Home > News > Blockchain aiuterà a combattere la contraffazione dello Scotch whisky

Blockchain aiuterà a combattere la contraffazione dello Scotch whisky

Everledger e SUERC stanno lavorando insieme per analizzare i whisky e fornire chiusure anti-manomissione delle bottiglie

Negli ultimi anni c’è stato un crescente interesse per i rari whisky vintage, che nel 2019 hanno raccolto un totale di 57,7 milioni di sterline di vendite. Tuttavia, si stima che fino al 40% di quelli in circolazione potrebbero essere falsi, secondo una ricerca dello Scottish Universities Environment Research Centre (SUERC) dell’Università di Glasgow. Ora, la tecnologia blockchain potrebbe aiutare a combattere questo problema.

La società per la trasparenza digitale Everledger ha annunciato venerdì di aver firmato un memorandum d’intesa con SUERC per contrastare la contraffazione nell’industria del whisky scozzese. La tecnologia proprietaria di SUERC verrà utilizzata per analizzare il contenuto delle bottiglie ed autenticarne la provenienza. Le bottiglie saranno quindi protette con chiusure intelligenti anti-manomissione Everledger e connesse alla blockchain, utilizzando i tag Near Field Communication (NFC).

Con un accesso senza precedenti a whisky rari, i ricercatori SUERC hanno sviluppato un sistema che utilizza la datazione al radiocarbonio per individuare quando un whisky è stato distillato entro un paio d’anni. Poiché i loro clienti volevano anche proteggersi dalla manomissione di una bottiglia dopo che era stata datata, SUERC ha scelto di utilizzare i tappi di bottiglia intelligenti e la piattaforma blockchain di Everledger.

Dopo il processo di datazione, un’etichetta di rilevamento manomissione alimentata da NFC viene aggiunta al tappo della bottiglia e al whisky viene assegnata un’identità digitale unica. Questo viene memorizzato sulla blockchain insieme ai dati futuri della catena di custodia, il che significa che la provenienza di una bottiglia e il suo viaggio di una vita possono essere visualizzati con il semplice tocco di uno smartphone.

Oltre al vino e agli alcolici, la piattaforma Everledger ha migliorato la trasparenza nei settori dei diamanti, delle pietre preziose e dell’abbigliamento di lusso. L’amministratore delegato di Everledger Leanne Kemp ha commentato: “Che si tratti di whisky pregiati o pietre preziose, l’autenticità e il retroscena possono essere importanti quanto l’oggetto stesso. … Offrendo una soluzione completa che include le chiusure intelligenti delle bottiglie e la piattaforma Everledger, stiamo aiutando artisti del calibro di SUERC a migliorare ulteriormente il lavoro vitale che svolgono. ”

Questa notizia sembra far parte di una tendenza in crescita: all’inizio di questo mese IBM Blockchain ha collaborato con eProvenance per ottimizzare la filiera del vino. Inoltre, a ottobre VeChain ha collaborato con Ubique Tag per migliorare la tracciabilità degli spiriti cinesi integrando blockchain e tecnologia Internet of Things: i dati sulla produzione, la distribuzione e altre parti importanti del ciclo di vita del prodotto vengono registrati sulla Blockchain VeChainThor e i consumatori possono visualizzarli scansionando un codice QR. Insieme, questi progetti aumentano la fiducia dei clienti nel vino e negli alcolici e aiuteranno a raggiungere la crescita nel settore.

Etichette: