Ultime Notizie

IBM: La blockchain vale 3,8 trilioni in soli due settori

0 Commenti

La IBM ha recentemente tenuto il suo annuale Investor Day briefing, dove i dirigenti di alto livello hanno evidenziato l’importanza della blockchain come strumento fondamentale per le future iniziative dell’azienda. Mentre alcuni oppositori continuano a evidenziare le carenze della tecnologia blockchain, definendola sopravvalutata, altri, come la dirigenza della IBM, puntano il futuro della loro azienda su di essa. A seguire i dettagli a riguardo delle dichiarazioni della dirigenza dell’IBM e una analisi delle loro conseguenze.

IBM

Le dichiarazioni

Parlando durante l’annuale “Investor Day” di IBM, tre dei più importanti dirigenti di IBM hanno sottolineato i meriti della tecnologia blockchain. Hanno infatti spiegato perché il gigante dell’informatica è così ottimista a riguardo di questa tecnologia.

Un periodo di rapida evoluzione

“Oggi IBM è un’azienda diversa oggigiorno”, ha dichiarato l’amministratore delegato, Virginia Rometty, illustrando il tasso di cambiamento a cui l’azienda si è dovuta sottoporre. “Siamo in uno di quei momenti in cui si vede la capacità di evolvere in modo esponenziale una azienda sta per arrivare di nuovo. Un ingrediente essenziale è tutti i dati là fuori. L’altro invece è dato da tutti gli strumenti”.
Rometty ha continuato descrivendo come gli strumenti blockchain della IBM agiscono come uno strumento di aggregazione per tali dati “big”, aiutando i clienti di IBM monetizzare ciò che molti credono sia la risorsa più preziosa dell’era digitale.

Rometty ha anche evidenziato come l’azienda stia integrando la blockchain con i loro progetti di intelligenza artificiale (AI) (simili alle iniziative descritte la scorsa settimana da Hong Won-pyo, CEO di Samsung SDS). Secondo IBM, i principali sviluppatori di sistemi a intelligenza artificiale per le imprese ritengono che la tecnologia blockchain alla fine verrà integrata con l’AI. Questo sentimento riecheggia le tendenze del mercato e persino le speculazioni di ricercatori dell’Ethereum come Karl Floersch, che ha affermato al Devcon3 che la tecnologia blockchain potrebbe essere usata per creare un quadro etico per governare le azioni delle AI.

La IBM sfrutta utilizza già la blockchain

James Kavanaugh, CFO di IBM, ha continuato descrivendo come il leader del mercato si stia muovendo costantemente per primo nello sviluppo di tecnologie emergenti. “L’esempio migliore che ho scelto è stata la blockchain, la quale oggi sta sconvolgendo diversi segmenti del settore che sta creando trilioni e trilioni di dollari di opportunità di mercato … Abbiamo oltre 35 reti attive in produzione già oggi”.

Infine, il commento dei dirigenti di IBM è stato completato dal vicepresidente senior di IBM Global Industries, Platforms and Blockchain, Bridget van Kralingen, che ha sottolineato che “blockchain è la capacità di avere un registro di autorizzazioni immutabile di tutte le transazioni e del flusso del tempo”. Quindi, in sostanza, si può pensare che qualsiasi flusso di lavoro a più parti tra le organizzazioni potrebbe essere reso istantaneo piuttosto che bilaterale, il che costituisce un cambiamento per i processi organizzativi”.

3,8 trilioni di dollari il potenziale della blockchain in soli 2 settori

Kralingen ha concluso le sue osservazioni per gli investitori illustrando alcune cifre che l’impresa ritiene rappresentative del potenziale delle blockchain. “Abbiamo fatto una scommessa sui processi che saranno più cambiati. Riteniamo che 1,8 trilioni di dollari saranno il valore della blockchain applicata al sistema di produzione e distribuzione. Ben 2 trilioni di dollari invece è il potenziale nel settore dei pagamenti. E così abbiamo effettivamente preso parte in investimenti e costruzione di blockchain con i nostri clienti e i loro ecosistemi”.

Se c’era un sentimento generale, era che la blockchain era fondamentale per il futuro successo della IBM. Come notato da Rometty, IBM ha un’ampia esperienza sia nello sviluppo di tecnologia e nel servire i clienti aziendali. Questo rende le loro proiezioni sulla blockchain alcuni dei più affidabili disponibili.

Rometty ha concluso:

“Blockchain farà per le transazioni degne di fiducia quello che internet ha fatto per le comunicazioni e i dati.”

Conclusione

Oramai quasi nessuno continua a negare il potenziale della tecnologia blockchain. Seppur difficilmente si mettano d’accordo su come questo accadrà, personaggi di rilievo del mondo della tecnologia e finanza sembrano tutti d’accordo sul fatto che la blockchain sarà parte integrande del settore in un futuro non molto lontano. Questo è dimostrato ad esempio dalle dichiarazioni della SEC e CFTC a riguardo. Altro segno è dato dall’implementazione di blockchain pubbliche dell’Ethereum, Litecoin o Bitcoin come metodo di autenticazione da parte della Microsoft. Oltre a questo sono degne di nota le numerose partnership di Ripple, come quella con Moneygram, quella con ben 61 banche giapponesi o la Santander e American Express.

Insomma, l’utilità della blockchain ed il suo ruolo nel nostro futuro oramai sono innegabili. Un investitore dovrebbe vedere in questa situazione una possibilità di gran guadagno ma tenendo a mente quanto sia importante informarsi approfonditamente prima di investire.

IBM: La blockchain vale 3,8 trilioni in soli due settori
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.