Cosa potrebbe significare per Bitcoin una presidenza di Joe Biden

Biden dovrebbe assumere Gary Gensler che insegna al MIT su tecnologia blockchain e valute digitali

Immagine di Joe Biden a una manifestazione
Il fondatore di FTX Sam Bankman-Fried ha donato oltre $ 5 milioni alla campagna Biden

Abbiamo assistito a un rally dei prezzi di Bitcoin nei giorni successivi alle elezioni statunitensi, non necessariamente per chi l’ha vinto, ma perché ha posto fine ad alcune delle incertezze che hanno afflitto i mercati. Inoltre, piuttosto che essere guidato dalla vendita al dettaglio, l’aumento dei prezzi è stato probabilmente il risultato della domanda aziendale, con Grayscale che soltanto nell’ultimo mese ha raccolto oltre 40.000 bitcoin.

Ma cosa significherà una presidenza di Joe Biden per le criptovalute e la loro regolamentazione?

Donald Trump non ha nascosto il suo scetticismo criptato, twittando l’anno scorso che era “… non un fan di Bitcoin e altre criptovalute, che non sono soldi, e il cui valore è altamente volatile e basato sul nulla”.

Tuttavia, molti sperano che un’amministrazione Biden con consulenti tech-centric possa essere più crypto-friendly. Presumibilmente è quello che spera Sam Bankman-Fried, fondatore di FTX e Alameda, avendo donato oltre 5 milioni di dollari alla campagna Biden.

Il Wall Street Journal ha riferito venerdì che Biden avrebbe dovuto toccare l’ex capo della CFTC Gary Gensler come suo consigliere sulla regolamentazione di Wall Street. Gensler è un professore del MIT che ha tenuto un corso chiamato “Blockchain and Money”, su come la blockchain potrebbe essere utilizzata in finanza. L’anno scorso ha anche scritto un editoriale per Coindesk in cui ha definito le criptovalute e la blockchain un “catalizzatore del cambiamento”.

Mentre alcuni sono preoccupati dai commenti che Gensler ha fatto in passato sulla necessità di una regolamentazione nel mercato delle criptovalute, la regolamentazione eliminerebbe almeno il rischio che il governo cerchi di vietare le criptovalute e aumentare la fiducia in esse tra le masse. Tuttavia, Gensler ha anche affermato che Bitcoin dovrebbe rimanere esente dal controllo normativo.

Per quanto riguarda il vicepresidente eletto Kamala Harris, il suo team include l’ex CTO dei Sacramento Kings, Ryan Montoya. I Kings sono una delle squadre NBA più innovative e amiche di Bitcoin in circolazione, essendo diventati la prima squadra sportiva professionista a estrarre criptovaluta e l’anno scorso hanno annunciato il proprio crypto token per i premi dei fan. Inoltre, Tim Draper ha affermato che Harris “… può imparare le criptovalute”.

Biden e Harris non hanno parlato molto delle loro opinioni sulle criptovalute e senza dubbio avranno molte altre cose su cui concentrarsi quando entreranno in carica. Tuttavia, avere alcune persone crypto-friendly tra i loro consulenti potrebbe significare una posizione più positiva di quella di un presidente che, secondo quanto riferito, ha detto al suo segretario al Tesoro Steve Mnuchin di “dare la caccia a Bitcoin” per frode.