Exaion, sussidiaria di EDF, diventa primo Baker Tezos francese

Exaion validerà i blocchi sulla blockchain Tezos e fornirà ai suoi clienti nodi stabili

Immagine sede centrale di EDF a Parigi
Exaion, gruppo EDF, prevede di ridurre l’impronta ecologica della sua attività utilizzando la tecnologia Tezos.

Nomadic Labs, uno dei maggiori centri di ricerca e sviluppo dell’ecosistema Tezos, ieri ha reso noto che Exaion, una società del gruppo EDF, è diventata un validatore (baker) sulla blockchain di Tezos, ed è così la prima azienda francese ad averlo fatto.

EDF è una multinazionale francese dell’energia elettrica, mentre la Exaion, creata ad inizio anno, è specializzata in soluzioni di cloud computing, blockchain e calcolo ad alte prestazioni. Exaion adotta un approccio responsabile nei confronti dei progetti digitali, con l’obiettivo di ridurre l’impronta di carbonio della sua attività, ed è per questo che ora collaborano con Tezos.

Tezos raggiunge performance ambientali sostenibili riducendo il consumo di energia necessaria per la sua stabilità attraverso un algoritmo di consenso proof-of-stake di nuova concezione.

Il fondatore e CEO di Exaion, Fatih Balyeli, in un comunicato stampa pubblicato ieri ha detto: “La nostra scelta di usare la blockchain di Tezos è stata naturale. Il Baking su Tezos ci permette di ridurre significativamente il nostro consumo energetico ed è in linea con la nostra politica di sviluppo sostenibile, pur mantenendo una offerta digitale di alta qualità”.

I Baker (letteralmente panettieri) sono come i miner: un baker viene selezionato a caso e crea un blocco che gli altri baker approvano e il resto della rete convalida. I Baker fanno lo staking di Tezos (XTZ) come garanzia per assicurarsi che i blocchi siano correttamente convalidati e per incentivare la partecipazione alla rete, fornendo così sicurezza alla rete. Ci sono già più di 400 Baker in tutto il mondo che partecipano all’ecosistema Tezos.

Il presidente di Nomadic Labs, Michel Mauny, ha commentato: “Diventando il primo Baker aziendale francese su Tezos, Exaion rafforza il suo status di pioniere nel settore della blockchain e, considerando l’utilizzo di questa tecnologia per alcuni casi di clienti e di business, convalida la fattibilità del progetto Tezos, aprendo la strada a un crescente impegno da parte degli attori istituzionali francesi”.

In prospettiva Exaion pianifica di rendere accessibile la blockchain ai grandi gruppi, fornendo prima ai clienti un nodo stabile, poi utilizzandolo come gateway per distribuire applicazioni sulla blockchain, infine collegando servizi su misura come la custodia e/o finanziando il “gas” per l’esecuzione degli smart contract.