Il bitcoin diventa un rifugio sicuro per gli zimbabwani che affrontano problemi di inflazione

Le recenti sfide nel paese hanno spinto le autorità ad attuare una serie di decisioni impopolari; così i cittadini stanno trovando il modo di aggirarli usando Bitcoin

Immagine di una veduta aerea di una strada di Harare, Zimbabwe
Tra le altre cose, lo Zimbabwe è alle prese con un’inflazione locale che ora supera il 1.000% annuo.

La Reserve Bank of Zimbabwe (RBZ) ha ufficialmente nominato Zimswitch come servizio di cambio di pagamento nazionale in un avviso al pubblico rilasciato lo scorso giovedì. Tutti i fornitori di servizi finanziari nel paese, inclusi gli operatori di moneta mobile (MMO), devono ora connettersi a questa piattaforma.

Si presume che ciò sia stato autorizzato a facilitare l’interoperabilità tra i fornitori di servizi finanziari.

Si ipotizza che Ecocash, il più grande MMO del paese, sia l’obiettivo della decisione della banca centrale. In passato, Ecocash ha affrontato le accuse di intromissione con gli sforzi per migliorare lo scambio tra MMO – poiché trarrebbero beneficio dallo status quo.

I critici della compagnia hanno espresso preoccupazione per il fatto che Ecocash stia deliberatamente compiendo questi sforzi per preservare il suo monopolio, che ha guadagnato dopo aver investito pesantemente nell’infrastruttura finanziaria dello Zimbabwe.

Un sondaggio pubblicato dall’Autorità di regolamentazione postale e delle telecomunicazioni dello Zimbabwe ha mostrato che Ecocash gestisce oltre il 94% di tutti i pagamenti di denaro mobile.

A complemento di questi risultati, uno studio condotto dalla stessa Reserve Bank dello Zimbabwe mostra che il denaro mobile è il metodo di pagamento preferito per i pagamenti al dettaglio nazionali, e rappresenta l’80% di tutti i pagamenti effettuati all’interno della categoria.

Intervento del governo

Per diversi anni, il dominio di Ecocash è stato inevitabilmente una fonte di tensione con i regolatori e, ora sembra, il governo.

Di recente, il governo ha pubblicato una direttiva per sospendere le transazioni di denaro mobile. Questo, insieme alle lotte economiche del paese con l’iperinflazione, sta presumibilmente creando tensione nel panorama politico.

Ecocash ha rifiutato di rispettare l’ordine di sospensione, sostenendo che il funzionario del governo che ha fatto l’annuncio non ha consultato la RBZ prima di rendere pubblica la decisione. Questo stallo ha avuto vita breve ed è terminato quando la RBZ ha emesso una dichiarazione in accordo con la posizione del governo.

Questa svolta degli eventi ha spinto i cittadini a utilizzare Bitcoin, in particolare per i pagamenti transfrontalieri. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che la valuta digitale è più veloce da trasferire e non è soggetta alle normative vigenti.

Altri stanno anche scegliendo di archiviare i propri fondi in Bitcoin perché fornisce un senso di controllo. I tentativi del governo di controllare o sospendere Ecocash non possono essere replicati con Bitcoin. Inoltre, la criptovaluta non è influenzata dall’inflazione locale.

Infine, anche i lavoratori stranieri hanno iniziato a utilizzare Bitcoin per inviare fondi ai loro paesi di origine.

La RBZ ha ordinato alle banche di interrompere il supporto per tutte le attività legate alle criptovalute; tuttavia, le transazioni di trading e di pagamento Bitcoin continuano ad avere luogo.