Home > News > Gnosis e Snapshot introducono uno strumento di governance decentralizzato

Gnosis e Snapshot introducono uno strumento di governance decentralizzato

SafeSnap combinerà Snapshot con Gnosis Safe per consentire l’esecuzione decentralizzata on-chain di voti off-chain

Gnosis, un portale per sviluppatori che costruisce nuovi meccanismi di mercato per la finanza decentralizzata (DeFi), ha presentato SafeSnap, un prodotto di governance decentralizzato sviluppato in collaborazione con la piattaforma di governance off-chain Snapshot.

Così come i progetti DeFi su Ethereum sono cresciuti in popolarità, così anche la governance decentralizzata, tanto che molti team centralizzati trasferiscono il controllo dei loro progetti alle comunità. Mentre alcuni usano strumenti di governance on-chain come Aragon o DAOStack, l’aumento delle tariffe del gas ha portato molti progetti a rivolgersi a strumenti di voto off-chain come Snapshot, anche se questo sacrifica un po’ la decentralizzazione.

Gnosis ha però trovato un modo per dare ai progetti DeFi uno strumento di governance che sia veramente decentralizzato, pur rimanendo sicuro e accessibile. Gnosis è meglio conosciuto per la sua piattaforma di gestione degli asset digitali Gnosis Safe. Oltre 19,5 miliardi di dollari di asset digitali sono attualmente al sicuro nelle casseforti Gnosis provenienti da una miriade di progetti basati su Ethereum, tra cui: Aave, SushiSwap, Yearn, Balancer, Synthetix, DIA, YAM, mStable e dHEDGE.

Molti di questi progetti utilizzano anche Snapshot nel loro processo di governance. Le proposte possono essere create attraverso una semplice interfaccia utente e i titolari di token di governance collegano i loro portafogli per votarle. Le proposte non sono però vincolanti, in quanto la loro esecuzione richiede l’assenso dei detentori di chiavi multisignature.

Ora Gnosis Safe si combina con Snapshot per creare SafeSnap, per consentire l’esecuzione decentralizzata di proposte di cripto governance. I voti possono essere espressi fuori dalla catena attraverso un modulo di Gnosis Safe collegato a un oracolo e poi il risultato viene eseguito sulla catena in modo affidabile.

I team possono passare alla decentralizzazione gradualmente aggiungendo SafeSnap al loro Gnosis Safe, ma mantenendo i firmatari multisig di Gnosis Safe come salvaguardia da rimuovere in seguito dalla comunità, se desiderato.

Un certo numero di progetti DeFi impegnati in un processo di decentralizzazione progressiva hanno già confermato la loro intenzione di utilizzare SafeSnap a questo scopo. Si tratta di GnosisDAO, SushiSwap, Yearn, Balancer, Synthetix, mStable, dHEDGE, BrightID, EPNS, Stakewise e PoolTogether.

SafeSnap è già stato testato con successo dal G0 Group ed è stato sottoposto anche a test interni. Ora, al fine di garantire la sicurezza del modulo, il programma SafeSnap Bug Bounty è stato attivato con una taglia fino a 50.000 dollari da devolvere a chi identifica le minacce.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.