I giocatori di esport giapponesi verranno pagati in XRP

Tutti i giocatori di eSport sotto SBI eSport inizieranno a ricevere i loro stipendi nella criptovaluta Ripple

Immagine di un videogiocatore di fronte al proprio computer
Questa mossa dovrebbe incoraggiare più giocatori a ottenere le valute digitali

La SBI esports, una sussidiaria della multinazionale di servizi finanziari giapponese SBI Group, ha rivelato che i suoi giocatori di eSport inizieranno a ricevere i loro stipendi in Ripple (XRP). Ciò è in linea con un accordo di sponsorizzazione che hanno siglato con la società di venture capital, VC Trade.

L’annuncio ufficiale spiega che gli stipendi dei giocatori di eSport verranno compensati utilizzando le criptovalute invece del tradizionale fiat. L’obiettivo di questa mossa è stabilire ulteriormente la presenza dell’azienda tra i giocatori di eSport, che sono apertamente interessati alle criptovalute.

La filiale di eSport, che è anche un partner di lunga data di Ripple, ha affermato che questo accordo di sponsorizzazione è un’opportunità per loro di diversificare il proprio portafoglio nel settore blockchain. SBI esports spera che questa mossa contribuisca alla loro visione di “creare e alimentare un mercato sano basato sulla centralità del cliente, sul miglioramento dei prezzi e sull’espansione della liquidità”.

Ci sono stati tentativi di colmare il divario tra le valute digitali e l’industria dei giochi. Molti esperti di giochi e appassionati di criptovalute credono che i token non fungibili (NFT) e le piattaforme di gioco siano una buona combinazione. Gli NFT sono token basati sulla blockchain. Sono unici e non possono essere sostituiti con qualcos’altro.

Mac Ocampo, il responsabile della crescita presso Virtually Human Studio, uno studio di intrattenimento blockchain, ha sottolineato la compatibilità tra NFT e videogiochi.

“Gli NFT sono sempre stati associati alle piattaforme di gioco e in quel periodo la maggior parte delle persone giocava. Sebbene sia abbastanza indelicato affermare che ha contribuito alla crescita e alle vendite di piattaforme NFT e giochi blockchain, dobbiamo ammettere che più utenti ora hanno familiarità su come funzionano gli acquisti in-game e sul valore che gli NFT danno allo spazio di gioco”. Ha così spiegato.

Ci sono stati diversi sviluppi per integrare ulteriormente gli NFT nei giochi tradizionali. Nel dicembre 2019, Microsoft ha annunciato che la sua piattaforma di gioco, Azure, avrebbe premiato i suoi partecipanti con NFT basati sulla blockchain di Ethereum.

Un annuncio dell’azienda ha spiegato che Azure Heroes “mira a premiare le persone per atti di impatto verificabili come il coaching, la creazione di demo, la creazione di codice di esempio, il blogging su Azure o il completamento di determinate sfide. I membri della comunità che hanno dimostrato il loro contributo saranno premiati con badge in diverse categorie ”.

Questa mossa sembra anche mirare a premiare la sua crescente comunità di sviluppatori di videogiochi.

Microsoft ha collaborato con Enjin, una startup di giochi blockchain, alla creazione degli NFT.