Ultime Notizie

Huobi a Londra: Nuovo crypto exchange in Europa

0 Commenti

L’exchange originario di Pechino, Huobi, ha annunciato che sta progettando di aprire un ufficio a Londra. Questo è un importante passo la sua espansione all’estero, Finanza Magnates ha riferito il 18 aprile.

I dettagli

Spiegando, il vicepresidente del gruppo Huobi, Peng Hu, ha detto ai giornalisti:

“Non Malta, non la Svizzera. Assolutamente Londra, più precisamente la Gran Bretagna, è per noi il punto d’ingresso del mercato europeo. Presto avremo un ufficio qui.”

Chern Chung, senior business development manager di Huobi per l’Europa, ha spiegato che Huobi “vuole essere presente” a Londra perché “le nostre statistiche dimostrano che Londra è la scena commerciale più attiva in tutta Europa”. Londra è solo l’ultima di una serie di location che Huobi ha scelto per i nuovi uffici. La società ha avviato la propria attività in Corea del Sud all’inizio di quest’anno ed è in procinto di aprire i battenti a San Francisco.

L’iniziativa potrebbe anche indicare che Huobi intende allinearsi alle più recenti normative globali riguardanti le criptovalute. Molte imprese concorrenti stanno scegliendo di costruire basi negli Stati europei (Gibilterra) con una legislazione riguardante il settore piuttosto lassista. Il clima normativo del Regno Unito si è lentamente (ma inesorabilmente) riscaldato per quanto riguarda le criptovalute. Infatti Chung ha aggiunto che l’aver scelto Londra “dimostra l’impegno e la determinazione di Huobi ad affermarsi”, e che “non abbiamo paura della regolamentazione né siamo in fuga da essa”.

Una base a Londra potrebbe consentire all’exchange di iniziare a costruire e lanciare prodotti e servizi per una base di clienti europea. Huobi potrebbe anche vedere un ufficio di Londra come un’opportunità per costruire relazioni strategiche con le banche globali che hanno uffici in città. Infatti, nonostante l’incertezza sul futuro dei collegamenti politici e commerciali di Londra a causa di Brexit, Bloomberg ha riferito nel settembre del 2017 che la città si colloca ancora come il “primo centro finanziario del mondo”.

Conclusione

La continua espansione di Huobi sembra una risposta piuttosto positiva alle tribolazioni che l’exchange ha affrontato quando la Cina ha costretto tutti gli exchange di criptovalute nella nazione a chiudere nel quarto trimestre del 2017. Ai tempi, Huobi aveva sede a Pechino.

Sembra che il settore continua nella sua inesorabile crescita e oltre alla sempre maggiore ingerenza da parte di entità finanziarie tradizionali anche quelle specializzate diventano sempre più regolamentate ed affidabili, proprio come quelle tradizionali. Questo è il caso di Huobi, un exchange che non teme la regolamentazione. Una cosa di certo positiva che attrarrà una buona quantità di investitori che si sentiranno più sicuri nell’interagire con un exchange con sede a Londra. Investire in criptovalute sta diventando sempre più semplice e meno rischioso. Ed è così anche grazie a iniziative come quella di Huobi o Bison.

Huobi a Londra: Nuovo crypto exchange in Europa
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.