Ultime Notizie

Facebook intende creare una propria criptovaluta

0 Comments

Facebook sta studiando la creazione di una propria criptovaluta (come precedentemente suggerito). Questa permetterebbe ai suoi miliardi di utenti in tutto il mondo di effettuare pagamenti elettronici.

I dettagli

“Sono molto seri al riguardo”, ha riferito una persona che ha chiesto di non essere identificata discutendo di piani non annunciati. Facebook ha iniziato a studiare la blockchain quasi un anno fa. Ai tempi un membro del suo team di sviluppo aziendale, Morgan Beller, ha iniziato a studiare come la piattaforma sociale potrebbe utilizzare la tecnologia emergente.

All’epoca, Beller era l’unico dipendente Facebook dedicato allo studio della blockchain, il libro mastro digitale e decentralizzato che supporta le criptovalute come Bitcoin ed Ethereum. Il suo lavoro è stato messo sotto i riflettori questa settimana quando Facebook ha annunciato che il vice presidente responsabile dell’applicazione Messenger, David Marcus, avrebbe guidato un nuovo team per “esplorare come sfruttare al meglio la catena di blocchi su Facebook, a partire da zero”. Particolare divertente, questo è accaduto dopo che l’MIT Technology review ha affermato che Facebook potrebber “distruggere il bitcoin”.

Marcus guida un team di meno di una dozzina di dipendenti di Facebook. Questi lavorano esclusivamente alla tecnologia blockchain. Prima di entrare a far parte dell’azienda, Marcus, è stato il presidente di PayPal, l’azienda che facilita le transazioni tra gli utenti nell’applicazione Facebook Messenger. Marcus è un investitore del Bitcoin e a dicembre è entrato a far parte del consiglio di amministrazione di Coinbase. Questa è l’azienda che gestisce uno dei più popolari exchange di criptovalute.

I piani precisi sono avvolti nel segreto

I dirigenti dell’azienda parlano regolarmente delle iniziative future con i loro dipendenti. I piani per la blockchain sono stati omessi da simili discorsi. Per giunta gli alti dirigenti sono stati messi strettamente in silenzio a riguardo. Nel post interno all’inizio di questa settimana che annunciava l’iniziativa blockchain ai dipendenti di Facebook, il CEO Mark Zuckerberg non ha spiegato a cosa avrebbe lavorato specificamente il team.

“Come molte altre aziende, Facebook sta esplorando modi per sfruttare il potere della tecnologia blockchain”, ha detto un portavoce di Facebook. “Questo nuovo piccolo team esplorerà molte applicazioni diverse. Non abbiamo nient’altro da condividere”. Il lavoro dell’azienda sulla tecnologia blockchain e sulle criptovalute richiederà probabilmente anni per concretizzarsi. Persone coinvolte hanno detto che il social network non ha intenzione di tenere un ICO. La società probabilmente avrà bisogno di fare acquisizioni nello spazio della blockchain e delle criptovalute per sviluppare la propria valuta virtuale. La tecnologia Blockchain può anche essere utilizzata per aiutare Facebook a verificare l’identità degli account e a crittografare i dati.

La piattaforma sociale ha già sperimentato con la moneta virtuale. Nel 2009, l’azienda ha rilasciato i Crediti Facebook, che potevano essere utilizzati per l’acquisto di beni virtuali in giochi popolari come Farmville. Ma la funzione non ha mai guadagnato trazione, e l’azienda l’ha ritirata due anni dopo. Durante un’intervista a una conferenza a febbraio, Marcus ha detto che la multinazionale non aveva intenzione di integrare una criptovaluta nelle sue applicazioni nell’immediato futuro.

“I pagamenti con le criptovalute in questo momento sono molto costosi e lenti. Quindi le varie comunità che gestiscono le diverse blockchain e i diversi asset devono risolvere tutti i problemi, e quando questi saranno risolti, forse faremo qualcosa.”

Rate this post

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.