I regolatori scoprono come la società canadese di cripto sia affondata a causa dello schema ponzi del defunto fondatore

Nel 2019, la piattaforma canadese di cripto trading Quadriga CX è crollata. L’OSC ha scoperto come questo crollo sia stato dovuto alla cattiva gestione dei fondi

Mappa del Canada con Bitcoin
Gerald Cotten è deceduto nel 2018 e Quadriga è crollata un anno dopo.

Il più grande regolatore di titoli canadese ha rivelato che il crollo della piattaforma di trading locale di criptovaluta Quadriga CX lo scorso anno è stato causato da uno schema Ponzi gestito da Gerald Cotten, scomparso inaspettatamente a dicembre 2018.

Secondo la pagina Facebook dell’azienda, Cotten è morto all’età di 30 anni a causa di complicazioni della malattia di Crohn mentre si offriva volontario in un orfanotrofio in India. La sua morte è stata annunciata a gennaio 2019.

Entro febbraio di quell’anno, Quadriga aveva cessato le operazioni e presentato domanda di protezione dei creditori. La società aveva più di 76.000 clienti a cui erano dovuti un patrimonio complessivo di $215 milioni CAD ($158.890.375 USD); così come circa il 40% di questi clienti erano dell’Ontario. Ciò ha spinto l’OSC a prendere l’iniziativa per indagare sul caso.

La loro indagine, che è durata dieci mesi, ha comportato il colloquio con testimoni chiave, l’analisi dei dati di trading e blockchain e la collaborazione con diversi organismi di regolamentazione in Canada e all’estero.

“Ciò che è accaduto alla Quadriga è stata una frode vecchio stile avvolta dalla tecnologia moderna”, ha rivelato un dipendente della Commissione per i titoli dell’Ontario (OSC).

Il personale ha aggiunto che, sebbene il rilascio pubblico di un rapporto investigativo sia raro, le autorità hanno anche creduto che “le decine di migliaia di cittadini dell’Ontario che hanno affidato a Quadriga i loro soldi e le loro risorse cripto meritano di sapere cosa è successo.”

Il rapporto ha rivelato che quando il prezzo delle criptovalute è cambiato e ha iniziato a subire perdite, Cotten ha coperto il deficit che è seguito ai depositi di altri clienti.

L’avvocato della vedova di Cotten, Richard Niedermayer, non ha immediatamente risposto a una richiesta di commento.

“Le prove dimostrano che la maggior parte della carenza di attività di $169 milioni derivava dalla condotta fraudolenta di Cotten, che ha assunto varie forme”, ha affermato il rapporto investigativo.

“Operando senza un adeguato sistema di supervisione o controllo interno, Cotten è stata in grado di utilizzare in modo improprio le risorse dei clienti per anni, senza essere osservato né controllato, facendo crollare l’intera piattaforma.”

Circa 76.000 investitori dal Canada e da tutto il mondo hanno perso collettivamente almeno $169 milioni di CAD ($ 24,2 milioni di USD) dal crollo della Quadriga nel 2019. I regolatori hanno aggiunto che circa $115 milioni di CAD ($84.987.875 USD) di questo importo erano dovuti al commercio fraudolento di Cotten.

Secondo l’OSC, la piattaforma doveva ai suoi clienti circa $215 milioni CAD ($ 158.896.825 USD). Cotten ha anche sottratto risorse per uso personale, poiché è stato scoperto che ha trasferito circa $24 milioni di CAD a se stesso e a Robertson tra maggio 2018 e gennaio 2018.

Circa $46 milioni CAD ($33.991.930 USD) sono stati recuperati da Ernst & Young, il fiduciario fallimentare, e pagati ai clienti. Cotten e Robertson hanno inoltre restituito beni stimati in circa $22 milioni CAD ($16.257.010 USD).