Home > News > Barclays vieta ai clienti del Regno Unito di trasferire fondi su Binance

Barclays vieta ai clienti del Regno Unito di trasferire fondi su Binance

I clienti della banca britannica Barclays non possono più trasferire fondi verso lo scambio di criptovalute Binance, la banca sostiene che così protegge i fondi dei suoi clienti.

La banca Barclays ha comunicato che i suoi clienti britannici non possono più alimentare i rispettivi conti su Binance usando carte di credito o di debito fino a nuovo avviso. La banca sostiene di voler proteggere le finanze dei suoi clienti allineandosi alle direttive della Financial Conduct Authority (FCA).

La banca londinese ha scritto: “È nostra responsabilità aiutarti a proteggere il tuo denaro. Con questo presupposto, abbiamo deciso di fermare i trasferimenti effettuati con carta di credito/debito verso Binance fino a nuovo avviso per aiutarti a tenere il tuo denaro al sicuro”.

L’annuncio di Barclays giunge appena due settimane dopo la comunicazione della FCA che informava del fatto che Binance Markets Limited non è autorizzata a condurre operazioni con le criptovalute nel Regno Unito. Il regolatore ha scritto: “Nessuna società del gruppo Binance possiede alcuna forma di autorizzazione, registrazione o licenza per condurre un’attività regolamentata nel Regno Unito. Il gruppo Binance sembra offrire ai clienti del Regno Unito una gamma di prodotti e servizi attraverso il sito web Binance.com”.

Un portavoce di Binance si è espresso contro la decisione presa dalla Barclays. Secondo il portavoce l’avviso della FCA si applica solo a Binance Markets Limited, o BML, la quale è una società legalmente separata dall’exchange globale centrale della società che opera tramite Binance.com.

Il portavoce ha riferito: “Siamo delusi dall’azione unilaterale intrapresa da Barclays che appare essere una interpretazione imprecisa dei fatti“. Binance si è detta aperta al dialogo con Barclays per discutere la situazione attuale.

Lo scambio di criptovalute ha riferito che prende molto seriamente i suoi obblighi di conformità e per questo non farà venir meno il suo impegno collaborativo con i regolatori per progettare e modellare le politiche che proteggono i consumatori, incoraggiano l’innovazione e fanno avanzare l’industria delle criptovalute.

Nelle ultime settimane Binance è sotto pressione a causa di problemi normativi in varie giurisdizioni. Oltre ai problemi nel Regno Unito, Binance ha dovuto sospendere l’attività in Ontario. La Thailandia Securities and Exchange Commission (SEC) ha invece presentato una denuncia penale contro Binance per attività non registrate.

La Cayman Islands Monetary Authority (CIMA) ha di recente affermato che Binance non ha una licenza per offrire servizi legati alle criptovalute.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.