Dubai lancia una piattaforma dati blockchain

Gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato il lancio della sua piattaforma KYC, costruita interamente sulla tecnologia blockchain

Immagine di Dubai al tramonto
Dubai ha una zona franca dedicata alle imprese del settore fintech, in funzione del supporto dell’emirato alle tecnologie emergenti

Dubai ha completato un sistema blockchain nazionale per lo scambio di dati verificati dei clienti. Il Dipartimento per lo sviluppo economico (DED) dell’Emirato e la banca statale Emirates NBD sono in procinto di implementare il sistema, che si chiama piattaforma Blockchain KYC degli Emirati Arabi Uniti (EAU).

La piattaforma è stata inaugurata per la prima volta nel febbraio 2020 ed è stata creata per consentire l’onboarding digitale dei clienti, le funzioni di conto bancario istantaneo e la condivisione dei dati KYC verificata tra le autorità di licenza e gli istituti finanziari.

Quando il DED e Emirates NBD hanno annunciato un aggiornamento per la piattaforma il 28 luglio, hanno anche rivelato che la piattaforma ha oltre 120 aziende che sono già state imbarcate dalla banca.

Emirates NBD lavorerà principalmente con le piccole e medie imprese (PMI), fornendo assistenza nell’onboarding digitale. Inoltre, le PMI saranno in grado di accelerare l’apertura dei loro conti bancari tramite la Banca digitale di affari E20 di Emirates NBD.

Per la fase iniziale del progetto, il Ministero dell’Economia ha spostato il suo intero stock di licenze commerciali attive sulla piattaforma basata su blockchain. Il numero di licenze commerciali nell’emirato rappresenta oltre il 40% di tutte le licenze commerciali attive in tutti gli Emirati Arabi Uniti.

Il progetto è in linea con la visione del governo sulla digitalizzazione ed è supportato da diverse autorità locali di alto profilo. Ciò include l’ufficio per l’innovazione sostenuto dal governo, Smart Dubai, nonché la Banca centrale degli Emirati Arabi Uniti.

DED ed Emirates NBD hanno condiviso che presto la piattaforma presenterà un numero di banche, tra cui la Commercial Bank of Dubai, la Abu Dhabi Commercial Bank, RakBank e HSBC.

L’amministratore delegato del settore della registrazione delle imprese e delle licenze presso il DED, Omar Bushahab, ha dichiarato che questi sviluppi sono una pietra miliare nel lavoro degli Emirati Arabi Uniti verso la creazione di un ecosistema fintech a livello nazionale.

Il dirigente ha anche fornito uno schema dei prossimi passi della banca.

“Il prossimo traguardo sarà il go-live dei casi d’uso aggiuntivi di Emirates NBD e dei nostri restanti partner bancari, insieme al rilascio ufficiale dell’Accordo del Consorzio che regolerà l’ecosistema e delineerà il modo in cui i dati verranno condivisi tra i Membri del Consorzio.” Lui ha spiegato.

Gli Emirati Arabi Uniti sono emersi come uno dei leader regionali del Medio Oriente in criptovalute e fintech; mantenendo una posizione aperta su queste industrie nascenti.

All’inizio di quest’anno, la Banca islamica di Abu Dhabi (ADIB) è diventata la prima banca islamica ad effettuare transazioni di distribuzione di finanza commerciale con tecnologia blockchain.

FOREX.com
CEX.IO
Bittrex
Uno dei più grandi scambi di criptovaluta.
Alto volume su tutte le coppie
Perfetto per acquirenti / venditori grandi e piccoli
Inizia a fare Trading