Home > News > Coinbase prevede di lanciare un app store di criptovaluta

Coinbase prevede di lanciare un app store di criptovaluta

Il principale exchange di criptovalute statunitense Coinbase ha rivelato che intende lanciare un app store di criptovaluta che offra prodotti sviluppati da terze parti.

Il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha rivelato che l’exchange di criptovalute sta pianificando di lanciare un app store di criptovalute. L’app store consentirebbe agli sviluppatori di terze parti di sviluppare e ospitare i loro prodotti.

Nel suo post su Medium, Armstrong ha affermato che l’ascesa della finanza decentralizzata (DeFi), dei token non fungibili (NFT), dei contratti intelligenti, delle organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) e altro ha creato la necessità per Coinbase di espandere i suoi servizi per aiutare più persone ad accedere all’economia decentralizzata.

Per facilitare le cose, e permettere alle persone di accedere a queste nuove innovazioni, Coinbase lancerà un app store di criptovalute. “Apple non ha tentato di creare tutte le app per iPhone, ha dato potere agli sviluppatori e ha offerto agli utenti mobili un modo semplice per accedere a nuove app innovative. Dobbiamo fare lo stesso per le criptovalute.“

Il desiderio di lanciare un app store di criptovaluta è quello di entrare nell’economia decentralizzata. Armstrong stima che l’economia decentralizzata valga decine di miliardi di dollari e lanciando un negozio per supportare le dApp, Coinbase semplificherà le cose per le persone che desiderano accedere ai prodotti. Lo scambio di criptovalute sta anche cercando di migliorare diversi aspetti della sua attività.

Armstrong ha affermato che Coinbase sta lavorando per portare più risorse ai suoi utenti più velocemente. Lo scambio di criptovalute è noto per elencare solo poche criptovalute alla volta, a differenza del suo principale concorrente, Binance. Tuttavia, Armstrong vuole che Coinbase aumenti il ​​suo processo di revisione e elenchi il maggior numero di monete legalmente possibile.

Inoltre, Armstrong vuole che Coinbase sia uno scambio di criptovalute davvero globale. La maggior parte della sua attenzione si è concentrata su Stati Uniti, Regno Unito e UE. Tuttavia, lo scambio vuole andare oltre quelle regioni e conquistare altre aree.

Ora siamo un’azienda globale, con i nostri prodotti offerti in oltre 100 paesi. Dobbiamo passare dalla spedizione di prodotti che si rivolgono solo agli Stati Uniti (o Regno Unito/UE) alla spedizione di prodotti che funzionano a livello globale“, ha aggiunto.

L’exchange amplierà le sue offerte e rivelerà i suoi piani nei prossimi mesi.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.