Il Crypto Puzzle di Warren Buffet ha ricevuto risposta

Il mistero dell’investimento in cripto di Warren Buffet ha sconcertato la comunità. Il noto investitore e cripto-scettico Buffet ha sempre affermato di non aver mai posseduto criptovaluta.

Ma il fondatore di TRON Justin Sun, ha detto di aver regalato delle coin a Buffet. Qual è la verità dietro questa storia?

Com’è iniziato

Questa storia è venuta alla luce quando Justin Sun ha parlato riguardo l’incontro con Warren Buffett. Sun e il Ceo di Berkshire Hathaway hanno partecipato a un pranzo a cui erano presenti anche alcuni crypto influencer: Charlie Lee di Litecoin e Yoni Assia del broker eToro erano tra i partecipanti.

Sun ha vinto questo pranzo con Buffett donando 4,8 milioni di USD. Ha avuto luogo nel mese di gennaio in Omaha. Sun in seguito ha detto che era grato per la “cena, la saggezza e la visione”.

L’incontro aveva lo scopo benefico di aiutare i senza tetto di San Francisco, ma è stato trattato anche il tema delle criptomonete. In seguito Sun ha rivelato di aver regalato a Buffett un telefono Samsung Galaxy Fold che conteneva sia Bitcoin (BTC) che TRON (TRX).

Buffett ha comunque continuato a sostenere che egli non possederà mai alcuna criptovaluta. Le sue parole sono state: “Io non posseggo alcuna criptomoneta e mai ne avrò”. Le ha anche chiamate “inutili”. Cosa è successo quindi al crypto wallet di Buffett?

Il resto della storia

Secondo alcune persone non sarebbe vero che Sun ha realmente donato delle crypto a Buffett durante l’incontro conviviale.

Il Ceo di TRON ha risposto che l’evidenza è nella blockchain. Egli ha fatto notare che i token “sono rimasti intatti”. Sun ha anche aggiunto che Buffett non è un investitore nelle criptovalute, tuttavia, le coin regalate hanno generato un ritorno del +20% al momento del tweet.

Naturalmente la blockchain può solo mostrarci che le coin esistono presso un indirizzo, non può provare l’identità della persona che le possiede, se questo non lo vuole.

Il mistero di Warren Buffett è stato risolto

Sembrava tutto destinato a restare un mistero per sempre, ma la reporter della Cnbc Becky Quick ha fatto chiarezza. Lei è stata la prima giornalista ad aver chiesto al magnate delle valute digitali. Al momento dell’intervista ha negato di possedere alcun token.

Ora, invece, ha confermato che Justin Sun gli ha dato un po’ di criptovaluta durante quel pranzo. Ma il famoso investitore ha fatto sapere di aver donato il crypto wallet in beneficenza dandolo alla Fondazione GLIDE. Non sappiamo se questi hanno ancora i token.