Home > News > Come essere preparati quando l’IPO di Coinbase sarà resa pubblica

Come essere preparati quando l’IPO di Coinbase sarà resa pubblica

L’IPO di Coinbase, che dovrebbe essere uno degli eventi più importanti del 2021 per la comunità crypto, consentirà agli investitori di acquistare direttamente azioni della società

Il popolare scambio di criptovalute con sede negli Stati Uniti, Coinbase, ha annunciato le sue intenzioni di perseguire un’offerta pubblica iniziale (IPO) il 17 dicembre 2020, diventando l’ultima nell’elenco delle startup di alto profilo che cercano di diventare pubbliche.

L’annuncio rappresentava la lunga ricerca di legittimità della comunità crypto, ma non ha divulgato alcun dettaglio su come lo scambio avrebbe strutturato la sua offerta. Con l’IPO e il prezzo del mercato delle criptovalute in aumento nel nuovo anno, ecco tutto ciò che devi sapere per essere preparato quando Coinbase diventerà pubblica con la sua IPO.

Un conglomerato di attività legate alle criptovalute, Coinbase, è stato fondato nel 2012 per offrire una semplice piattaforma agli utenti di criptovalute per condurre transazioni. L’azienda è cresciuta da allora in molte occasioni, con rapporti che suggeriscono che è stata regolarmente redditizia negli ultimi anni.

Durante il suo ultimo esercizio di raccolta fondi nel 2018, Coinbase è stato valutato a $ 8 miliardi. È probabile che il gigante delle criptovalute cercherà una valutazione molto più alta per l’IPO a causa dell’accelerazione della crescita del settore delle criptovalute negli ultimi tre anni. Lavorando su informazioni disponibili pubblicamente, la società di ricerca Messari ha indicato che Coinbase potrebbe potenzialmente cercare una valutazione IPO fino a $ 28 miliardi.

Mentre le IPO tradizionali costituiscono le banche che organizzano per le istituzioni l’accesso anticipato alle azioni a un prezzo fisso, il co-fondatore di Coinbase Fred Ehrsam ha precedentemente accennato che la società adotterà un approccio più decentralizzato.

Tuttavia, gli esperti hanno concluso che è improbabile che la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti darà il via libera a un’offerta che coinvolge token digitali su una blockchain. Pertanto, l’altra opzione per lo scambio di criptovalute sarebbe quella di seguire società come Spotify e Slack nel perseguire una quotazione diretta in cui vende azioni direttamente al pubblico.

Le entrate di Coinbase dipendono in gran parte dalle commissioni di trading, che sono aumentate con il prezzo di Bitcoin che attualmente raggiunge circa $38.000. Tuttavia, l’exchange si sta preparando da tempo per l’IPO, come dimostrato dalle dozzine di acquisizioni negli ultimi anni che hanno contribuito a diversificare il suo modello di entrate oltre le commissioni di negoziazione.

Una volta che la società diventa pubblica, gli investitori possono speculare sul prezzo delle azioni utilizzando derivati ​​o assumere la proprietà delle azioni sottostanti della società direttamente attraverso la negoziazione di azioni.

Sebbene il prezzo delle azioni Coinbase sia attualmente sconosciuto, è necessario utilizzare sia l’analisi tecnica che quella fondamentale per determinare il prezzo delle azioni.

L’analisi tecnica si occupa dei modelli grafici, degli indicatori tecnici e dell’azione storica dei prezzi, mentre un’analisi fondamentale si concentra sulle basi dell’azienda, inclusi i ricavi netti o il conto economico.

È fondamentale notare che il prezzo delle azioni di Coinbase dovrebbe essere volatile, a causa della volatilità intrinseca dei mercati delle criptovalute.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.