Home > News > Ethereum 2.0: qual è il futuro di Ethereum?

Ethereum 2.0: qual è il futuro di Ethereum?

27 August, 2019 By Fabio Carbone

Ethereum è al momento la seconda più importante criptovaluta dietro al Bitcoin (BTC). Sin dall’inizio, il progetto ha guardato a qualcosa di più grande di una semplice moneta digitale. La visione originale di Vitalik Buterin riguardava un super computer mondiale che utilizzasse la blockchain per eseguire una potente rete globale.

Quindi, quali sono i piani futuri progettati per trasformare questo sogno in realtà? Il prossimo rilascio di Ethereum 2.0 potrebbe finalmente realizzare il pieno potenziale del sistema.

Quali cambiamenti comporterà Ethereum 2.0?

Questo è un significativo upgrade al protocollo per la rete Ethereum. Ci sono in particolare due elementi importanti. Il primo riguarderà il passaggio dal proof of work (PoW) al proof of stake (PoS). Questo è indubbiamente la parte più importante dell’upgrade, ma non tutti sanno cosa veramente significa.

Ebbene, uno dei problemi con l’attuale metodo PoW riguarda il costoso uso dei computer dei miner e l’enorme quantità di elettricità necessaria a generare i nuovi ETH. Ad esempio, è stato calcolato che Bitcoin consuma la stessa energia dell’intera Irlanda.

Il processo PoS, invece, userà i validatori per garantire il consenso nella rete. Essi svolgeranno la funzione di generatori di nuovi blocchi e di validatori delle transazioni che dovranno essere inserite in essi. Il risultato finale dovrebbe essere una network più snella, decisamente più efficiente dal punto di vista energetico.

Una nuova catena chiamata Beacon Chain funzionerà accanto all’attuale blockchain Ethereum 1.0. L’idea sottostante è che gli sviluppatori possono lavorare liberamente sulla nuova iterazione senza alcun timore di bloccare le attuali funzioni. Per diventare validatori questi devono vincolare 32 ETH.

Cos’è Sharding?

Il secondo elemento vitale di Ethereum 2.0 si chiama Sharding. Questa è una soluzione che avrà il compito di dividere l’intera blockchain in partizioni o segmenti. Esso vuole essere un metodo più rapido ed efficiente di convalidare le transazioni facendo in modo che siano elaborate e validate in piccoli gruppi indipendenti.

Questa è una parte cruciale della scalabilità pianificata per Ethereum. Con l’aumentare delle transazioni eseguite sulla network, è diventato necessario suddividere la loro validazione per consentire una loro più rapida esecuzione con un rischio di ingorgo ridotto rispetto all’attuale situazione.

Come questo cambiamento influirà sul prezzo di Ethereum?

Al momento non è possibile sapere cosa ci riserva il futuro in termini di prezzo di Ethereum. Non è stata stabilita una data esatta per il passaggio alla nuova piattaforma. Tuttavia il passaggio è atteso tra il 2019 e il 2021.

Certamente la nuova idea implementata in Ethereum 2.0 sembra eccezionale, ma non è chiaro come essa sarà recepita dal pubblico in generale. Saranno essi spinti a comprare più ethereum grazie a questi cambiamenti?

Se osserveremo una blockchain più veloce e fluida, allora è probabile che questo porterà a un aumento dei prezzi nel tempo. Ancora più importante, vedremo il vero potenziale della blockchain in azione.