Binance e altri 2 crypto exchange hanno chiesto licenza in Singapore

Le autorità locali in Singapore di recente hanno promulgato nuove leggi per le criptovalute. Il grande exchange Binance e altri due come lui vorrebbero ora ottenere una licenza nella città stato.

La nuova legge in Singapore

Il Payment service act 2019 gestisce l’uso delle criptovalute in Singapore. L’Autorità monetaria di Singapore ha reso operativa questa legge a partire dal mese di gennaio 2020 ed essa regola il trading con le criptovalute e i pagamenti digitali nella città stato.

La nuova legge ha introdotto tre tipi di licenze con le criptovalute. La prima tipologia di licenza riguarda i pagamenti standard. Le altre sono licenze per i servizi di scambio e la licenza principale per gli istituti di pagamento.

Il quadro normativo adottato è flessibile e lungimirante secondo Loo Siew Lee, il vice direttore dell’Autorità monetaria di Singapore.

Le società che vogliono fare affari con le criptovalute in Singapore avranno bisogno di adeguarsi anche alle altre leggi già presenti, ovvero con il Financial Adivisers Act e il Trust Companies Act.

Gli exchange che avrebbero chiesto la licenza

In un articolo Bloomberg riferisce che almeno tre exchange avrebbero chiesto di ottenere la licenza e Binance sarebbe uno di questi, che come noto è una delle più grandi società del mondo crypto.

Gli altri due exchange che avrebbero richiesto una licenza sarebbero Liquid e Luno. Liquid è ubicata in Giappone e Luno ha la sua sede principale a Londra. Mike Kayamori, CEO di Liquid, ha detto che accolgono la nuova legge “a braccia aperte”.

iSTOX ha già ottenuto due licenze in Singapore. Questa piattaforma di tokenizzazione dovrebbe avviare l’operatività a breve.

Di più su Binance

Binance risulta tra i più grandi e importanti crypto exchange del pianeta. Hanno sede in Malta, ma hanno altri uffici sparsi in Asia.

Changpeng Zhao è il CEO di Binance. Di recente egli ha parlato di Singapore e del processo per ottenere la licenza. Zhao ha detto che essi hanno fatto richiesta molto velocemente. CZ ha inoltre detto che le regole in Singapore “sono realizzate con una mentalità aperta”.

Il futuro delle criptovalute si definisce

Queste nuove normative fanno parte di una attività crescente globalmente. Mentre alcune nazioni hanno vietato l’uso delle monete digitali, altre hanno preferito creare delle norme apposite per trarre vantaggio da esse.

Il futuro delle criptovalute viene definito proprio in questi momenti. Possiamo vedere questo con la licenza del Giappone ad esempio. C’è all’orizzonte poi la possibilità che nasca la rupia digitale. Per gli investitori, quindi, ci sono tante cose da prendere in considerazione.

Il rilascio di crypto licenze in Singapore contribuirà a garantire che più persone possano scambiare criptomonete, soprattutto potranno farlo in modo più sicuro e con fiducia.