Home > News > Il ministro delle finanze giapponese esorta il G7 a discutere misure politiche riguardanti le CBDC

Il ministro delle finanze giapponese esorta il G7 a discutere misure politiche riguardanti le CBDC

Il ministro delle finanze giapponese ha esortato il G7 a discutere delle valute digitali delle banche centrali (CBDC) nei colloqui di venerdì

Il ministro delle finanze giapponese Taro Aso ha fatto notare che il G7 discuterà la questione delle CBDC nella prossima riunione di venerdì. La riunione del G7 si terrà in modalità virtuale e sarà anche la prima volta del presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha giurato meno di un mese fa.

Taro Aso ha suggerito che i ministri delle finanze del G7 dovrebbero concentrarsi sulle valute digitali delle banche centrali quando si incontreranno tra due giorni. Aso lo ha detto durante la conferenza stampa di ieri ribadendo che è essenziale per i paesi discutere le misure politiche riguardanti le CBDC.

Alle riunioni parteciperanno i funzionari degli stati membri, tra cui Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti. I funzionari discuteranno di vari argomenti, tra cui la governance economica globale, la sicurezza internazionale e la politica energetica.

La riunione virtuale del G7 arriva in un momento in cui diverse banche centrali a livello globale stanno sviluppando i loro CBDC o hanno programmi di ricerca attivi. L’ascesa delle criptovalute e delle stablecoin ha spinto le banche centrali a innovare e a trovare modi per far sì che le valute fiat rimangano rilevanti.

La People’s Bank of China rimane una delle banche centrali più avanzate in termini di sviluppo di una CBDC, sta infatti per iniziare i test del Digital Yuan.

Le criptovalute sono da tempo un argomento caldo di discussione tra i membri del G7. Nella riunione di dicembre, i ministri delle finanze del G7 hanno parlato della necessità di regolare le valute digitali man mano che guadagnano terreno a livello globale.

L’anno scorso, i partecipanti hanno parlato delle risposte appropriate alla natura in continua evoluzione delle criptovalute e delle altre valute digitali. Essi vogliono prevenire l’uso delle criptovalute per scopi illegali.

La natura mutevole del mercato delle criptovalute è una delle criticità per cui i regolatori hanno difficoltà a fornire politiche che guidino il settore emergente. La maggior parte dei regolatori ha poca conoscenza delle criptovalute, rendendo ancora più difficile l’elaborazione di politiche che promuovano l’innovazione invece di soffocarla.

La riunione virtuale del G7 si terrà venerdì e precede la riunione ufficiale estiva del G7.