Bitcoin Ultime Notizie

Il Leader dell’Opposizione Russa Ricevce in Donazione Oltre 591 BTC

0 Comments

Il Bitcoin è diventato un’importante fonte di finanziamento per uno dei principali dissidenti politici russi, ricevendo in donazione oltre 591 Bitcoin.

russia
Shutterstock | Mc_Cloud

Alexei Navalny, un politico ritenuto da molti il principale oppositore del presidente Vladimir Putin, ha raccolto più di 591 BTC in donazioni negli ultimi tre anni, per un valore di circa 3 milioni di dollari a prezzi correnti, come dimostrano i dati della blockchain pubblica.

Le donazioni sono diventate un punto focale questa settimana, quando una rete televisiva pro-Putin ha messo in discussione le loro tempistiche.

Il centro investigativo di Navalny, la Anti-Corruption Foundation (FBK), pubblica regolarmente esposizioni di funzionari governativi, tra cui il primo ministro Dimitri Medvedev e il procuratore generale Yuri Chaika.

Lunedì scorso, un canale anonimo di Telegram, “FBK Staffer’s Confession“, ha notato che il portafoglio dell’organizzazione Navalny ha ricevuto diverse grandi donazioni pochi giorni prima che FBK pubblicasse una di queste indagini, insinuando che si trattasse di un articolo pagato. L’affermazione è stata oggetto dei media russi, tra cui il pro-Putin Tsargrad TV.

Il capo dello staff di FBK Leonid Volkov ha negato alcun collegamento tra le donazioni e le sue investigazioni nella sua corrispondenza con il notiziario russo Znak, affermando che le accuse sono prive di alcun fondamento.

Finanziamenti ad altri dissidenti

Il portafoglio di Navalny (3QzYvaRFY6bakFBW4YBRrzmwzTnfZcaA6E, elencato nella pagina delle donazioni del suo sito web) ha ricevuto il suo primo Bitcoin nel dicembre 2016 e da allora ha visto più di 2.000 transazioni, compresi i prelievi, secondo i dati della blockchain.

La maggior parte delle transazioni è valsa da una frazione di un Bitcoin a diversi Bitcoin. Di tanto in tanto si sono verificate transazioni di dimensioni maggiori, che hanno portato a 20 BTC contemporaneamente.

Tuttavia, il movimento politico di Navalny, che accetta anche donazioni tramite bonifici bancari e PayPal, non è l’unica voce dissenziente in Russia ad accettare donazioni in criptovalute.

Gli uffici investigativi come Zona.Media e The Insider, così come il movimento per la libertà su internet Roskomsvoboda, accettano donazioni in Bitcoin o Ether. Tuttavia, i loro portafogli hanno accumulato solo piccole quantità di criptovalute, non più di 2 BTC ciascuno.

Criptovalute e Governo russo

Tuttavia non solo i dissidenti russi hanno a che fare con le criptovalute.

Infatti, come scritto in un articolo del 26 maggio 2018, due istituzioni finanziarie russe si preparano a testare una nuova piattaforma di regolamentazione. Questa è stata creata con la speranza di rendere gli ICO più sicuri e trasparenti.

Nel dettaglio, il Depositario nazionale di regolamento (NSD) e la Sberbank CIB collauderanno una nuova piattaforma di regolamentazione creata dalla banca centrale russa. Le attività principali di entrambe le banche comprendono la gestione patrimoniale e l’investment banking. La piattaforma proposta esaminerà la fornitura e la distribuzione degli ICO per renderli più sicuri e trasparenti per i clienti e gli investitori della banca.

Il Leader dell’Opposizione Russa Ricevce in Donazione Oltre 591 BTC
5 (1 vote[s])

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.