Hacker ucraino arrestato per aver venduto informazioni governative in cambio di criptovaluta

Con una certa preoccupazione per i crimini informatici in aumento in frequenza e intensità in tutto il mondo, la polizia ucraina ha arrestato un hacker per aver venduto informazioni riservate in cambio di criptovalute

Immagine dell'hacker seduto davanti a monitor di computer
Le entità di tutto il mondo sono state colpite da attacchi informatici nella prima metà del 2020

La polizia ucraina ha arrestato un hacker che stava rivelando informazioni riservate del governo in cambio di pagamenti in criptovaluta su una varietà di piattaforme online.

La polizia ha rivelato che l’hacker è riuscito a entrare nel database del governo infiltrandosi prima nei conti personali del personale autorizzato.

L’identità dell’hacker non è stata rivelata.

Le autorità hanno rivelato che l’hacker ha utilizzato tattiche di forza bruta per accedere agli account dei social media e agli indirizzi e-mail del personale governativo. Da qui, è riuscito a ottenere l’accesso a circa 50 database governativi. Dopo aver raccolto tutti i dati che ha potuto, l’hacker è passato a venderli su forum di nicchia in cambio di criptovaluta.

La polizia ha sequestrato il computer dell’hacker l’8 luglio e ha trovato una conversazione su Skype per discutere delle tariffe dell’hacker per il database. A seguito di questa conversazione, è stato rivelato che ha addebitato 6,5 rubli (10 centesimi) per ogni voce di database valida. La polizia ritiene che questo cliente provenga dalla Russia poiché il prezzo è stato dato nella sua valuta locale.

Il criminale informatico è ora accusato di “vendita o diffusione non autorizzata di informazioni con accesso limitato memorizzato in computer, sistemi automatizzati, reti o sui media” ai sensi dell’articolo 361-2 del codice penale dell’Ucraina.

Se dichiarato colpevole, l’hacker dovrà affrontare fino a cinque anni di reclusione. Secondo Cointelegraph, il database trapelato non deve contenere informazioni sensibili poiché l’hacker non è stato accusato di alto tradimento.

Non è la prima volta

Ciò segue un incidente simile sul server BlueLeaks che si è verificato negli Stati Uniti nel giugno 2020. DDOSecrets ha visualizzato oltre 270 gigabyte di dati; presumibilmente ottenuto dopo un attacco informatico contro una società di web design situata in Texas, che aveva accesso a diversi portali di condivisione dei dati delle forze dell’ordine statali.

Questo è stato diffuso su Internet attraverso il suo sito Web, che era liberamente accessibile al pubblico.

Un articolo del Mexico News Daily ha rivelato che gli hacker etici che hanno parlato con i notiziari locali prevedono più attacchi informatici nei prossimi giorni all’interno del Paese. Negli Stati Uniti, un hacker afferma di essersi infiltrato con successo nei server back-end di una società di sicurezza informatica e di aver rubato informazioni.

Uno studio condotto da Emsisoft, che si è svolto da gennaio ad aprile di quest’anno, ha scoperto che almeno 60 entità governative, tra cui dipartimenti di polizia, agenzie di trasporto, altre agenzie federali e intere città sono state violate dagli hacker. Scuole, università, ospedali e operatori sanitari hanno anche subito attacchi informatici nella prima metà di quest’anno.

FOREX.com
CEX.IO
Bittrex
Uno dei più grandi scambi di criptovaluta.
Alto volume su tutte le coppie
Perfetto per acquirenti / venditori grandi e piccoli
Inizia a fare Trading