Home > News > Dogecoin è ora disponibile in 1.800 bancomat negli Stati Uniti

Dogecoin è ora disponibile in 1.800 bancomat negli Stati Uniti

È ora possibile accedere al meme coin dagli sportelli automatici CoinFlip in 46 stati, mentre il software del protocollo ha appena ricevuto un aggiornamento

Originariamente creato per scherzo, Dogecoin ha visto un aumento di popolarità quest’anno, grazie in gran parte alla pubblicità di celebrità come Elon Musk, Gene Simmons e Snoop Dogg. Il picco di interesse ha causato un aumento del prezzo della moneta di oltre il 1.750% dall’inizio dell’anno a quasi $0,09, spingendo a un certo punto la sua capitalizzazione di mercato a oltre $10 miliardi.

Ora la moneta meme riceve ancora più legittimità poiché è stata inserita in oltre 1.800 bancomat in 46 stati degli Stati Uniti, gestiti dal principale fornitore di bancomat Bitcoin CoinFlip.

Fondata nel 2015, CoinFlip con sede a Chicago mira a promuovere l’adozione delle criptovalute fornendo liquidità e accessibilità alle comunità sottosviluppate della nazione. A tal fine, l’azienda offre un’esperienza utente semplice con commissioni di transazione basse e assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

CoinFlip ha iniziato il 2020 con 441 bancomat e con la crescita della domanda di criptovaluta accessibile, la rete si è espansa fino a oltre 1.400 terminali entro la fine dell’anno. In effetti, i ricavi dell’azienda il mese scorso hanno mostrato un aumento del 359% rispetto all’anno precedente.

L’amministratore delegato e co-fondatore di CoinFlip, Daniel Polotsky, ha commentato: “La missione di CoinFlip è sempre stata quella di dare servizi bancari ai soggetti non bancabili, abbattendo la barriera all’ingresso. In tal modo, siamo in missione per rendere disponibili le criptovalute a chiunque sia interessato a investire, anche nelle città più rurali d’America. Data la sua crescente popolarità e la recente adozione di massa, ci impegniamo ad assicurarci che Dogecoin faccia parte del nostro portafoglio di monete e incoraggeremo un ulteriore supporto di questa criptovaluta nei prossimi mesi”.

Questa notizia arriva lo stesso giorno in cui è stato annunciato il primo aggiornamento Dogecoin dal 2019. Con la domanda di Dogecoin in aumento, i suoi sviluppatori hanno rilasciato una nuova versione del software Dogecoin Core per migliorare le prestazioni.

Gli sviluppi più importanti nell’aggiornamento sono la rimozione di costosi controlli di integrità al fine di aumentare la velocità con cui un nodo può caricare blocchi, nonché una riduzione del tempo di scadenza predefinito di mempool, ovvero per quanto tempo le transazioni in sospeso vengono memorizzate nella cache, in attesa di essere aggiunte al blocco prima della scadenza.

Dogecoin è attualmente la quattordicesima criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato, il che è abbastanza impressionante per una moneta meme, e le notizie di questa settimana potrebbero convalidarla ulteriormente e potenzialmente suscitare ancora più interesse oltre al tanto stupore che ha già ricevuto.

Etichette: