Coinbase lancia cripto carta di debito negli USA

I clienti degli USA potranno anche ottenere un cashback del 4% sulle spese giornaliere effettuate con la carta

Immagine di una carta di credito mentre si fanno acquisti culinari
I clienti potranno usare la carta ovunque in tutto il mondo grazie al circuito Visa

Coinbase ha annunciato ieri la disponibilità della Coinbase Card negli USA. Si tratta di una carta di debito Visa, che consentirà agli utenti di spendere, ovunque siano accettate carte Visa, le proprie criptovalute presenti nel conto Coinbase. La carta potrà anche essere usata per il prelievo di contante, Coinbase effettuerà una conversione automatica delle criptomoneta posseduta, in dollaro USA, prima di completare la transazione di prelievo presso l’ATM.

I clienti avranno l’opportunità di guadagnare ricompense sulle spese giornaliere, scegliendo la ricezione di un cashback del 4% in Stellar Lumens (XLM) o dell’1% in Bitcoin.

I clienti potranno gestire le proprie spese e ricompense attraverso l’app Coinbase, con l’opzione di spendere le stablecoin come USDC o altre criptomonete supportate da Coinbase negli USA (tenendo presente che ci saranno commissioni da pagare per transazioni non USDC). La app fornisce sicurezza e garanzia attraverso la verifica in due passaggi e il blocco istantaneo della carta, inoltre l’applicazione fornisce un resoconto delle spese, notifiche istantanee sulle operazioni e ricevute sulle transazioni.

La carta non è ancora disponibile, ma i clienti possono iscriversi nella lista di attesa, Coinbase avverte che i primi clienti la riceveranno già questo inverno. I clienti potranno usare la loro carta virtuale subito dopo l’approvazione, mentre la carta fisica arriverà entro due settimane a casa.

La Coinbase Card è già disponibile nel Regno Unito e in circa 30 nazioni europee, tuttavia il programma a premi sarà reso disponibile solo per gli statunitensi. Le carte Coinbase UK e UE si differenziano perché supportano solo nove criptomonete (BTC, ETH, LTC, BCH, XRP, BAT, REP, ZRX, e XLM), ed hanno limiti di spesa giornalieri più elevati – rispettivamente 10 mila sterline e 10 mila euro – rispetto ai 2.500 dollari della versione USA.

Coinbase in un post ha detto che “con l’introduzione della Coinbase Card è stato raggiunto un obiettivo fondamentale nella nostra strategia di rendere le criptovalute di massa e uno strumento utile. L’annuncio di oggi è un altro passo avanti nell’applicazione delle criptovalute nel mondo reale, in quanto consente ai clienti Coinbase negli USA di usare i loro asset in modo più ampio”.

Non si tratta tuttavia della prima crypto card, quest’anno anche Binance ha distribuito la sua carta di credito in Europa e nel Regno Unito.