Il Coronavirus Aumenta il Valore del Bitcoin (BTC)

La pandemia COVID-19 ha chiaramente avuto un impatto sulla criptovaluta e sui mercati forex, e il prezzo del Bitcoin ha fatto balzi enormi a causa delle continue news della stampa che non fanno altro che seminare paura e panico. La ragione di tutto questo è semplice; In tempi di dubbio e trepidazione, molti investitori cercano il rifugio sicuro di valute non statali, materie prime e assets per proteggere la propria ricchezza. Un aumento della domanda di Bitcoin già in circolazione fa aumentare il suo valore, e infatti ora BTC sembra sfondare le barriere di resistenza mentre l’epidemia virale continua a diffondersi.

Il 2020 si sta rivelando un momento entusiasmante per gli investitori. Quest’anno abbiamo già sperimentato più novità di tutto il 2019. A partire dallo sciopero dei droni di Donald Trump che ha assassinato il generale iraniano, e ora questo contagio virale che sta causando preoccupazioni in ogni nazione del mondo.

In effetti, il prezzo del Bitcoin è aumentato ogni giorno dal 23 gennaio, ovvero il giorno in cui la città di Wuhan è stata messa in quarantena. Al momento della pubblicazione, Bitcoin è scambiato al suo valore più alto da novembre 2019.

Quindi, che significa questo, che BTC precipiterà non appena il virus sarà completamente contenuto? Discutibile. Sebbene le notizie si riflettano indubbiamente sul prezzo di mercato, è improbabile che le persone che hanno cercato di salvaguardare le proprie finanze abbandonino subito i propri asset. Probabilmente ci sarà ancora un interesse crescente anche per Bitcoin. Con il modo in cui il 2020 sta prendendo forma, molte persone si aspettano che il prossimo evento globale sia proprio dietro l’angolo e potrebbero voler acquistare presto, prima che Bitcoin salga repentinamente ancora una volta.

Se l’anno continua a svolgersi in modo drammatico come è iniziato, Bitcoin potrebbe finire per raggiungere i suoi massimi storici di circa $20.000 prima della fine dell’anno.