Il famoso giocatore di scacchi supporta Bitcoin

Garry Kasparov ritiene che le criptovalute, in particolare Bitcoin, aiuteranno a sostenere il diritto alla privacy

Immagine di scacchiere su tavoli
Al di là della sua carriera negli scacchi, Kasparov è anche scrittore e attivista politico

Garry Kasparov, il giocatore di scacchi più famoso al mondo, ha espresso il suo sostegno alla criptovaluta e alla tecnologia blockchain.

Kasparov ritiene che le tecnologie siano la soluzione alla necessità di privacy nei mercati finanziari.

Ha rivelato il suo sostegno in un’intervista con il collaboratore di Forbes Roger Huang ieri quando ha spiegato che sentiva che c’erano molti vantaggi nell’uso delle criptovalute.

“La cosa buona di Bitcoin è che ne conosci esattamente il numero – il numero magico di 21 milioni”, ha detto Kasparov, riferendosi al numero totale di token Bitcoin (BTC) che devono essere estratti.

“Ma quando guardi dall’altra parte, la Fed per esempio, non sai mai quanti miliardi di miliardi di dollari appariranno sul mercato domani che danneggeranno i tuoi risparmi”.

Come presidente della Human Rights Foundation, un’organizzazione che utilizza la tecnologia e le innovazioni digitali per proteggere le libertà fondamentali delle persone minacciate, Kasparov ritiene anche che la tecnologia blockchain e le criptovalute come Bitcoin siano “scelte naturali” quando si tratta di protezione contro la violazione della privacy e dei diritti umani.

Kasparov ha affermato che l’aumento della popolarità di Bitcoin e altre criptovalute e tecnologia blockchain era inevitabile poiché è una “risposta al passaggio del potere da individui a stati o altre istituzioni che possono agire sulla nostra privacy senza il nostro consenso”.

L’influenza della tecnologia blockchain ha persino raggiunto la comunità degli scacchi, con una partita di scacchi tra il fondatore di Algorand, Silvio Micali e il Grandmaster Sergey Karjakin che sono stati registrati sulla blockchain.

Kajakin, come Kasparov, ha espresso il suo interesse per le criptovalute e la sua tecnologia di base. Micali ritiene che Algorand, che è una piattaforma blockchain di proof of stake, potrebbe anche essere usata per alimentare un’adozione più diffusa degli scacchi.

Algorand fa anche parte della Blockchain Game Alliance (BGA), un’importante associazione di gioco blockchain.

Il direttore del programma di marketing dell’azienda, Shamir Ozery, ritiene che questa collaborazione aiuterà l’adozione tradizionale della tecnologia blockchain nel settore dei giochi.

“La nostra partnership con BGA è un’opportunità per diffondere la consapevolezza sulle tecnologie blockchain e incoraggiarne l’adozione mettendo in evidenza il loro potenziale per promuovere nuovi modi di creare, pubblicare, giocare e costruire comunità forti attorno ai giochi.” Ozery ha scritto.

Le criptovalute sono anche favorite da squadre e associazioni sportive. Ci sono squadre di calcio in tutta Europa che stanno lavorando con i  “Fan Tokens” per raccogliere fondi e discussioni sul futuro delle scommesse sportive online in criptovaluta.