Ultime Notizie

Bitfinex coinvolto con i cartelli della droga colombiani?

0 Comments

Emerge la notizia del sequestro di 400 milioni di euro da un conto che si suppone sia affiliato all’exchange Bitfinex. Questo presso la Banca Cooperativa di Skierniewice, in Polonia. L’indagine è presumibilmente legata alle operazioni del cartello colombiano della droga, un comunicato stampa locale ha riferito il 6 aprile. La relazione non è ancora stata ufficialmente confermata o smentita da Bitfinex.

bitfinex

L’accaduto

I fondi confiscati corrisponderebbero alla frode di 400.000 euro dal ministero belga degli Affari esteri. Questa frode è avvenuta durante la costruzione di una sua ambasciata nella Repubblica democratica del Congo. È questo il conto che si presuppone sia legato a Bitfinex. Alla fine del 2017, i documenti pubblicati online sembravano indicare che Bitfinex dirigeva i suoi clienti su un conto presso la Banca Cooperativa di Skierniewice, come ha riferito Bloomberg.

I dettagli

Il portale tvp.info ha ottenuto i dettagli dell’indagine, che ha permesso di sequestrare i beni della presupposta criminalità organizzata. Tutto è cominciato con la costruzione dell’ambasciata belga nella Repubblica democratica del Congo. Il ministero belga degli Affari esteri ha scelto il contraente e doveva trasferire il denaro sul conto della società. A questo punto alcuni truffatori hanno impersonato l’azienda e inviato il numero di conto della società che controllavano ai belgi. Il Ministero degli Affari Esteri Belga, così, ha pagato oltre 400.000 euro ai criminali.

Quando il ministero belga degli Affari esteri si è reso conto di essere stato vittima di una truffa, il caso è stato trattato dalle forze dell’ordine locali e dall’Interpol. È risultato che il conto utilizzato dai truffatori apparteneva alla società M. registrata nelle vicinanze di Pruszków. I risultati di tvp.info mostrano che il suo presidente è un canadese di origine panamense.

Mentre controllavano i collegamenti dell’azienda, gli investigatori trovarono un’altra azienda, C. Questa era guidata da un uomo di cittadinanza colombiana e panamense. Questa società, a sua volta, era associata a Bitfinex. Entrambe le società avevano depositato più di 270 milioni di PLN sui loro conti.

Presupposto denaro ottenuto grazie al narcotraffico

Le informazioni del portale tvp.info mostrano che entrambi gli indagati, che stavano indirizzando le società pole a riciclare “denaro sporco”, sono sfuggiti alla detenzione. Gli informatori del portale sostengono di avere legami con i cartelli colombiani della droga.

Esaminando con attenzione i flussi finanziari che li uniscono. Sappiamo già che essi costituivano serie molto più ampia di società collegate. L’entità delle operazioni finanziarie indica che tali conti, secondo tvp.info, erano destinate a riciclare il denaro ottenuto con il commercio di cocain in Europa. Le imprese sono state anche utilizzate per frodi su larga scala. I criminali hanno nascosto le loro operazioni, anche per mezzo di cambio del proprio denaro in criptovalute, afferma l’interlocutore tvp.info.

Gli investigatori hanno raggiunto anche altre società che hanno collaborato con M. e C. Di conseguenza, all’inizio di marzo l’ufficio del pubblico ministero ha ottenuto dal conto di una di queste società l’equivalente di oltre 9,5 milioni di PLN in EUR e GBP e altri 20 milioni di USD come prova del reato.

“Il denaro probabilmente proviene dal traffico internazionale di droga e, tra le altre cose, da frodi gigantesche. I soldi sono stati depositati presso una succursale di una delle banche in conti di due società registrate in Polonia”, ha informato l’ufficio del procuratore nazionale.

Gli investigatori hanno riscontrato che entrambe le società non avevano alcuna attività economica reale. Sono stati create esclusivamente per rendere disponibili i loro conti bancari per operazioni finanziarie internazionali a fini criminali. Il sequestro di denaro da questi conti è stato possibile grazie alla modifica della legge sulla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo del 23 marzo 2017, elaborata dal ministero della Giustizia”, ha spiegato il procuratore generale aggiunto Beata Marczak.

Conseguenze per il mercato e per gli utenti

Sul forum polacco Bitcoin.pl, un utente Bitfinex ha dichiarato di essere stato interrogato dalla polizia polacca la scorsa settimana.

Ha dichiarato:

“Ho rilasciato dichiarazioni come testimone riguardo al caso di Crypto sp z o.o. perché mi hanno inviato denaro da Bitfinex e i loro conti sono stati bloccati.”

Non sono state ancora presentate accuse, in quanto i procuratori polacchi sono in attesa della cooperazione di Europol e Interpol.

Bitfinex coinvolta nell’ennesimo scandalo

Ci sono state molte polemiche a riguardo di Bitfinex e sulla consociata Tether. Queste a dicembre hanno ricevuto mandati di comparizione dalle autorità di regolamentazione statunitensi per motivi non rivelati. Nel 2017, la Wells Fargo & Co. avrebbe rifiutato di continuare ad operare come banca corrispondente per la Bitfinex e la società sorella Tether. Bitfinex ha quindi citato una causa che è stata rapidamente abbandonata.

Il blogger Bitfinex’ed ha ripetutamente pubblicato le sue preoccupazioni circa la mancanza di trasparenza che circonda i conti bancari dell’exchange. Questo ha portato Bitfinex a minacciare di perseguire azioni legali contro di lui. Sono inoltre emerse speculazioni sul fatto che Tether gestisca una riserva frazionaria e copra il suo deficit di riserva in complicità con Bitfinex. I sospetti si sono ulteriormente aggravati quando Tether ha presumibilmente sciolto il suo rapporto con un auditor terzo.

Le accuse nei confronti di tether

Come da noi già citato, Tether, e di conseguenza Bitfinex sono state accusate di manipolazione del mercato:

“Nel solo mese di gennaio, il numero di token USDT immessi sul mercato è stato di 850 milioni.

Il rapido aumento del numero di token sul mercato ha coinciso con un record nella crescita del Bitcoin e di altre criptovalute a dicembre e all’inizio di gennaio. Quindi molti sono dell’idea che crollo improvviso dell’azienda potrebbe avere un impatto devastante sul mercato.

Il 24 gennaio, un sito web con il nome di tetherreport.com ha sostenuto che la moneta digitale era responsabile per il 48,8% della crescita del prezzo del Bitcoin nel 2017. Gli autori, che rimangono anonimi, hanno concluso che più Tether vengono creati quando il prezzo del Bitcoin scende. D’altra parte, c’è chi crede che il collasso della società avrebbe l’impatto opposto. Proprio come ha sostenuto il mercato, Tether potrebbe anche essere responsabile di una correzione dei prezzi del 30-80%, affermano gli autori.”

tether

Coincidenze sospette

“Gli investitori hanno recentemente appreso che Tether è gestito dallo stesso CEO di Bitfinex, una delle più grandi borse di criptovalute al mondo. Come Tether, anche Bitfinex è stato adocchiato dai regolatori statunitensi nel mese di dicembre. Il fatto che entrambe le società siano gestite dalla stessa direzione ha suscitato sospetti di collusione nel sostenere il mercato delle criptovalute.

Alcuni analisti citati dalla CNBC hanno sostenuto che negli ultimi mesi un numero crescente di USDT è stato trasferito al exchange Bitfinex. Ciò potrebbe occultare i difetti di solvibilità del’exchange.

Bitfinex è il quinto più grande exchange di criptovalute in base al volume di mercato. Secondo CoinMarketCap, la piattaforma ha trattato quasi 430 milioni di dollari in transazioni Bitcoin. Ha anche facilitato l’acquisto e la vendita di 194 milioni di dollari in Ethereum.

Al momento della stesura di questo articolo, la quantità totale di token USDT in circolazione era di 2,217,140,814. Ogni token ha un prezzo di $1.00, dando alla criptovaluta un capitale di mercato totale di oltre $2,2 miliardi.”

Conclusione

Fino alla risoluzione di queste controversie è consigliabile non avere fondi né in Tether né nell’exchange Bitfinex. Certo, Tether resta ancora un ottimo strumento per l’arbitraggio o lo spostamento di fondi da un exchange all’altro. Ma la cautela suggerisce di non tenere alcun fondo in tether o Bitfinex a lungo termine per il momento.

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.