L’exchange Cboe ritira la proposta per VanEck-SolidX Bitcoin ETF

L’exchange Cboe BZX ha ritirato una proposta di modifica delle regole che, se approvata, spianerebbe la strada ad un Bitcoin exchange-traded (ETF) sostenuto da VanEck e SolidX.

CBOE coins
Piotr Swat | Shutterstock

In un avviso pubblicato mercoledì, il vice segretario della Securities and Exchange Commission (SEC) Eduardo Aleman ha scritto che il Cboe BZX Exchange aveva tirato il suo cambiamento di regola proposto, che gli avrebbe permesso di elencare le azioni del VanEck SolidX Bitcoin Trust se approvato. Lo scambio ha depositato il suo ritiro il 22 gennaio.

La proposta è stata presentata lo scorso giugno, quando VanEck, una società di investimento, ha collaborato con il fornitore di servizi finanziari SolidX per fornire al mercato un Bitcoin ETF con supporto fisico. Altre proposte di questo tipo hanno fatto affidamento su futuri contratti Bitcoin, piuttosto che sul prezzo della stessa criptovaluta.

La SEC ha ritardato più volte qualsiasi decisione sulla proposta, chiedendo commenti pubblici e organizzando incontri con i sostenitori. Il regolatore ha dovuto affrontare un termine ultimo per la decisione finale il 27 febbraio.

Mentre l’avviso stesso non forniva una ragione per il ritiro, alcuni avvocati hanno ipotizzato che la chiusura del governo in corso avrebbe portato al rifiuto dell’ETF, in quanto nessun membro del personale della SEC è in grado di rivedere la proposta di modifica della norma.

Dichiarazioni della VanEck

In un email, il direttore di VanEck della strategia di asset digitali Gabor Gurbacs ha detto che il deposito “è stato temporaneamente ritirato.”

“Stiamo lavorando attivamente con i regolatori e i principali partecipanti al mercato per costruire strutture di mercato appropriate per un Bitcoin ETF e per i beni digitali in generale,” ha detto.

Il CEO di VanEck Jan van Eck ha detto alla CNBC mercoledì scorso che la proposta era stata ritirata e sarebbe stata presentata in un secondo momento a seguito delle continue discussioni con la SEC. Eppure questi colloqui sono stati essenzialmente sospesi a causa dell’attuale chiusura parziale del governo negli Stati Uniti.

“Eravamo impegnati in discussioni con la SEC sulle questioni relative al Bitcoin, la custodia, la manipolazione del mercato, i prezzi che hanno dovuto interrompersi. E così, invece di tentare di scivolare attraverso o qualcosa del genere, abbiamo appena avuto l’applicazione tirato e ci sarà ri-archiviazione quando la SEC si rimette in moto”, ha detto van Eck alla rete.

In una precedente intervista, l’avvocato Ethan Silver, presidente del broker-dealer di Lowenstein Sandler, ha spiegato che “se [la SEC] fosse costretta a trattare con [la proposta], negherebbe prima di essere messa in una posizione [dove è approvata su un tecnicismo]”.

Dunque da come si può capire dall’articolo la questione non è ancora risolta, al contrario, aspettiamo aggiornamenti.