Ultime Notizie

La DApp Ethereum Aragon Considera la Rete Polkadot

0 Commenti

Gli sviluppatori di Aragon, una DApp sviluppata sulla blockchain di Ethereum, stanno considerando la possibilità di costruire una seconda rete sul protocollo di interoperabilità blockchain noto come Polkadot.

dapp
thodonal88 | Shutterstock

Mentre la società svizzera Aragon One AG ha sottolineato che intende ancora sostenere il lancio della rete Aragon Network sulla blockchain di Ethereum quest’anno, il co-fondatore del progetto Jorge Izquierdo ha rivelato questa settimana che potrebbero anche lanciare aragonOS, un framework per costruire smart contract, su Polkadot.

Luis Cuende, il cofondatore di Aragon ha affermato che :

“L’idea è quella di rendere la maggior parte delle transazioni aragonOS quasi gratuite e molto ottimizzate, in modo che gli utenti possano usarle [organizzazioni autonome decentralizzate] senza soluzione di continuità in modo più economico e veloce.”

Cuende ha sottolineato che l’azienda è ancora “molto rialzista nei confronti dell’Ethereum e del suo ecosistema,” aggiungendo che “in termini di Aragon Network, i piani sono ancora da implementare per l’Ethereum durante il 2019.”

L’idea di lanciare aragonOS su Polkadot è “una ricerca ancora molto precoce,” ha detto Cuende.

Infatti, arrivando al punto di aggiungere un “disclaimer speculativo” alla presentazione, Izquierdo ha evidenziato nelle sue diapositive che “la blockchain AragonOS è in una fase iniziale di ricerca.” Izquierdo ha affermato che l’esplorazione dell’Aragona di un possibile lancio di una rete Polkadot sarà parallela alla sua continua ricerca sul prossimo aggiornamento di ETH conosciuto come Serenity.

A parte queste avvertenze, l’apertura dell’Aragona alle alternative all’Ethereum è vista in alcuni angoli come un campanello d’allarme per la seconda blockchain più grande del mondo, che sta lavorando per superare le limitazioni di scalabilità.

Lo sviluppatore di Ethereum Lane Rettig ha detto che spera che il progetto di ricerca nascente “accenderà un fuoco” nella comunità di ETH per accelerare gli sforzi di scalabilità, dicendo:

“L’Aragona non ha detto che stanno migrando dall’Ethereum, solo che stanno esplorando opzioni… Ma lo considero un segnale di allarme precoce da uno dei più importanti ecosistemi di app su Ethereum, e penso che dovremmo prestare attenzione all’avviso.”

In un passo indietro, Polkadot è stato progettato per coordinare il “consenso e la consegna delle transazioni” tra le diverse blockchain, come indicato sul sito ufficiale.

Sviluppato dal co-fondatore di ethereum Gavin Wood, il protocollo è attualmente in diretta su una rete di test. Previsto per lanciare ufficialmente verso la fine di quest’anno, il progetto ha anche annunciato venerdì che stava cercando di raccogliere 60 milioni di dollari attraverso una vendita simbolica, a seguito di una precedente offerta iniziale di monete che ha raccolto 145 milioni di dollari.

Il rapido sviluppo della rete Polkadot dalla sua nascita nel 2016 è visto da alcuni sviluppatori di ETH come “un segnale di allarme precoce …. che l’Ethereum rischia di perdere il suo vantaggio,” ha detto Rettig su Twitter,

Questo sentimento è anche ripreso in un precedente forum di Reddit “Ask Me Anything” sulla roadmap di scalatura di Ethereum. La domanda più rilevante per il team di ricerca e sviluppo su Serenity – chiamato anche Ethereum 2.0 – è stata questa:

“Il team di Polkadot ha dichiarato che la blockchain potrebbe essere lanciata entro la fine dell’anno. Perché le persone dovrebbero preoccuparsi di andare al Beacon o di aspettare la sua completa frammentazione quando possono semplicemente andare alla blockchain Parity o da qualche altra parte?

Altri sviluppatori come Afri Schoedon – release manager per l’ETH client Parity – sono meno convinti che ci sia un bisogno di preoccupazione o preoccupazione da parte della comunità di Ethereum al momento.

“Alla fine, vedremo come gli sviluppatori di applicazioni abbracciano la rete Polkadot [una volta lanciata],” ha detto Schoedon in un’intervista. “Attualmente, Ethereum ha di gran lunga il maggior numero di ingegneri, ma questo può cambiare in qualsiasi momento con la disponibilità di nuovi strumenti in futuro.”

D’altra parte, il team di Polkadot – supervisionato da Parity Technologies e dalla Web3 Foundation – è convinto che la loro tecnologia non vuole essere un concorrente per l’ETH.

Jack Platts, direttore delle comunicazioni della Web3 Foundation, ha detto che il protocollo dovrebbe essere visto come “complementare” ad Ethereum. Ha aggiunto:

Blockchain interoperabili

“Noi della Web3 Foundation pensiamo che queste blockchain siano interoperabili e che ci siano molte più blockchain in futuro di quante ce ne siano state in passato.”

Aggiungendo che l’organizzazione sta “scommettendo su questo universo multi-blockchain,” Platt ha sottolineato che una delle attuali iniziative della Web3 Foundation stava finanziando “lo sviluppo di tecnologie compatibili con l’Ethereum.”

A tal fine, la fondazione ha annunciato martedì il primo beneficiario del suo programma di sovvenzioni – ChainSafe Systems – che, insieme alla costruzione di un client Ethereum 2.0 completamente sviluppato, dovrebbe ora sviluppare una parte dell’ambiente Polkadot nel linguaggio di programmazione Golang.

Aidan Hyman, CEO di ChainSafe Systems, ha affermato che: “Quello che generalmente facciamo per i nostri clienti è implementare sidechains e poi collegare questi sidechains alla rete principale di Ethereum. Ciò che Polkadot fa è costruire un futuro in cui siamo in grado di farlo in modo molto più ottimizzato, dove siamo in grado di utilizzare la tecnologia che è stata costruita per fare le cose che facciamo ogni giorno.”

Ha aggiunto:

“Sono personalmente – al di là di questa sovvenzione – estremamente eccitato all’idea di vedere cosa Polkadot porterà nel futuro della blockchain.”

La DApp Ethereum Aragon Considera la Rete Polkadot
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.