Ultime Notizie

BitTorrent Lancia il Proprio Token su Tron

0 Commenti

BitTorrent, pioniere della tecnologia peer-to-peer per la condivisione di file su Internet, sta creando il proprio token.

tron

Pubblicato dalla BitTorrent Foundation di Singapore, il nuovo BitTorrent Token (BTT) sarà ospitato dalla blockchain sviluppata da Tron, che ha acquisito BitTorrent nel giugno dello scorso anno. La società di software di file-sharing dichiara di avere 100 milioni di utenti.

Justin Sun, fondatore di Tron e CEO di BitTorrent, ha dichiarato in un comunicato stampa:

“Per mezzo di un passo importante, possiamo introdurre alla blockchain centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo e dotare una nuova generazione di creatori di contenuti di strumenti i quali consentono la distribuzione dei loro contenuti direttamente ad altri utenti sul web.”

Il piano di emissione del token segue l’annuncio del progetto Atlas, che BitTorrent ha rivelato alla fine di agosto. Project Atlas è una nuova iterazione del software P2P. Questo sistema permette agli utenti di spendere e guadagnare token condividendo file.

Come spiega Justin Sun, il fondatore di Tron,  in un video YouTube, l’utente non ha alcun incentivo per continuare ad offire un file alla rete una volta terminato il download nel sistema odierno.

Con il BTT, gli utenti possono pagare qualcuno in possesso del file per riceverlo o pagare per una maggiore larghezza di banda, in modo che il download sia più veloce. Con la prospettiva del pagamento, gli host dei file hanno un incentivo a mantenere più file disponibili sulla rete, rendendo più probabile che un determinato utente sarà in grado di scaricare i dati desiderati più velocemente.

Un portavoce di Tron ha confermato che l’azienda non applicherà commissioni a queste transazioni.

BTT sarà un token conforme allo standard TRC-10, simile allo standard ERC-20 di Ethereum. Secondo il white paper del token, esisteranno in totale totale di 990 miliardi di BTT.

I BTT saranno disponibili per i conti non statunitensi attraverso Binance Launchpad, un servizio di quotazione per gli imprenditori che cercano di raccogliere fondi attraverso la vendita di token. Questi token saranno distribuiti anche attraverso airdrop, i quali cerranno annunciati per mezzo del profilo Twitter di Sun.

Come Coinlist ha già riferito quanto le prime voci a riguardo del token in questione, gli utenti erano preoccupati sui cambiamenti i quali questo potrebbe portare all’interno dell’ecosistema. In particolare si propagava la paura che questo sistema avrebbe impedito o reso meno pratico l’utilizzo gratuito del protocollo

L’azienda dice che Project Atlas sarà compatibile con le versioni precedenti. In altre parole, gli utenti che non vogliono spendere o guadagnare BTT saranno ancora in grado di condividere e scaricare file con coloro che scelgono di utilizzare il nuovo sistema. Il token funzionerà prima attraverso il client classico µTorrent Classic basato su Windows, che gode del maggior numero di utenti.

Maggiori dettagli su Tron e Project Atlas saranno rivelati in occasione di un summit che Tron ospiterà nel corso di questo mese a San Francisco.

BitTorrent Lancia il Proprio Token su Tron
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.