Home > News > Il grafico del Bitcoin forma una croce della morte, ma PlanB è ancora rialzista

Il grafico del Bitcoin forma una croce della morte, ma PlanB è ancora rialzista

Il prezzo del bitcoin è caduto di circa il -20% la scorsa settimana, ma lo “scenario peggiore” di PlanB vedrebbe la criptovaluta comunque giungere a 135 mila USD entro fine anno

La scorsa settimana non è stata eccezionale per il bitcoin. Le autorità cinesi hanno esteso il giro di vite sul mining del bitcoin aggiungendo il divieto anche alla provincia del Sichuan, dove si concentra il 10% dell’hash della Cina e il 6% dell’hash globale.

Questo potrebbe essere considerato il fattore scatenante della discesa del prezzo del bitcoin, che ieri è sceso sotto i 33.500 dollari facendo registrare un -20% dal picco di martedì.

Ora molti investitori temono che altri crolli potrebbero essere dietro l’angolo, dal momento che nel fine settimana il grafico del prezzo del bitcoin ha formato una “croce della morte”. Questo si verifica quando la media mobile a 50 giorni scende sotto la media mobile a 200 giorni, un indicatore tipicamente visto come il segnale che il prezzo di un asset sta per crollare.

Il crypto influencer e analista PlanB, tuttavia, sabato ha fatto notare che questo a volte può essere un segnale opposto al crollo. Infatti, alle ultime due croci della morte del bitcoin verificatesi nel quarto trimestre del 2019 e nel primo trimestre del 2020, sono seguiti aumenti di prezzo.

PlanB ha creato il modello Bitcoin Stock To Flow (S2F), che utilizza la scarsità per quantificare il valore del bitcoin. Il modello è correlato con la storia del prezzo del bitcoin e molti investitori hanno fiducia nel modello quando cercano previsioni a lungo termine. S2F prevede un valore del bitcoin a 100.000 dollari entro la fine del 2021 e a 1 milione di dollari nel 2025.

L’analista ha suggerito anche che la distribuzione del bitcoin è molto più sana ora che a fine aprile, affermando che il 60% delle coin vendute in maggio e giugno erano state acquistate in marzo e aprile, ma vendute in perdita.

PlanB ammette che la debolezza del prezzo del bitcoin potrebbe durare tutto luglio, ma le sue previsioni per il resto dell’anno restano rialziste. Per agosto lo scenario peggiore di PlanB vede per bitcoin un prezzo a 47.000 dollari, mentre a ottobre il prezzo dovrebbe tornare a 63.000 dollari e a dicembre il minimo dovrebbe essere di 135.000 dollari.

PlanB ha anche accennato al suo scenario migliore, il quale vede bitcoin valere 450.000 dollari entro la fine dell’anno.

Per ora, però, il prezzo del bitcoin è ancora in calo. Oggi è in calo del -6% ed è attualmente scambiato a 32.900 dollari al momento della scrittura.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.