Giù il prezzo di Ripple, ma riceve appoggio normativo dal Regno Unito

A seguito del recente declino del prezzo di bitcoin e di ethereum, è normale che anche Ripple abbia seguito l’andamento. Dopo aver rotto il supporto a 0,28 USD, esso è ora intorno ai 0,26 USD. Ciò è avvenuto in concomitanza con la discesa di valore del bitcoin sotto la soglia psicologica di 10.000 USD. La tendenza ribassista è dovuta alle tensioni sulle trattative tra Cina e USA riguardo la guerra commerciale. Mentre lo yuan cinese si riprende poco a poco e il rischio si dissolve, la criptovaluta all’opposto entra in una fase critica.

Le prime tre criptomonete si sono mosse simmetriche di recente ora che Ripple pare abbia ricevuto una indicazione normativa simile al Bitcoin e ad Ethereum. Nel Regno Unito, le tre criptovalute sono classificate come token di scambio o di utilità, invece della classificazione meno favorevole di token azionari.

Regolamentazione e Controversie

Gli Stati Uniti d’America hanno ancora una regolamentazione molto incerta per quanto riguarda Ripple (XRP), ma i nuovi commenti da parte del Regno Unito indicano una legislazione più amichevole. I pareri favorevoli nei confronti di Ripple sono dovuti al fatto che esso è considerato un crypto asset utilizzabile da banche e regolatori, piuttosto che un asset in concorrenza diretta con questi ultimi. Ciò è quasi comico se si tiene conto del fatto che la crypto community critica Ripple perché considerato non completamente decentralizzato.

Nel frattempo, negli USA è in corso una battaglia legale sul fatto se Ripple debba essere considerato una azione o meno. Inoltre Peter Brandt ha accusato la società di manipolare il prezzo di XRP allo scopo di sostenere il valore. Queste le sue parole:

“Il modello grafico per molti, molti mesi ha mostrato come la distribuzione di XRP sia stata manipolata da Ripple per supportare il prezzo. Ma se il supporto lascia spazio, Ripple sarà costretto a scaricare in modo sostanziale.”

Secondo la sua tesi, i grandi possessori di XRP, Ripple e i suoi dirigenti, sono coinvolti in una manipolazione che si concluderà con il 20% nel calo del prezzo una volta che essi si saranno fermati.

L’ecosistema Ripple

Ripple è nel bel mezzo di un “pompaggio” di XRP naturale causato dall’ecosistema di startup i cui casi d’uso si stanno fondendo con Ripple.

Ripple, infatti, gestisce un ramo di investimento dal nome Xpring che ha da poco chiuso una tornata di raccolta di capitali da 4 milioni di USD in favore di una app di elaborazione dei pagamenti in-browser chiamata Coil. La raccolta si aggiunge a una sovvenzione pari a 256 milioni di USD per supportare la costruzione della comunità. Con più sviluppatori, consumatori e partner strategici, Ripple potrà accelerare il piano di crescita aziendale.

Il piano imprenditoriale di Coil ruota attorno agli utenti paganti un importo fisso mensile (5 USD), quindi quando fruiscono di contenuti su un sito web abilitato, i creatori di contenuti ricevono una ricompensa. Con alcuni creatori che guadagnano migliaia di dollari al mese e altre opportunità di crescita arriveranno a breve, l’aggressiva strategia di Ripple sembra volta a creare un intero ecosistema intorno al suo protocollo. Finanziandolo con XRP, possono generare un nuovo livello di domanda e creare una capitalizzazione di mercato molto più voluminosa e una torta più grande.