Deputato argentino presenterà in parlamento la legge sulle criptovalute

Il deputato Ignacio Torres presenterà un disegno di legge sul quadro giuridico per le criptovalute in Argentina

Un'immagine di bitcoin sullo sfondo della bandiera argentina
L’Argentina deve ancora rilasciare un quadro giuridico formale per la regolamentazione delle criptovalute

Alcuni dei più giovani deputati argentini stanno decidendo una nuova legislazione che dovrebbe fornire un quadro nazionale progettato per le criptovalute, che si dice verrà discusso in parlamento tra circa una settimana. Ignacio Torres, un membro del Congresso argentino, presenterà un disegno di legge che affronta le criptovalute, aprendo la strada per implementare la regolamentazione delle criptovalute nel paese.

È stato riferito che Cointelegraph en Español ha parlato con Efrain Barraza, Operations Manager di Athena Bitcoin in Argentina, insieme al CEO di Bithan, Alberto Vega. Si sono tutti riuniti per collaborare a una bozza legislativa per discutere il quadro giuridico per l’implementazione delle criptovalute in Argentina. Barraza e Vega sono noti per le loro conversazioni riguardo al comune e vivo interesse per la tecnologia blockchain e le criptovalute, tra l’altro dichiarate legali in Argentina. Di fatti, considerando i progressi che i vari paesi hanno fatto in materia di criptovalute e blockchain, Barraza e Vega, si stanno battendo con una tale decisione per garantire che il paese non sia lasciato indietro.

Citando Efrain Barraza: “Comprendiamo che l’ecosistema, per crescere, non può essere fuori legge”. Ha sottolineato l’importanza che gli utenti e gli investitori abbiano un qualche tipo di protezione. “Se non c’è una regolamentazione, sorgono cose come le truffe, come Onecoin, ad esempio”. A sua volta, Alberto Vega, afferma che: “È importante tenere conto di dove si trova l’Argentina ora e di come possiamo ottenere i vantaggi di essere un paese pioniere nella sfera delle criptovalute “. Afferma inoltre, che: “Oggi possiamo vedere che la questione della regolamentazione dei Bitcoin non è nemmeno sul tavolo, né nel dibattito politico a livello nazionale, mentre in altri paesi sono già duramente impegnati a lavorarci su”.

Vega è consapevole che affinché l’Argentina possa avanzare ulteriormente come società, il paese deve prendere un’iniziativa e compiere sforzi per mettere il proprio sistema economico in uno stato più favorevole, a vantaggio complessivo del paese. “Siamo nell’ecosistema da molto tempo e vediamo i problemi del settore. Alcune aziende hanno i loro conti bancari chiusi senza motivo. Queste sono regole molto arbitrarie”, ha detto Vega.

Questo sarebbe il motivo per cui ritiene necessario che tutti al tavolo discutano di tali tecnologie. Afferma che tutti possono trarre vantaggio dai progetti che sono sorti in Argentina.

Barraza afferma che quando si considerano i beni comuni, ognuno di loro dovrebbe avere il proprio insieme di regolamenti in modo che le persone abbiano regole distinte per difendersi da eventuali misfatti. Avverte anche che nel mondo crypto: “La natura intrinseca dei token è che possono funzionare per molte cose diverse nel mondo reale”, ha spiegato. “Stiamo cercando in qualche modo di dargli un quadro normativo”.