Criptovaluta di Well Fargo pronta per il test

Well Fargo, la quarta banca più grande del pianeta, presto presenterà la sua criptovaluta. Si chiamerà semplicemente Digital Cash e un suo progetto pilota è stato reso noto di recente.

A cosa servirà Digital Cash di Well Fargo?

Questa criptomoneta è progettata per un uso interno. Ciò significa che verrà utilizzata per veicolare i pagamenti internazionali all’interno della rete bancaria Well Fargo. Essi potranno così inviare denaro a prezzi più bassi e in tempi più rapidi rispetto alla tradizionale rete internazionale SWIFT. La scelta elimina anche il processo di cambio da una valuta all’altra ad ogni trasferimento.

Questa soluzione dovrebbe garantire trasferimenti di denaro quasi in tempo reale. Eliminando i servizi di regolamento esterni, poi, contribuirà a ridurre le commissioni dovute dai clienti. Le filiali della banca all’occorrenza potranno scambiare tra loro denaro contante digitale.

Inizialmente la stablecoin sarà garantita da depositi di dollaro USA. Si prevede l’integrazione anche con altre valute fiat, ma non per ora. La tecnologia usata è il sistema a ledger distribuito R3 Corda Enterprise.

Le transazioni verranno generate come contratti intelligenti (smart contract). La soluzione di Well Fargo giunge dopo che anche JP Morgan Chase aveva annunciato la sua JPM Coin, anch’essa legata al valore del dollaro USA.

Secondo alcune stime entro il 2022 circa un quarto dei pagamenti internazionali da o verso le banche degli USA, faranno uso di stablecoin. L’uso del protocollo blockchain offre alle banche un modo più veloce, economico e sicuro di inviare denaro da una nazione all’altra.

Tali sistemi potrebbero arrivare a funzionare per 20 ore al giorno, mentre gli attuali sistemi funzionano soltanto le 6 ore lavorative delle banche.

Molti utenti delle banche usano già Ripple e la sua XRP per inviare denaro per i pagamenti transfrontalieri, infatti, Ripple ha sottoscritto contratti con molte banche in tutto il mondo per offrire loro questo tipo di servizio. Anche dash potrebbe essere usata per i trasferimenti di denaro veloci e economici.

A che punto è la criptovaluta di Well Fargo?

Un comunicato di Well Fargo ha confermato che hanno già condotto dei test su Digital Cash. La banca ha reso noto che durante i test hanno effettuato un trasferimento tra gli USA e il Canada. La transazione è stata effettuata usando dollaro USA.

La banca ha anche aggiunto che la loro tecnologia gli consentirà di “costruire e distribuire molteplici applicazioni DLT-based”. Hanno anche sottolineato il fatto che vi è una “crescente richiesta di ridurre ulteriormente i problemi nei pagamenti internazionali tradizionali”.

Per il 2020 è prevista una fase pilota più ampia. Appare oramai certo che un numero crescente di grandi player bancari studiano da vicino l’opportunità di introdurre una propria criptomoneta a supporto dei trasferimenti di denaro interni.