52enne multato per 100mila USD per aver organizzato schema multi-livello con criptovaluta

Molti sono caduti vittima della criptovaluta “OneCoin” per le promesse di successo propinate agli utenti se avessero acquistato corsi di formazione online e si fossero procurati delle referenze

Banconota da 100 dollari appesa all’amo
L’uomo ha attirato oltre 1.180 persone a Singapore e in altre nazioni grazie alla sua attività e a quella del suo team.

Fok Fook Seng, un uomo di 52 anni residente a Singapore, è stato multato mercoledì con una multa da 100mila dollari a seguito della scoperta, da parte delle autorità locali, della promozione di uno schema di marketing multi-livello (MLM).

Una notizia pubblicata lo scorso giovedì rendeva noto che Seng è stato condannato per aver “promosso attivamente” gli schemi truffa tra gennaio 2017 e giugno 2017.

Le persone che hanno preso parte al programma hanno comprato pacchetti contenenti corsi di formazione online con token promozionali. Ai partecipanti veniva detto che questi materiali potevano essere usati per “estrarre” la presunta criptomoneta OneCoin.

I partecipanti al programma inoltre sono stati incentivati a indirizzare verso il programma altri utenti con la promessa di ricevere commissioni in cambio.

La polizia ha fatto sapere che Seng è stato “beccato” mentre organizzava diversi seminari che promuovevano il progetto, tra l’altro promosso attraverso una pagina Facebook pubblica chiamata ‘OneLife One World Team Singapore’.

La polizia ha anche fatto sapere che Seng ha partecipato ad eventi importanti in tutto il paese allo scopo di promuovere lo schema.

“A giugno 2017, a Singapore e in altri Paesi, il portfolio principale contava 1.180 membri, grazie al suo lavoro e a quello dei membri del team”, ha spiegato la polizia.

Un’altra persona, attualmente senza identità, è stata accusata dello stesso reato perché aveva promosso il progetto. Questi deve rispondere anche di un secondo reato, poiché ha costituito una società allo scopo di promuovere lo schema MLM.

Il procedimento giudiziario è ancora in corso.

Quando si tratta di opportunità d’investimento, la polizia di Singapore consiglia ai cittadini di evitare di avere a che fare con società o individui non regolamentati, poiché ciò potrebbe esporli a rischi finanziari significativi.

“Se scegliete di trattare con entità o persone non autorizzate, rinunciate alla protezione disponibile ai sensi della normativa MAS (Monetary Authority of Singapore)”, hanno enfatizzato.

La polizia ha anche ricordato alle persone che le criptovalute non hanno corso legale e non sono normate dal MAS. Pertanto non esistono salvaguardie normative per gli investimenti personali fatti nel settore.

Mentre la pandemia da nuovo coronavirus imperversa, i governi e altre autorità proseguono l’attività d’informazione riguardo la cautela da porre negli investimenti che potrebbero mettere a rischio il loro sudatissimo denaro. Si è verificato un aumento degli schemi fraudolenti e di altre truffe, in particolare nel comparto delle criptomonete. Alcune figure malintenzionate hanno saputo approfittare del panico innescato dal Covid-19 ed hanno attirato molti ignari netizen.