Ultime Notizie

Dash Compie 5 Anni, ecco cos’è successo dalla sua nascita

0 Commenti

Il 18 gennaio la criptovaluta Dash compie cinque anni. In questo articolo ripercorreremo le caratteristiche fondamentali di questa criptovaluta e gli eventi degni di nota che la riguardano.

dash

Dash è una criptovaluta peer-to-peer decentralizzata. Come il Bitcoin, il Dash intende essere usato come valuta. Inoltre, il Dash è anche basato sul codice sorgente del Bitcoin. con l’aggiunta di nuove funzionalità atte a migliorare la privacy e rendere le transazioni più rapide. Il codice è open-source e la criptovaluta in questione dispone di una blockchain dedicata così come di una comunità e software appositi. Detto questo una differenza sostanziale rispetto il Bitcoin, la commissione di transazione di questa critpovaluta è trascurabile.

Secondo Wikipedia il Dash è stato lanciato nel mese di gennaio 2014 da Evan Duffield, ma ai tempi era conosciuto come “Xcoin.” Dopo la valuta in questione è stata ribrandizzata a Darkcoin ed è stata citata dalla stampa per via di un suo presunto utilizzo sul mercati neri presenti sulla rete Tor. Nel marzo 2015, è stato cambiato di nuovo il brand di questo software, dando inizio al brand Dash che oggi conosciamo.

Il Dash pare avere una comunità particolarmente attiva in Venezuela, dove dopo la smentitaa delle voci secondo le quali il KFC locale avrebbe iniziato a accettarlo la catena concorrente Church’s Chicken ha iniziato ad accettarlo per davvero. Inoltre è interessante che Petro, crypto di proprietà dello stato venezuelano, ha plagiato parti del white paper dal deposito GitHub di Dash secondo lo sviluppatore Ethereum Joey Zhou.

La visione alla base di questa valuta è interessante. L’amministratore delegato del Dash Core Group, Ryan Taylor, ha detto in passato a Cointelegraph in un’intervista del 23 ottobre che le valute crittografiche emesse dalla banca centrale sono il “futuro inevitabile,” ma saranno le persone che “decideranno quale forma di denaro vogliono consumare e utilizzare come parte della loro vita.”

 

Puoi comprare Dash con questi broker

Dash Compie 5 Anni, ecco cos’è successo dalla sua nascita
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.