Home > News > Brasile annuncia una IPO per dare vita a una banca digitale

Brasile annuncia una IPO per dare vita a una banca digitale

21 October, 2020 By Lacie-Mae Durham

Il Ministro dell’economia ha anche annunciato che il Brasile lavora al suo ingresso nell’OCSE per aprirsi agli investitori stranieri

Pablo Guedes, il ministro dell’Economia brasiliana, in un evento online ha rivelato che il paese valuta il suo ingresso nell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD). Il governo brasiliano pianifica anche l’avvio di una Offerta pubblica di acquisto (IPO) per la vendita di azioni della Caixa Econômica Federal, che di recente ha creato una banca digitale.

Il Caixa Econômica Federal ha creato una banca digitale durante la pandemia per aiutare il governo a connettersi con i brasiliani a cui ha inviato 64 milioni di aiuti finanziari.

Guedes ha presentato le iniziative durante la conferenza globale del Milken Institute, in cui ha dichiarato che la Banca Centrale lavora su iniziative per attirare nuovi investitori verso il Brasile. Ha parlato della banca digitale creata da Caixa Econômica Federal, che secondo i piani dovrebbe essere privatizzata.

Guedes ha anche detto che il Ministero dell’economia lavora con la Banca centrale su un meccanismo per offrire opzioni di copertura in valuta straniera.

“Credo che dobbiamo avere un meccanismo speciale, perché è molto difficile per chi viene qui e vuol investire a 10 anni sulle infrastrutture ferroviarie o sulle water station. Vuole guadagnare oltre il 10% in dollari, oltre il 12%, o oltre l’8%, e poi nell’ultima settimana fa una corsa folle per un motivo politico o per un altro motivo e poi perde i suoi soldi”, ha spiegato.

Il governo lavora anche alla modernizzazione del quadro normativo, che è emersa come una esigenza per gli investitori stranieri.

In questa pandemia il governo ha speso una grande quantità di fondi per combattere gli effetti economici della Covid-19. La maggior parte di questo sostegno finanziario è stata indirizzata verso i brasiliani con redditi bassi, in questo la Caixa ha svolto un ruolo centrale identificando i beneficiari e pagando i sostegni economici.

Guedes ha dichiarato che questa iniziativa ha dato vita a una banca digitale con 64 milioni di utenti, aprendo delle opportunità di mercato.

“Abbiamo digitalizzato 64 milioni di persone. Quanto vale una banca con 64 milioni di persone? Persone a basso reddito, ma persone che sono state (registrate in banca) per la prima volta, quindi saranno fedeli per il resto della loro vita”, ha spiegato Guedes.

Guedes ha anche reso noto che la banca centrale lavora ad un modo per ridurre i rischi d’investimento per gli investitori stranieri.

Secondo Guedes il Brasile ha già elaborato due terzi dei requisiti che devono soddisfare per essere accettati nell’OCSE. Si aspetta che il Paese entri a far parte dell’organizzazione entro un anno.

Tags: