute nel token WMK. Nello stesso periodo verrà rilasciata la versione beta di wemark.com con una interfaccia grafica migliorata e un nuovo motore di ricerca interno.

Q1 2019. Wemark supporterà nuovi tipi di contenuti multimediali digitali come video, modelli 3D, musica.

Wemark marketplace digital asset e fotografie

La struttura della ICO e come si fa a partecipare

Conosciuto in sintesi il progetto della Wemark ICO, vediamo allora la struttura della ICO e in particolare come si fa a partecipare.

Il token WMK sarà in vendita a partire dal 7 maggio, giorno in cui l’inizio della ICO sarà segnata dall’evento di generazione dei token sulla blockchain Ethereum. La token sale terminerà il 21 giugno 2018.

Il team spera di raccogliere almeno 1,5 milioni di USD per portare avanti il progetto, ma sarebbero davvero felici di “rastrellare” 8 milioni di USD dagli investitori.

1 WMK costerà 0,2 USD e solo ethereum è la criptovaluta accettata come metodo di pagamento. Per partecipare bisogna iscriversi alla whitelist e farsi riconoscere attraverso la procedura nota come KYC. E possedere, naturalmente, ETH. Qualora fossi sprovvisto di criptovaluta ether, segui la nostra guida per scoprire come comprare ethereum in sicurezza.

Come saranno distribuiti i token WMK al termine della token sale

135 milioni i token WMK generati i quali saranno così distribuiti al termine della token sale:

  • 38% destinati alla vendita durante la token sale.
  • 37,5% sarà la riserva come community rewards e economy scaling.
  • 12% agli advisors e partner della ICO.
  • 11% al team e agli impiegati che hanno lavorato al progetto.
  • 1,5% per sostenere il bounty program.

Cosa ne pensano gli ICO Rating di Wemark

ICOBench valuta con un eccellente 4.7 su 5 la Wemark ICO, ma bisogna sottolineare che il voto si basa soltanto su 5 expert ratings. Un po’ più basso il voto di ICO Marks (8,7/10), in questo caso la media è penalizzata dal domain score che ottiene solo 6/10. ICO bazaar assegna poco più di quattro stelline con un rating AA, in questo caso mancano le recensioni sulla Wemarks ICO da parte degli utenti. Infine leggiamo il giudizio di Foundico (8.4/10) penalizzato in particolare dal giudizio mediocre assegnato al team (5/10); anche qui mancano valutazioni indipendenti.

Da chi è composto il team della Wemark ICO?

Tre i fondatori di Wemark: Tai Kaish, Pavel Elkind e Roy Meirom. Tutti e tre israeliani di origine, nella loro vita si sono occupati di marketing digitale, ingegneria del software e di gestione di imprese di alto profilo.

Il team della Wemark ICO è composto da esperti Front-end e Back-end, di grafica web e marketing, oltre che da sviluppatori Full-stack. Sembrano però mancare degli esperti sviluppatori di blockchain.

Gli advisors ed investitori di Wemark

Qualche volto noto nel settore della fotografia digitale è investitore e advisor di Wemark. Tra questi troviamo Lars Perkins fondatore di Picasa e poi divenuto Google Foto; Lee Torrens di Canva; Michael C. Lesser e Keren Sachs di Shutterstock.

Dal mondo universitario arrivano il Dr. Raphael Yahalom del Massachusetts Institute of Technology e il Dr. Dov Greenbaum di Yale.

Le Venture Capital e Angel investors che credono in Wemark

Come ricordato NFX venture fund ha appoggiato il progetto accogliendo il progetto nella sua sede di Palo Alto. Ma ci sono altre società di venture capital che sostengono Wemark, come Elevator di New York e Sarona Ventures di Tel-Aviv. Tutte queste VC investono in compagnie tecnologiche che si trovano nella prima fase di sviluppo della loro iniziativa imprenditoriale.

I partners di Wemark

Le ICO hanno bisogno di partners commerciali per sostenere concretamente la campagna e principalmente lo sviluppo dell’ecosistema digitale basato su tecnologia blockchain. Wemark si avvale della collaborazione di AmaZix, GuruShots, Hosho, Wibbitz, Deloitte, Segasec, Solume, Isolas, All that Crypto, Blonde 2.0, GKH law offices, BrainerZ.

Il team di Wemark ICO

Wemark ICO e la presenza nei social network

In primo piano da segnalare la presenza di Wemark ICO su Telegram (@wemark), canale preferenziale dove risultano 1511 iscritti. Chi preferisce il microblogging trova la ICO su Twitter, il cui account ufficiale (@_wemark) è seguito da 1781 follower. Il “vecchio” Facebook accoglie i post di Wemark sulla pagina @WemarkOfficial e i suoi 6371 follower.

Wemark ha un profilo aziendale su Crunchbase, ed un blog su Medium dove leggere le ultime novità sul servizio e il progresso del progetto.

Concludendo

I prodotti digitali sono quelli che meglio potrebbero avvantaggiarsi della tecnologia blockchain. In questo caso si tratta delle fotografie, che potranno essere vendute direttamente ai clienti eliminando gli intermediari. Una buona iniziativa, ma non l’unica di questo genere. Come ricorda in apertura anche la Kodak ci sta provando. Nei prossimi mesi potremo meglio valutare la Wemark ICO. Intanto proseguiamo nel mondo dei digita asset trattando di MakerDAO.

Se invece vuoi valutare un’altra ICO, ti consiglio la lettura di Aitheon ICO dedicata alla robotica e all’intelligenza artificiale applicate nell’ambito business a 360°.

Wemark ICO
5 (1 vote)
Visita il broker

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.