Goldman Sachs sta pianificando di rilasciare stablecoin supportata da valuta fiat

La società sembra aver cambiato idea sulle risorse digitali, mentre esplora i piani per creare il proprio token digitale supportato da valuta fiat

Immagine della Goldman Sachs Tower, in New Jersey
Il nuovo responsabile globale delle risorse digitali, Matthew McDermott, è un forte sostenitore della tecnologia blockchain e delle criptovalute

Goldman Sachs, la banca di investimento multinazionale statunitense di alto profilo e società di servizi finanziari, sta cercando di creare la propria stablecoin sostenuta da valuta fiat.

Lo ha annunciato il loro neo nominato Global Head of Digital Assets, Matthew McDermott. McDermott ha fatto parte del team Goldman Sachs per quasi 15 anni prima di essere nominato alla sua attuale posizione a giugno. La sua ultima posizione nella società è stata il responsabile globale del finanziamento incrociato delle risorse.

McDermott è stato incaricato di guidare la ricerca e lo sviluppo della valuta propria di Goldman Sachs.

Secondo un rapporto pubblicato ieri, la CNBC ha rivelato che McDermott ha assunto la posizione di Justin Schmidt. Schmidt si è laureato al MIT, ha avuto esperienza nel trading di criptovalute e ha precedentemente lavorato nell’analisi quantitativa. Era responsabile del team delle risorse digitali di Goldman Sachs dal 2018.

McDermott ha attualmente sede a Londra ed è fortemente a favore della tecnologia blockchain e delle criptovalute. In un’intervista con CNBC, ha rivelato la sua visione sui sistemi finanziari in futuro. Crede che la blockchain sarà un’infrastruttura cruciale per i mercati finanziari.

“Nei prossimi 5-10 anni, potremmo assistere ad un sistema finanziario in cui tutte le attività e le passività sono native di una blockchain, con tutte le transazioni che avvengono nativamente su catena”, ha detto McDermott.

“Quindi quello che viene fatto oggi nel mondo fisico, lo si fa solo digitalmente, creando enormi efficienze. E questo può essere l’emissione di debito, la cartolarizzazione, la creazione di prestiti; essenzialmente assisteremo ad un ecosistema dei mercati finanziari digitali, le opzioni sono piuttosto vaste”.

“Stiamo esplorando la fattibilità commerciale della creazione del nostro token digitale fiat, ma siamo solo all’inizio”, ha concluso.

Prima di questo, la società era nota per la sua posizione contro le criptovalute. All’inizio di quest’anno, a maggio, è stato rivelato che Goldman Sachs non percepiva le criptovalute come una classe di attività.

Secondo un rapporto di CoinDesk, ciò è dovuto alla loro mancanza di flusso di cassa e all’incapacità di realizzare guadagni attraverso l’esposizione alla crescita economica globale.

Inoltre, la società riteneva che le criptovalute rappresentassero una potenziale responsabilità, a causa del modo in cui è esposta a hack, perdite e attività illecite.

Questa precedente posizione sulle criptovalute ha attirato l’attenzione di più professionisti del settore. Ora sembra che stiano cambiando atteggiamento.

FOREX.com
CEX.IO
Bittrex
Uno dei più grandi scambi di criptovaluta.
Alto volume su tutte le coppie
Perfetto per acquirenti / venditori grandi e piccoli
Inizia a fare Trading