Ultime Notizie

Binance: Dopo l’ira degli utenti, riprende il trading

0 Commenti

Binance ha negato di esser stato preda di eventuali hack. È a causa di un aggiornamento del sistema che sono stati sospesi il trading ed i ritiri di fondi in uno dei più grandi crypto exchange al mondo. In questo articolo verranno riportati tutte le cause e gli avvenimenti a riguardo della sospensione del trading così come saranno spiegate le probabili conseguenze.

binance

Problemi critici nel sistema sono la causa della sospensione dellle operazioni

La gravità dei problemi relativi al sistema dell’exchange, con sede a Hong Kong, è emersa per la prima volta giovedì alle 2:20 del mattino. In un annuncio ufficiale è stato riferito ai trader che “a causa di un aumento significativo degli utenti e dell’attività di trading, Binance dovrà estendere il periodo di aggiornamento del sistema” che è iniziato ore prima.

Gli utenti sono stati informati che ci si aspettava che il lavoro sarebbe stato completato entro le 15.00 GMT+1. E’ stato anche detto che “i ritiri e il trading durante questo periodo rimarranno sospesi”. Tuttavia, entro le ore 14:07 del pomeriggio GMT+1, Binance è stato costretto a rinviare significativamente i programmi di ripresa del trading fino alle 5:00 GMT+1 di venerdì.

Secondo le dichiarazioni “Nessun dato verrà perso”

Zhao Changpeng, amministratore delegato, ha detto su Twitter che Binance aveva subito le conseguenze di un problema al server sul proprio cluster del database replica, ciò ha fatto sì che alcuni dati non sono stati sincronizzati correttamente, il che ha creato la necessità che il database venga “completamente risincronizzato dal database master”. Ha poi aggiunto che “nessun dato verrà perso”.

Zha ha risposto così ad un utente che su Twitter ha chiesto conferma del fatto che l’exchange non è stato vittima di un attacco informatico:

“. . . non siamo caduti vittima di hack. E’ solo che lavorare con grandi quantità di dati richiede tempo.”

Le reazioni dell’opinione pubblica e degli utenti

La sospensione del trading, di uno degli exchange più grandi del mondo, è avvenuta dopo che l’exchange giapponese Coincheck ha subito una hack da $500m alla fine dello scorso mese. Un periodo di tensione, insomma, di conseguenza i problemi di Binance hanno scatenato un mix di critiche, preoccupazioni e supporto da parte degli utenti di Twitter.

“Questo è folle! 24 ore di sospensione sono assolutamente inaccettabili!”

Ha twettato un utente.

Ma un altro ha giustamente affermato che:

“Le difficoltà tecniche ed i guasti succedono, soprattutto per gli exchange più grandi e responsabili. E’ la vita e tutti noi abbiamo preso parte a questo rischio volontariamente.”

Il signor Zhao ha dichiarato su Twitter:

“Abbiamo ancora molto da migliorare. Stiamo assumendo.”

Conclusione

Le criptovalute hanno iniziato la ripresa negli ultimi giorni dopo una aggressiva caduta. Bitcoin, la moneta più coinvolta nel trading, è aumentata del 12,8% sull’exchange Bitstamp, arrivando a 8.569$, nonostante solo all’inizio di questa settimava venisse venduto a  soli 5.920,72$.
In questo mercato tanto entusiasta, Binance, come altri exchange di criptovalute, sta crescendo rapidamente. A metà gennaio il signor Zhao ha detto a Bloomberg Television che l’exchange cresceva di “un paio di milioni” di utenti ogni settimana. In una situazione di tanto rapida crescita ed evoluzione sono da aspettarsi simili incidenti.
In ogni caso, Binance ha ragito in maniera responsabile consentendo di annullare gli ordini alla propria utenza ed informando in diretta a riguardo degli avvenimenti. Certo, la cosa sicuramente è costata soldi a molti trader, ma sono cose da aspettarsi in questo settore che ancora deve maturare. Secondo molti la soluzione potrebbe essere utilizzare exchange decentralizzati come bitshares o il DEX di Waves.

In ogni caso, il trading è stato ripreso ed il 70% di sconto sulle tasse di transazione è stato offerto agli utenti fino a mezzanotte del 24 febbraio. Questo sconto è stato proposto come “un ringraziamento per il supporto durante questo temporaneo periodo di aggiornamento”. Quindi l’exchange è sicuramente da considerarsi una valida opzione per chi volesse iniziare ad investire in criprovalute.

Binance: Dopo l’ira degli utenti, riprende il trading
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.