Il boom delle criptovalute potrebbe annientare le valute fiat entro il 2030?

Potrebbe essere il prossimo decennio che partirà dal 2020, quello del boom delle criptovalute? Questa è la previsione fatta dagli analisti della Deutsche Bank, i quali pensano che tempi entusiasmanti attendono il denaro digitale.

FIAT-Geld und Bitcoins” (CC BY 2.0) by wuestenigel

Cosa suggerisce la previsione della Deutsche Bank?

L’analista Jim Reid ha realizzato una ricerca dal nome “Immaginando il 2030”. In essa, egli suggerisce che le monete digitali raggiungeranno un periodo di grande successo nel decennio del 2020. Infatti, egli va oltre e suggerisce che le criptovalute potrebbero sostituire le valute fiat. L’anno in cui potenzialmente ciò potrebbe avvenire è il 2030.

Questo risultato è in parte basato sulle varie sfide che le valute fiat stanno affrontando negli anni recenti. Egli afferma che le forze che stanno dietro il sistema tradizionale “potrebbe disfarsi” nel prossimo decennio. Un altro fattore riguarda le persone, che chiedono pagamenti digitali e anonimato. Entrambe i benefici sono offerti dalle coin digitali come Bitcoin (BTC) e Ripple (XRP).

Nel suo documento, Reid elenca alcuni degli ostacoli che le criptovalute potrebbero incontrare in futuro. Tra cui l’approvazione da parte dei governi, il raggiungimento della stabilità dei prezzi e diventare mezzi di pagamento globali. Egli suggerisce che, unendosi ai principali soggetti interessati, tra cui i fornitori di carte e gli sviluppatori di applicazioni mobili, contribuirà a far sì che ciò accada.

Restano tuttavia alcune minacce alla proliferazione delle criptovalute. Tra cui troviamo gli attacchi alla sicurezza informatica, il rischio di una guerra digitale e il fabbisogno di elettricità.

Potrà diventare realtà?

Al momento varie nazioni del mondo stanno chiarificando la loro posizione riguardo le altcoin. Ad esempio, la Germania ha imposto una regolamentazione stringente. Nel frattempo il Giappone ha rilasciato la licenza a 20 exchange, i quali possono ora operare nel paese. Forse il fattore chiave è da porre nei termini di quali nazioni e banche introdurranno la propria moneta digitale. Questa potrebbe essere la svolta che rende il denaro fiat meno attraente per milioni di persone.

In questa prospettiva, la Banca di Francia ha di recente annunciato che pianifica di testare la propria criptovalute a partire dal prossimo anno. Altre nazioni potrebbero presto fare lo stesso. JPMorgan ha lanciato la propria JPM coin. Altre grandi banche perlustrano la fattibilità di usare gli asset digitali per effettuare trasferimenti più semplici tra società e clienti.

Concludendo

I prossimi anni sono cruciali per il futuro sviluppo delle criptovalute. Se un numero sufficiente di criptovalute le legalizzeranno e le regoleranno, allora più persone potrebbero iniziare a usarle.

Se alcune nazioni decideranno di fare un passo ulteriore, sviluppando una versione digitale della propria valuta fiat, allora la rivoluzione delle criptovalute diverrà più poderosa. Con le persone sempre più abituate a usare i pagamenti digitali, questo potrebbe segnare il passaggio dal denaro fiat al denaro elettronico, come previsto.