Home > News > Il lancio in mainnet di Graph Network rende le dApp più accessibili

Il lancio in mainnet di Graph Network rende le dApp più accessibili

The Graph Network fornirà agli sviluppatori di dApp il primo indice globale e facilmente ricercabile di dati blockchain

The Graph Network, un protocollo di indicizzazione per l’organizzazione e l’accesso efficiente ai dati provenienti da blockchain e storage, ha annunciato ieri il lancio della sua rete principale (mainnet). Gli sviluppatori che utilizzano la rete non devono più fare affidamento su server centralizzati e infrastrutture proprietarie, poiché ora possono cercare, trovare, pubblicare e utilizzare con facilità i dati pubblici necessari per la costruzione di applicazioni decentrate (DApp).

The Graph utilizza API pubbliche e aperte chiamate subgraph per rendere le dApp più accessibili. Ha già implementato più di 3.400 subgraph per applicazioni Web 3.0 e DeFi costruite su Ethereum, IPFS e POA, ed includono: Uniswap, Aave, Synthetix, Balancer e Gnosis.

Il CTO di Synthetix Justin J. Moses ha commentato: “Fin dal primo momento in cui ho iniziato a lavorare su The Graph sono rimasto affascinato, questa è una metodologia per soddisfare le esigenze della moderna analisi dei dati sul web decentralizzato del futuro. La loro missione è ambiziosa: rimodellare il nostro rapporto con i dati che consumiamo. Eppure se c’è qualcuno in grado di affrontare una tale sfida, quello è The Graph.”

La comunità di The Graph è composta da sviluppatori di subgraph, delegati, curatori e indicizzatori. Oltre 1.600 persone hanno completato con successo il programma dei curatori per imparare a identificare i subgraph di alta qualità, più di 20 indicizzatori hanno aggiunto i nodi sulla testnet e oltre 4.500 delegati contribuiscono alla rete, delegando la loro partecipazione agli indicizzatori. L’uso del servizio, inoltre, è aumentato da 1 miliardo di interrogazioni mensili di giugno a più di 10 miliardi di novembre.

Il cofondatore di The Graph, Yaniv Tal, ha riferito: “È surreale che dopo anni di duro lavoro la nostra visione di una indicizzazione decentralizzata globale e di un livello di API per il Web3 sia diventata reale. Crediamo davvero nel decentramento e il lancio di The Graph Network è una pietra miliare per consentire agli esseri umani di cooperare e organizzarsi in modo decentralizzato.”

The Graph ha avviato la distribuzione del loro token nativo GRT. Circa il 20% di GRT andrà alla The Graph Foundation, circa il 2,5% a prestiti per partner indipendenti dell’ecosistema, circa il 2% a programmi educativi e circa l’1% a sovvenzioni per i contributori che costruiscono The Graph.

Oltre al token GRT distribuito durante le vendita pubblica, la maggior parte del token andrà ai partecipanti della network. Gli indicizzatori guadagneranno premi di indicizzazione e commissioni di interrogazione, i delegati possono fare staking con GRT sugli indicizzatori per guadagnare una parte dei premi on-chain. I curatori che fanno staking di GRT su un subgraph prescelto saranno incentivati a curare il subgraph per portarlo ad alti livelli qualitativi guadagnando una parte delle sue commissioni di interrogazione.

Iscriviti alla nostra newsletter esclusiva!

Notizie su misura per te

Zero SPAM

Alt coin news

Disiscriviti quando vuoi

Dopo la registrazione, occasionalmente, potresti ricevere da noi anche offerte speciali tramite e-mail. Non venderemo o distribuiremo mai i tuoi dati a terze parti. Guarda la nostra informativa sulla privacy qui.