China Construction Bank lancia $ 3 miliardi in obbligazioni con blockchain

Le obbligazioni basate su blockchain sono più accessibili per i partecipanti del mercato al dettaglio

La facciata dell’edificio della China Construction Bank
La Cina è in prima linea nel settore delle criptovalute e della blockchain

La China Construction Bank (CCB), di proprietà dello Stato, sta lavorando per diventare la prima banca del paese ad iniziare a emettere obbligazioni con la potenza della tecnologia blockchain.

Tradizionalmente, le obbligazioni sono disponibili solo per investitori professionali. Tuttavia, gli esperti del settore ritengono che l’utilizzo della blockchain contribuirebbe a ridurre il costo complessivo e ad estendere l’accesso alle obbligazioni anche ai partecipanti del mercato al dettaglio. Grazie alla sua partnership con Fusang, gli investitori saranno ora in grado di scambiare le loro obbligazioni denominate in dollari USA con bitcoin.

Il CCB inizierà emettendo $ 3 miliardi di debito sotto forma di token basati sulla blockchain. L’obbligazione offshore sarà garantita da depositi presso la filiale della BCC di Labuan, in Malesia, e l’emissione sarà estesa su un periodo di tre mesi.

Alla scadenza, l’investimento fornirà circa lo 0,75% di rendimento annuo. Sebbene si tratti di una piccola quantità rispetto agli standard utilizzati nel settore delle criptovalute, la cifra è comunque superiore al tasso di interesse dello 0,25% offerto da molte altre banche.

Il coinvolgimento di Fusang Exchange consentirà alle obbligazioni digitali presso il CCB di negoziare sia con dollari statunitensi che con Bitcoin. L’amministratore delegato (CEO) di Fusang, Henry Chong, ha affermato che con la tecnologia blockchain aggiunta al mix, gli investitori al dettaglio ora hanno accesso agli investimenti che in precedenza erano riservati solo ai partecipanti al mercato istituzionale. È molto probabile che questo accada quando il progetto sarà attivo, poiché il certificato delle note di deposito parte da soli $ 100 ciascuno.

Il South China Morning Post ha riferito che il veicolo di investimento sarà attivo questo venerdì.

L’iniziativa sulle obbligazioni del CCB fa parte di un’ampia spinta cinese ad abbracciare le nuove tecnologie finanziarie. La nazione si è affermata da tempo come uno dei pionieri quando si tratta di pagamenti digitali. Le piattaforme nel paese, come AliPay e WeChat Pay, hanno registrato tassi di adozione massicci e la stessa Banca popolare cinese (PBC) ha lavorato duramente nello sviluppo della propria valuta digitale della banca centrale (CBDC), lo yuan digitale. Attualmente ci sono piani per continuare a pilotare lo yuan digitale nella capitale, Pechino, ed è già stato testato in molte altre località in tutto il paese.

Il presidente della Cina, Xi Jinping, ha affermato lo scorso anno l’impegno del paese a far crescere queste industrie emergenti quando ha annunciato il suo desiderio che la nazione diventi un leader mondiale nello sviluppo della blockchain.