Home > News > Cofondatore del cripto schema Ponzi internazionale AirBit estradato dal DOJ

Cofondatore del cripto schema Ponzi internazionale AirBit estradato dal DOJ

Gutemberg Dos Santos è stato arrestato per il suo coinvolgimento nello schema fraudolento AirBit Club

In un comunicato stampa pubblicato ieri, il Dipartimento di giustizia degli USA (DOJ) ha annunciato che hanno estradato Gutemberg Dos Santos, un cittadino con doppio passaporto brasiliano e statunitense, da Panama il 25 novembre. Dos Santos, insieme ai coimputati Scott Hughes, Jackie Aguilar, Karina Chairez, Cecilia Millan e Pablo Renato Rodriguez, è accusato di aver partecipato a frodi e riciclaggio di denaro come cofondatore del presunto schema Ponzi internazionale AirBit Club.

A partire dalla fine del 2015, le vittime del programma sono state convinte a investire in AirBit Club sulla base della promessa di rendimenti garantiti ottenuti grazie al mining e al trading di criptovalute. Il portale online di AirBit mostrava alle vittime che i profitti sarebbero stati accumulati grazie ai loro investimenti, mentre in realtà non si verificava nessuna attività di mining o di trading. Dos Santos, Aguilar, Chairez, Millan e Rodriguez, invece, spendevano i soldi degli investitori in case di lusso, auto, gioielli e organizzavano eventi di lusso per reclutare nuove vittime.

Hughes, un avvocato californiano che in precedenza rappresentava Dos Santos e Rodriguez, in una indagine della Securities and Exchange Commission relativa ad un altro schema di investimento, Vizinova, si è scoperto che aveva un ruolo nel rimuovere da internet informazioni negative su Vizinova e AirBit Club e che gestiva un conto fiduciario che è stato usato per riciclare almeno 20 milioni di dollari di profitti.

L’agente speciale dell’Homeland Security Investigations (HSI) Peter C. Fitzhugh ha dichiarato: “L’estradizione di Dos Santos riflette la determinazione degli agenti della Task Force El Dorado Financial Crimes dell’HSI New York nel smantellare le organizzazioni criminali internazionali, ovunque le indagini ci conducano. Usando le nostre ampie capacità e la nostra rete di partner con le altre autorità di polizia, l’HSI continuerà a dare la caccia a coloro che presumibilmente predano cittadini innocenti per scopi di lucro.”

Dos Santos, 45 anni, è stato arrestato a Panama City il 18 agosto, mentre Hughes, Aguilar, Millan e Rodriguez sono stati arrestati lo stesso giorno negli USA e Chairez è stato arrestato negli USA lo scorso 20 ottobre.

Il sostituto procuratore degli USA ha dichiarato: “Come asserito, Gutemberg Dos Santos ha giocato un ruolo chiave nella truffa sugli investimenti internazionali che prometteva tassi di rendimento straordinari su investimenti fantasma sulle criptovalute, frodando le vittime di decine di milioni di dollari. Grazie all’HSI, Dos Santos è in custodia negli USA.”

Dos Santos doveva comparire ieri davanti al magistrato, con l’accusa di cospirazione per frode telematica, cospirazione per frode bancaria e cospirazione per riciclaggio di denaro sporco, che comportano pene massime rispettivamente di 20, 30 e 20 anni di carcere.