Google interrompe la partnership con BPO dopo la truffa delle carte regalo Bitcoin

I dipendenti sono stati sorpresi a prelevare denaro dalle carte regalo di Google e a convertirli in Bitcoin per il loro possesso

Immagine delle carte regalo Google in un negozio
I trasferimenti di carte regalo sembravano avvenire nell’arco di diversi anni

Google ha ritirato il lavoro in outsourcing da un contact center filippino quando si è scoperto che i dipendenti erano stati coinvolti in una truffa Bitcoin.

Google ha confermato di aver interrotto le sue richieste di lavoro dalla società Sykes di outsourcing dei processi aziendali con sede a Cebu, dopo che una gruppo di dipendenti è stato sorpreso a convertire i buoni regalo online in Bitcoin (BTC).

“Stiamo valutando costantemente le nostre esigenze aziendali e abbiamo deciso di trasferire questa attività a un altro fornitore nelle Filippine”, ha spiegato un portavoce di Google.

Le autorità hanno scoperto per la prima volta le tracce della loro attività criminale all’inizio di agosto, quando si è scoperto che tre dipendenti Sykes a Cebu avevano sottratto oltre 60 milioni di pesos (circa $ 1,23 milioni) di carte regalo online di Google. Li avevano convertiti in BTC per un lungo periodo di tempo.

Sykes, che ha sede in Florida, ha ammesso che la truffa aveva avuto luogo, ma ha sottolineato che la società aveva immediatamente represso i dipendenti colpevoli.

“Negli ultimi mesi abbiamo appreso che un piccolo numero di dipendenti ha violato i nostri standard di condotta. Abbiamo agito rapidamente su quei dipendenti in conformità con le politiche aziendali”, ha affermato l’azienda BPO.

Il modo in cui hanno trattato i tre individui e se la società ha presentato accuse penali contro di loro non è stato reso noto.

Sykes ha negato le affermazioni che circolano sui social media secondo cui oltre 300 dipendenti hanno perso il lavoro dopo l’incidente, affermando che i dipendenti che non erano direttamente coinvolti nell’attività criminale sono stati trasferiti ad altri account dell’azienda.

“Anche se ci sono stati cambiamenti aziendali che potrebbero aver avuto un impatto su alcuni gruppi, abbiamo assicurato che tutti i nostri laboriosi dipendenti fossero riassegnati ad altri programmi”.

L’azienda ha ribadito di avere una serie completa di politiche e procedure per prevenire, identificare e gestire i casi di frode all’interno dell’organizzazione.

“Apprezziamo la fiducia che i nostri clienti e dipendenti ripongono in noi e continueremo a operare con i più alti standard di qualità e professionalità”.

Le truffe di criptovaluta vengono evidenziate nel bel mezzo della pandemia, in particolare su piattaforme come Google e YouTube. Nel marzo di quest’anno, Google Ads promuoveva una falsa estensione del portafoglio Ledger progettata per rubare criptovalute agli utenti.

YouTube sta anche lottando con la gestione delle truffe cripto; con il CEO di Ripple Labs, Brad Garlinghouse, che ha intentato una causa sulla piattaforma per aver promosso un falso airdrop da un account che lo ha impersonato.

FOREX.com
CEX.IO
Bittrex
Uno dei più grandi scambi di criptovaluta.
Alto volume su tutte le coppie
Perfetto per acquirenti / venditori grandi e piccoli
Inizia a fare Trading