Il produttore norvegese di salmone si unisce alla blockchain alimentare IBM

Kvarøy Arctic sarà presto in grado di fornire ai consumatori informazioni dettagliate sui loro salmoni

Chef prepara un pezzo di salmone
Come prodotto premium, il salmone è uno degli alimenti a rischio di frode.

Kvarøy Arctic, un produttore norvegese di salmone d’allevamento, è l’ultima entità ad unirsi al Food Trust dell’IBM, la soluzione del gigante tecnologico in merito alla catena di approvvigionamento costruita su blockchain per l’industria alimentare.

Kvarøy Arctic è un fornitore di numerosi ristoranti e rivenditori di generi alimentari in Canada e negli Stati Uniti. Ora utilizzerà la tecnologia blockchain per fornire, a ristoranti e clienti, informazioni complete su dove e come i suoi prodotti vengono coltivati​​.

Alla domanda sulla partnership, il direttore generale di IBM Food Trust Raj Rao ha affermato che questo era un modo per  “promuovere la trasparenza e la sostenibilità nelle catene di approvvigionamento del pesce”.

Gli acquirenti e i consumatori aziendali possono ora scansionare i codici QR per accedere alle informazioni sull’origine del salmone allevato da Kvarøy Arctic.

Oltre alle descrizioni, i clienti saranno presto in grado di accedere alle immagini che descrivono le condizioni in cui è stato prodotto il loro salmone, che comprendono le abitudini di consumo e la densità della popolazione del luogo in cui il salmone è stato allevato. Possono anche vedere l’età del loro salmone, la data di raccolta e le informazioni sul percorso di approvvigionamento che i loro prodotti in generale hanno seguito, dalla fonte fino ad arrivare agli scaffali dei supermercati.

Il produttore di salmoni sta inoltre collaborando con BioMar, il suo fornitore di mangimi, per fornire ulteriori dati sulla catena di approvvigionamento al progetto.

Kvarøy Arctic ha osservato che negli ultimi tre mesi c’è stato un aumento significativo della domanda di pesce fresco negli Stati Uniti. Il produttore ha rivelato di aver effettuato spedizioni per un valore due volte superiore al volume previsto.

Espen Braathe, rappresentante di IBM Food Trust, ha affermato che gli alimenti premium attirano maggiori casi di frode rispetto ad altri prodotti di consumo. Nelle sue parole, “Quando c’è un prezzo premium negli alimenti, inevitabilmente aumenta anche il premio per le frodi”.

In uno studio condotto dall’organizzazione ambientale no profit Oceana, i ricercatori hanno scoperto che un terzo di tutti i prodotti ittici è stato etichettato erroneamente negli Stati Uniti. Di conseguenza, i consumatori pagano spesso prezzi premium per prodotti scadenti a loro insaputa.

Alf-Gøran Knutsen, CEO di Kvarøy Arctic, ritiene che la blockchain possa aiutare a mitigare i casi di frode nel settore ittico.

“La tecnologia blockchain è il futuro quando si tratta di porre fine alle frodi nel settore ittico. Tale tecnologia tiene traccia di un livello di dettaglio che ci aiuta a ridurre gli sprechi alimentari in modo da poter nutrire più persone nel mondo”, ha affermato Knutsen.

IBM Food Trust è una rete di professionisti del settore alimentare che sono collegati da un registro condiviso di dati del sistema alimentare. Questo sistema consente alle aziende di aumentare la sicurezza e la freschezza degli alimenti, lavorare sull’efficienza della catena di approvvigionamento, ridurre al minimo gli sprechi e migliorare la propria reputazione.